Fedeli: “Domenica prossima c’è Matelica – Fano? Affari loro”

Browse By

Le interviste a margine di Samb-Agnonese

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La magica Samb batte l’Olimpia Agnonese dell’ex Silvio Paolucci con un risultato di 5-2. Di seguito riportiamo le dichiarazioni del Presidente Franco Fedeli (più ironico del solito), mister Ottavio Palladini, Baldinini, il responsabile dell’area tecnica dell’ Olimpia Agnonese Mannelli (che ha deciso di parlare al posto di Paolucci), Titone.

FEDELI: “Sul 2-1 ero meno tranquillo. Sul 4-1 mi sono decisamente rilassato. Domenica prossima c’è Matelica-Fano? Affari loro. Pensiamo a noi stessi. L’Ascoli ci sta aspettando? Lasciamola stare che è meglio. Oggi era fondamentale vincere questa partita. A noi non ci regala niente nessuno. Baldinini? Troppo presto per giudicarlo. In quanto alla telenovela Raparo martedì ci saranno sviluppi definitivi. A forza di nominarlo tra poco mi scordo anche il nome. Il pubblico è sempre straordinario. Oggi a dire il vero mi aspettavo qualcosa in più. Forse qualcuno è andato fuori in vista del ponte. Il miglior giocatore di oggi? Sabatino. E un giocatore instancabile. Può sbagliare qualche passaggio ma ci sta. E’ un elemento sul quale ci si può sempre contare. Titone è gioia e dolore. Bisogna accettarlo per quello che” è. Perché oggi mi fate poche domande? Vi vedo mosci”

PALLADINI: “Dopo il 2-0 abbiamo pensato inconsciamente che la gara era finita e abbiamo preso una piega superficiale. Le partite durano 90 minuti. Siamo stati un po’ ingenui nel prendere un gol sullo scadere durante una partita dominata fino ad allora. Nel secondo tempo ci siamo ripresi. Abbiamo disputato una partita contro una squadra che gioca in verticale. Marolda ha fatto un ottima partita ma parlare di mercato in questo momento non serve. Adesso come adesso Sorrentino ci da la possibilità di schierare 3 centrocampisti esperti. E’ un ragazzo serio sta facendo bene. Ad essere sincero sono ancora incavolato per la partita contro la Recanatese. Non è per il rigore. Sinceramente di quell’incontro me ne assumo le responsabilità. Il campionato è ancora lungo, dietro non mollano. Domenica prossima andiamo a Chieti in un campo che non è in perfette condizioni. Spero che questo calcio mercato si chiuda in fretta perché toglie concentrazione alla squadra. Baldinini l’ho visto molto bene. E’ un elemento che conosciamo tutti, ho la fortuna quest’anno di allenarlo. Può darci una grossa mano”

BALDININI: “Domenica prossima non sono in diffida. Sono soddisfatto di questo ritorno perché era importante partire bene. Sono contento. Intesa buona con i compagni. Piano piano migliorerà”

MANNELLI: “Il risultato non rispecchia ciò che abbiamo dato in campo. Sappiamo di dover intervenire sotto il profilo carismatico. Dal punto di vista tecnico no perché abbiamo due tra gli attaccanti migliori di questo campionato. Marolda si muove? No. Resta ad Agnone. In 45 anni di attività calcistica non ho mai conosciuto un giocatore così serio e amato ad Agnone. Lui ha espresso il desiderio di restare con noi”

TITONE: “Ho voluto calciare la punizione. Me lo sentivo e l’ho fatto. L’importante è vincere. Siamo stati bravi a sbloccare subito la gara anche se poi siamo andati un po’ in calo. La mia fortuna è che calcio bene sia di destro che di sinistro. Come tutti sanno mi piace giocare 4-3-3. Nelle ultime partite ho faticato perché non trovavo spazio. A questo punto del campionato gli avversari iniziano a conoscerci e ci schedano. Posso giocare sia a 2 che a 3, non mi importa.  Vorrei arrivare a maggio e vincere con questa maglia perché ci tengo tantissimo. Questa gente merita altre realtà. Il mio record di gol è 12, al momento sono a 9”