Samb-Folgore Veregra, la diretta live

Contro la Folgore Veregra (e gli ex Marani, Padovani, Gentile, Traini, Cichella e Viti) i rossoblu cercano la terza vittoria consecutiva tra le mura amiche. In campo, tre cambi rispetto alla gara di Scoppito.

SAMBENEDETTESE Pegorin, Montesi, Flavioni, Barone, Salvatori, Conson, Titone, Sabatino, Sorrentino, Palumbo, Pezzotti A disp. Cosimi, Casavecchia, Tagliaferri, Mattia, Vallocchia, Bonvissuto, Trofo, Gori, Prandelli All. Palladini

FOLGORE VEREGRA Marani, Gentile, Sako, Calvaresi, Arcolai, Fuschi, Ciko, Raparo, Pedalino, Nazziconi, Padovani A disp. Lupinetti, Egidi, Traini, Cardinali, Cichella, Viti, Sbarbati, Tomassini, Chornopyschuc All. Zaini

TERNA Arbitra Eduard Pashuku di Albano Laziale, coadiuvato dagli assistenti Carbonari (Parma) e Delle Fontante (Ciampino)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Palladini, oltre al cambio (obbligato) di Pino, inserisce due volti nuovi nell’undici iniziale: Sorrentino, prima punta al posto di Bonvissuto, e Pezzotti, che forse giocherà mezzala al posto di Trofo.

Prima della gara, osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi.

I rossoblu, almeno in partenza, sono schierati col 4-4-2. Titone agisce da seconda punta, al fianco di Sorrentino, mentre Palumbo e Pezzotti giocano esternial fianco di Sabatino e Titone. Squadra molto offensiva, che ricorda – per intenzioni – quella schierata da Palladini ad inizio campionato, tre anni fa.

2′ Titone allarga per la discesa offensiva di Pezzotti: il cross è basso, ma – complice l’intervento goffo di Arcolai – la palla diventa buona per Sorrentino. Il giocatore, trovatosi – praticamente – sulla linea di fondo, non riesce a indirizzare.

7′ Titone riceve sulla sponda di Sorrentino e prova la verticalizzazione per il taglio di Pezzotti: Arcolai ferma tutto.

In fase di possesso i due esterni giocano in linea con le punte, mentre il resto della squadra – per non aprire spazi – accorcia altissima. Atteggiamento molto aggressivo.

10′ Doppia occasione clamorosa della Samb, autrice di un’azione bellissima: Sorrentino tiene una palla molto difficile e – con un tunnel – allarga per Palumbo; l’esterno semina Calvaresi, salta Sako, e mette in mezzo per Titone: l’attaccante rossoblu colpisce benissimo, di testa, ma colpisce la parte bassa della traversa. Sulla ribattuta di avventa Sorrentino, ma la sua rasoiata finisce ad un soffio dal palo.

11′ Altro tentativo di Sorrentino, forte ma centrale. Marani para, ma – dallo stadio – arriva comunque uno scroscio di applausi.

13′ Cross di Pezzotti per Sorrentino, che controlla bene e tira: respinge Marani. Sulla ribattuta, Gentile allontana con grande scelta di tempo.

15′ Angolo di Barone e respinta di Padovani, che lancia il contropiede: la palla arriva a Raparo, che lancia lungo per Gentile (appostato in avanti insieme a due compagni). Fulop riesce a impossessarsi del pallone.

Sui calci piazzati dei rossoblu gli ospiti tengono sempre tre giocatori in avanti, pronti a sfruttare il contropiede. I padroni di casa, finora, hanno accettato il 3 contro 3, allo scopo di non perdere pericolosità nell’area avversaria.

Molto bene la Samb, specie nel pressing: la squadra di Palladini sta aggredendo molto alta, costringendo la Folgore a lanciare avanti, o perdere palla in zone sensibili.

24′ Lancio di Pezzotti per Titone, che parte alle spalle della difesa e prova a servire Palumbo: l’esterno rossoblu si trova a ridosso di Ciko, e prova il palleggio per liberare il tiro: spazza Fuschi.

