Jesina-Samb 0-2. Rileggi la diretta

JESINA Niosi, Calcina, Carnevali, Arati, Tafani, Fatica, Cardinali, Piersanti, Trudo, Ragatzu, Cameruccio A disp. Cecchini, Marini, Sassaroli, Cesaroni, Strappini Frulla, Sampaolesi, Alessandroni, Pierandrei All. Bugari

SAMBENEDETTESE Pegorin, Montesi, Flavioni, Barone, Salvatori, Casavecchia, Titone, Sabatino, Sorrentino, Palumbo, Pezzotti A disp. Reali, Lomasto, Tagliaferri, Pino, Mattia, Bonvissuto, Prandelli, Trofo, Vallocchia All. Palladini

JESI – I rossoblu confermano il 4-4-2 della scorsa settimana, con Casavecchia al posto del de-tonsillato Conson.

I biancorossi partono col canonico 4-3-3, con Cameruccio che – in fase di non possesso – insegue Pezzotti fino a posizionarsi da terzino aggiunto, a destra. Davanti Trudo e Ragatzu restano altissimi, per garantire soluzioni rapide in contropiede.

I rossoblu sono partiti molto aggressivi, con i due esterni molto alti – alla ricerca dell’uno contro uno coi terzini avversari. Paradossalmente, è Sorrentino a fare il lavoro da seconda punta: in fase di non possesso l’attaccante accorcia molto, a formare – coi due mediani – un triangolo difensivo speculare al centrocampo jesino. Titone resta spesso avanzato, in modo da sfruttare la sua velocità in contropiede.

2′ Subito una bella occasione per Ragatzu: Pegorin devia alto.

3′ Discesa di Trudo sulla sinistra, ma il cross in mezzo viene respinto.

14′ Bel break a centrocampo di Sabatino, che – arrivato al limite dell’area – si trova troppo schiacciato per servire i compagni, e tenta il tiro: palla a lato.

15′ Sorrentino riceve al limite e tocca morbido per l’inserimento di Sabatino: il centrocampista (da posizione defilatissima) colpisce forte in mezzo, sul primo palo: Niosi – che si aspettava un cross – viene sorpreso, e devia la palla in rete. Sabatino ha forse cercato il tiro (ed è stato un genio), o ha sbagliato un cross (ed è stato fortunato). Il risultato non cambia: Samb in vantaggio!

16′ Subito un tentativo di Ragatzu, da fuori: palla fuori di un soffio.

25′ Rilancio basso di Niosi e tentativo di prima intenzione di Barone, che colpisce male.

Sorrentino si fa male, Flavioni deve cambiarsi le scarpe: la Samb resta in nove per diversi – lunghissimi – secondi, senza esiti drammatici, fortunatamente.

Adesso la Jesina sta pressando più alta, con Cameruccio avanzato e le due mezzali avanzate sui mediani rossoblu. In questo modo l’uscita palla dei sambenedettesi è più lenta, ma – di contro – i due esterni (Palumbo e Pezzotti) possono isolarsi sui due terzini, con Sorrentino e Titone pronti a dare superiorità.

30′ Ammonito Fatica.

32′ Cameruccio lancia per Ragatzu, che – sulla pressione di Montesi – si butta a terra, alla ricerca del rigore: giallo per l’attaccante.

35′ Palla uscita nel settore dei tifosi sambenedettesi, che – memori dello scorso anno – si affrettano a rimetterla in campo.

36′ Sorrentino appoggia bene per Titone, che allunga sulla destra e appoggia per Titone: l’attaccante ha a disposizione lo scarico per Pezzotti, ma si fa ingolosire dalla buona posizione. Tiro debole, e impreciso: palla sul fondo.

39′ Occasionissima per la Jesina: Cardinali arriva al limite e allarga per Cameruccio, che mette dentro per Trudo. Il tentativo di tap-in viene fermato dall’ottimo intervento di Salvatori, che si ripete sul nuovo tentativo di Cameruccio. Sul secondo intervento Trudo – coperto da due avversari – va a terra, ma l’intervento sembra sul pallone (nessun biancorosso ha chiesto il penalty).

42′ Punizione di Barone per Salvatori, che salta più in alto di tutti ma – contrastato – non riesce ad indirizzare. Corner.

44′ Cameruccio scippa Pezzotti al momento del tiro, e la Jesina riparte: Ragatzu ha l’opportunità di scendere, sulla destra, ma Flavioni copre benissimo.

