Bugari: “Non parlo della Samb”. Palladini: “Abbiamo capito come giocare”

Browse By

JESI – La Samb batte la Jesina con un risultato di 0 – 2 grazie alle reti di Sabatino e Pezzotti. Riportiamo di seguito le dichiarazioni del dopogara.

PALLADINI: “Siamo scesi in campo capendo da subito come giocare. Nel secondo tempo avremmo sicuramente potuto gestire meglio le cose ma per il resto la squadra si è comportata bene. Disputare una partita qui, in questo campo, non era facile. Merito ai ragazzi. Contento della prestazione di Casavecchia che ha sostituito molto bene Conson. Un plauso va anche ai due terzini che stanno crescendo molto. È stato molto importante vincere oggi ma pensiamo immediatamente alla Recanatese. Mettiamoci la testa. Per vincere questo campionato occorrono tante cose. Fortuna, bravura, unità di intenti”

 

BUGARI: “Io e Palladini ci conosciamo perché abbiamo frequentato il corso di allenatore insieme. Per rispetto e stima nei suoi riguardi preferisco non parlare della Samb. Finché eravamo in 11 abbiamo concesso poco e siamo riusciti a mettere i rossoblu in difficoltà in alcuni frangenti. Nel secondo tempo la seconda espulsione ha sancito la fine della gara. Avevamo di fronte la prima in classifica. Alla terna arbitrale non ho nulla da recriminare. Sbagliano in serie A figuriamoci in serie D. La Samb è la più forte del campionato? Sicuramente è la più compatta e concisa”

CASAVECCHIA: “Il lavoro paga sempre. Io oggi ho avuto la possibilità di giocare dal primo minuto e penso di averlo sfruttato al meglio. Durante la settimana abbiamo preparato bene la gara. Siamo riusciti a difendere in maniera compatta. È vero, con Beoni giocavo titolare, ma l’importante è farsi trovare pronti quando si viene chiamati in causa. Non so se giocherò domenica prossima. La settimana è ancora tutta da scrivere”

SABATINO: “Sul gol mio… Ho fatto un bel cross, diciamo. Siamo riusciti ad essere compatti, anche se abbiamo fatto un po’ fatica.. Le condizioni del campo erano negative. Palladini? Riesce senz’altro a dare più spirito”