Durissimo intervento su Titone e punizione dalla trequarti per i rossoblu: il cross di Barone, sul secondo palo, trova l’intervento maldestro di Sako, che indirizza verso propria rete; sul campanile Sorrentino (nonostante l’uscita di Marani) riesce a colpire, ma la palla si stampa sul palo.

Ora la Folgore sembra aver preso le misure, e – grazie ad un maggior coraggio nelle giocate – riesce a mantenere il possesso, alzando il baricentro. I rossoblu, di contro, vengono costretti ad abbassarsi: rispetto ad inizio gara i padroni di casa hanno perso almeno 20 metri.

33′ Titone scambia con Sorrentino e prova la percussione sulla sinistra: evitato Calvaresi, l’attaccante prova a girare intorno ad Arcolai, ma si trascina palla fuori.

34′ Bel cross di Flavioni, ma Titone – da buona posizione – viene anticipato.

35′ Titone scambia posizione con Pezzotti e – allargatosi a sinistra – appoggia centralmente per l’esterno, che palleggia e tira: palla fuori. Sul capovolgimento di fronte, Conson è costretto a rifugiarsi in corner.

37′ Titone (ancora largo a sinistra) si inserisce benissimo e prova il tiro: palla che sfiora il palo lontano e va sul fondo: altra, ottima occasione per i rossoblu.

38′ Tentativo da fuori di Sako, Pegorin blocca a terra.

40′ Occasione clamorosa per la Folgore. Padovani riceve sul lancio di Nazziconi e appoggia per Raparo, che – da fuori – prova a piazzarla: gran tiro, che Pegorin riesce a sfiorare quel tanto che basta per far finire la sfera sul palo.

44′ Bella imbeccata di Pezzotti per Titone, che si accentra e – anticipando gli interventi di Gentile e Arcolai – tocca di esterno: la palla supera Marani, ma Foschi (alle sue spalle) spazza via un gol fatto.

Fine primo tempo. Ottima partenza dei rossoblu (solidi, coraggiosi, aggressivi) che, nei primi minuti, hanno praticamente annullato gli avversari, sfiorando il vantaggio a più riprese. Col passare dei minuti la Folgore è riuscita a prendere le distanze, e ha chiuso in crescendo – sfiorando anche il gol con Raparo. I rossoblu – pur abbassando il baricentro – non hanno perso pericolosità, ma – alla migliorata fase offensiva – non è corrisposto il cinismo delle scorse settimane. 

Inizio secondo tempo. Dentro Sbarbati al posto dell’infortunato Padovani (che ha ricevuto un colpo alla testa, nel finale del primo tempo)

46′ Lancio di Barone e intervento scoordinato di Arcolai, che – ribattendo – si colpisce in volto; Sorrentino perde tempo a chiedere il rigore per un tocco di mano anziché andare alla caccia del pallone, spedito lontano da Fuschi.

47′ Ottimo recupero di Palumbo du Raparo, che poi lo atterra. Giallo per il centrocampista ospite.

50′ La palla spazzata dalla difesa rossoblu diventa un assist per Sorrentino, che – dal vertice sinistro dell’area – prova la conclusione: palla a lato

51′ Lancio di Pezzotti per Titone, che taglia alle spalle della difesa e – da posizione defilata – prova il tiro: ottimo intervento di Marani in uscita.

53′ Angolo di Ciko, ribattuto; sulla palla arriva Calvaresi, che tenta la conclusione: Salvatori intercetta e allontana. Sulla ripartenza Sorrentino serve una buona palla per Titone, che non riesce a trovare spazio per il tiro.

55′ Palla orizzontale sanguinosa di Barone, intercettata da Sbarbati: ci mette una pezza Conson. Sul ribaltamento di fronte Sabatino riceve il suggerimento di Titone e appoggia per l’arrivo di Pezzotti, che mette dentro un cross basso, di prima intenzione: grande copertura di Calvaresi. Sulla palla ribattuta arriva però Palumbo, che prova il sinistro a giro: palla fuori di un soffio.

57′ Titone riceve al limite e – pur senza spazio – prova la conclusione, invece di servire Palumbo, a destra. Poca lucidità da parte del numero 7.

