Palladini: “Contro il Chieti giocheremo in un campo simile a quello di Jesi”

Browse By

Le dichiarazioni del tecnico rossoblu a seguito dell’allenamento di rifinitura

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Capire immediatamente la gara e scendere in campo con aggressività e cattiveria agonistica. Questo è ciò che chiede mister Palladini alla vigilia della gara che vedrà i rossoblu impegnati contro il Chieti.

Problema principale dell’incontro sarà il terreno di gioco da tutti considerato ostico: “Sicuramente può limitare le nostre giocate – ha dichiarato il tecnico al termine dell’allenamento di rifinitura – Il campo rispecchia molto quello di Jesi. In base a questo capiremo che tipo di partita disputare”. Quella di domani sarà una giornata importante anche per le altre concorrenti. La grande attesa per Matelica – Fano però non altera gli animi in casa Samb: “Penseremo a noi come facciamo sempre – ha commentato Palladini – Faremo la nostra gara cercando di vincerla con la testa”.

Incerto l’ingresso di Marco Raparo dal primo minuto: “Non ho ancora deciso cosa fare – ha spiegato l’allenatore – Questa settimana si è sempre allenato. Si è inserito velocemente e questo anche grazie al gruppo che lo ha messo nelle condizioni di farlo. E’ un ragazzo intelligente, positivo e sa stare al suo posto. E’ quello che stavamo cercando perché al momento abbiamo bisogno di ragazzi così”.

Ventuno i convocati tra i quali rientrerà Salvatori, reduce da una squalifica. Fra questi anche l’attaccante Salvatore Mallozzi, classe 99, proveniente dal Città di Minturnomarina e tesserato nei giorni scorsi. In relazione a quest’ultimo intento primario del mister sarà quello di valutarlo e metterlo nelle condizioni di crescere.