Fine primo tempo. Dopo una partenza da brividi (subito due rischi) i rossoblu si sono sistemati bene, difendendo con successo il vantaggio di Sabatino. A parte la doppia occasione per Trudo – a ridosso dell’intervallo – la squadra di Palladini ha subito poco, pur mancando nelle ripartenze. In vista della ripresa servirà certamente di più.

Inizio secondo tempo. Stessi 22 dei primi 45 minuti.

46′ Palumbo tiene palla sulla destra e appoggia per Montesi, che prova il cross teso: palla deviata da Fatica.

48′ Contropiede di Sorrentino, che arriva al limite e prova il filtrante per Titone, che guadagna il corner sull’uscita di Niosi. Sulla battuta la Jesina ha l’occasione di scappare in contropiede, ma Montesi fa un doppio salvataggio perdetto su Cardinali, prima, e Trudo poi.

50′ Montesi ammonito per un fallo su Trudo, a metà campo.

I rossoblu hanno cambiato atteggiamento tattico, in campo. Al momento lo schieramento sembra un 4-3-3 classico, con Pezzotti mezzala e Titone largo a sinistra. Una soluzione che avevamo teorizzato qui.

54′ Tentativo da fuori di Cardinali, alto.

55′ Fallo su Palumbo, atterrato da Fatica. Il difensore protesta nei confronti dell’arbitro, che gli mostra il secondo giallo: Jesina in dieci. I padroni di casa cambiano immediatamente Arati per Frulla.

57′ Ammonito Cameruccio per un fallo su Sabatino. Veementi proteste dalla tribuna di casa.

59′ Cross di Pezzotti per il taglio di Palumbo, fermato da Tafani.

Ora i rossoblu stanno cercando di guadagnare minuti, sfruttando – anche – il nervosismo della squadra di casa, che rischia spesso il fallo pur di accelerare il recupero del pallone. Per essere sicuri, però, rossoblu devono cercare il raddoppio.

65′ Frulla serve una gran palla in diagonale per il taglio di Cameruccio, che – sulla pressione di Flavioni – si trascina cercando il fallo, e va a terra. L’arbitro lascia scorrere (in caso di simulazione sarebbe stato il secondo giallo).

66′ Cross di Trudo, deviato: sul tentativo di anticipo di Casavecchia Ragatzu è bravissimo, a coprire palla, ma l’arbitro assegna fallo in attacco. Dagli spalti parte il coro “Buffone, Buffone”

70′ Ora tocco duro di Casavecchia su Ragatzu, che accentua il colpo. Sull’azione successiva, lo stesso Casavecchia viene steso da un intervento durissimo di Calcina. Colpo che sembrava punitivo. Rosso diretto. JESINA IN NOVE.

71′ Fuori un nervosissimo Ragatzu per Sampaolesi.

Fuori Barone (che sembrava non averne più), dentro Mattia, che si posiziona davanti alla difesa. Titone ora gioca a destra, mentre Palumbo è passato a sinistra.

Nonostante i due uomini in meno, la Jesina è tutta all’attacco. Al momento ci sono solo due difensori puri (Tafani e Carnevali), con Cameruccio terzino destro e Piersanti sulla linea dei difensori. In fase di possesso, però, i due avanzano la propria posizione per dare man forte agli altri 4 (Trudo prima punta e gli altri in mezzo al campo)

77′ Cross di Sampaolesi per per Cameruccio, che scivola al momento di impattare di testa.

78′ Trudo passa in mezzo a due, ma viene fermato da Casavecchia.

81′ Pezzotti riceve dai 25-30 metri e si inventa un sinistro stupendo: la palla scavalca Niosi e si infila sotto la traversa. RADDOPPIO SAMB!

84′ Verticalizzazione di Pezzotti per Sorrentino, che appoggia a Sabatino: il centrocampista elude la pressione di Cardinali, ma – coperto – è costretto a riallargare per Pezzotti; cross in mezzo e uscita di Niosi, che blocca.

Ora i rossoblu stanno mantenendo il possesso senza problemi – facilitati, anche, dalla doppia inferiorità numerica degli avversari.

88′ Fuori Trudo per Pierandrei

90’+1 Fuori Montesi e Palumbo per Pino e Bonvissuto.

90’+4 Tentativo di Frulla, da fuori: blocca Pegorin.

Fine secondo tempo. Ottima interpretazione dei rossoblu, autori di una gara “pulita”, senza rischi. I sambeedettesi – nella scia delle altre gare fuori casa – capitalizzano al massimo le occasioni create, senza concederne. Il nervosismo dei padroni di casa – giustificato solo in parte dalle decisioni arbitrali – ha sicuramente aiutato, ma la Samb ha dato costantemente l’impressione di governare la gara.