La Samb pronta a riprendere in mano la vittoria. Palladini: “Mi aspetto aggressività”

Browse By

La conferenza stampa dell’allenatore rossoblu

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riprendere il cammino delle vittorie. Dopo il pareggio conseguito contro la Recanatese obiettivo principale dei rossoblu sarà quello di battere l’avversario e impossessarsi nuovamente dei tre punti.

Non sarà semplice poiché gli undici di mister Palladini dovranno vedersela con una compagine che non perde da quattro gare: “Domani incontreremo una squadra che sta facendo bene – ha commentato il tecnico della Samb alla vigilia dell’incontro – Ha due attaccanti molto pericolosi che fino ad ora hanno realizzato diversi gol. A noi comunque cambia poco. Il nostro intento resta sempre lo stesso. Dai miei ragazzi mi aspetto sicuramente un atteggiamento diverso rispetto a quello di domenica scorsa. In quell’occasione siamo stati poco cattivi. Quando parlo di avere pazienza – ha spiegato – non intendo dire che non dobbiamo essere aggressivi ma che non bisogna avere frenesia”.

E’ stata una settimana impegnativa sotto il profilo mentale specie per quanto concerne il discorso mercato che ha sicuramente influito sul lavoro svolto: “E’ un periodo particolare – ha proseguito Palladini – L’attenzione di alcuni giocatori è sicuramente distolta. Giustamente chi deve andare via e ha richieste da fuori ha la testa altrove. Il calcio è questo. Chi è rimasto ha dato la sua disponibilità. Noi cercheremo di sfruttare tutti quelli che saranno qui”.

Sul discorso Titone, reduce da una prestazione poco brillante, il tecnico ha dichiarato: “Allo stato attuale il giocatore ha una buona condizione. Quando non trova spazio si innervosisce ma deve stare sereno. Lui predilige giocare a sinistra ma è un elemento che può stare anche a destra. Lo ha dimostrato in diverse partite. Per lui è tutta una questione di testa. Per esigenze di squadra deve adattarsi”.

Diverso il discorso relativo a Baldini, tornato in rossoblu, che domani farà il suo ingresso in campo dal primo minuto: “Sta bene – ha dichiarato il tecnico – Ha sempre giocato per cui non dobbiamo aspettarlo. E’ un elemento importante perché è duttile e polivalente. Può fare la mezzala, il mediano a due, il terzino, può fare tutto. E’ duttile e polivalente. Il suo arrivo ci farà molto comodo perchè a centrocampo eravamo contati. E’ un giocatore oltretutto che segna. Fino ad ora ha realizzato 4 reti con la maglia del Forlì”.

Ventnuno i convocati contro l’Olimpia Agnonese. Mancheranno Salvatori, Prandelli e Cosimi. A questi si aggiungono Gori, Lomasto e Trofo che hanno lasciato la Samb.