58′ Cross di Palumbo per Pezzotti, che stoppa con poca precisione: la palla finisce addosso ad Arcolai, che forse tocca con la mano. I rossoblu chiedono il rigore, l’arbitro lascia proseguire.

“Noi non dimentichiamo, Garbiele vive” striscione dedicato a Gabriele Sandri, a 4 giorni dall’anniversario della sua morte.

63′ Lancio di Arcolai per Pedalino: Salvatori fa buona guardia, e manda fuori.

64′ Raparo riceve in verticale da Ciko e prova il cross in mezzo: Pegorin abbranca in uscita.

65′ Rimessa laterale di Montesi per Palumbo, che restituisce; il terzino rossoblu mette dentro un cross pericolosissimo. Sul secondo palo sbuca Sorrentino, che stavolta non può sbagliare: UNO A ZERO SAMB!

68′ Intervento durissimo su Pezzotti: ammonito Gentile.

70′ Montesi serve in verticale Palumbo, che scappa alle spalle del terzino e mette dentro un cross meraviglioso per Titone, che – appostato sul secondo palo – appoggia in rete. DUE A ZERO SAMB, ESPLODE IL RIVIERA!

Titone (che aveva fatto 100 metri di corsa, per esultare sotto la nord) ammonito dall’arbitro – forse per perdita di tempo, forse per aver alzato la maglietta.

73′ Ora Samb in netto controllo. Palla per l’inserimento di Pezzotti, che prova la botta di sinistro: esterno della rete.

74′ Cambio per i rossoblu: fuori Palumbo (applauditissimo) dentro Mattia. Il giocatore esce un po’ indispettito, ma viene confortato da Palladini.

Ora rossoblu in campo col 4-3-3. Mattia agisce in posizione di mezzala sinistra, con Titone che si allarga sull’ala destra.

76′ Azione bellissima dei rossoblu, che – con una serie di scambi a un tocco – arrivano a consegnare palla a Pezzotti: interessante il cross in mezzo, mal controllato da Titone.

77′ Ciko prova la conclusione da fuori: Pegorin alza in corner.

79′ Angolo di Pezzotti e uscita coi pugni di Marani, che non riesce ad allontanare a sufficienza: sulla palla arriva Sabatino, che stoppa benissimo e – in girata – prova la magia. Fuori di un soffio.

80′ Nella Folgore fuori Ciko e Sako per Cardinali e Tomassini

82′ Gori rileva Sorrentino. Per l’attaccante rossoblu parte quasi una standing ovation. Dopo la prestazione di oggi sarà difficile toglierlo dall’undici iniziale.

Ora Titone prima punta e Gori a destra

84′ Titone trascina palla per tutta l’area e prova il tiro, ribattuto dalla scivolata di Arcolai. Sul capovolgimento di fronte, Sbarbati mette in rete a gioco fermo, guadagnandosi gli applausi ironici del pubblico.

87′ Fuori Barone (tanti applausi anche per lui), dentro Casavecchia.

La Samb sembra mantenere la difesa a quattro, col difensore rossoblu che – al momento – sta giocando davanti alla difesa.

89′ Bel lancio di Casavecchia per Gori, che non arriva di un soffio.

90’+1 Sbarbati salta Montesi con un tunnel, ma si vede sbarrare la strada da Sabatino. Corner.

90’+2 Altro gol a gioco fermo, stavolta di Pezzotti.

Fine secondo tempo. Applausi liberatori dello stadio, che ha assistito ad un’ottima, ottima partita dei rossoblu. La squadra di Palladini – nonostante un po’ di appannamento, a cavallo dei due tempi – ha giocato benissimo, mostrando un atteggiamento positivo e (soprattutto) propositivo, in netta controtendenza a quanto mostrato nelle prime gare. I giocatori sembrano rispondere bene ai dettami di Palladini, che oggi – con due cambi – è riuscito a trasformare completamente la squadra. Il 4-4-2 schierato dai rossoblu richiede costante attenzione, e applicazione – ma oggi ha funzionato benissimo, ed è probabile che lo rivedremo in campo. 

Share: