Fedeli: “Siamo stati dei polli”. Palladini: “I ragazzi ci hanno provato”

Browse By

Le interviste del dopogara

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Finita 1-1 la prima gara del 2016 tra Sambenedettese e Fermana. Di seguito riportiamo le dichiarazioni del dopo partita.

FRANCO FEDELI: “Siamo stati dei polli. Non abbiamo fatto un’ottima prestazione. Doveva essere una giornata favorevole a noi e invece non è andata così. Molto molto grave. Sicuramente il turno di riposo ha fatto male. Giocheremo tra 3 giorni. Speriamo di fare meglio. Ho visto qualcuno decisamente sottotono. Raparo ad esempio ha fatto qualche errore di troppo. Poi è entrato Baldinini al suo posto ma le cose non sono cambiate poi così tanto. Quello che noto in tribuna è che il nostro portiere ha troppa paura. Ho cercato di rincuorarlo tra il primo e il secondo tempo ma niente. E’ troppo apprensivo. Non ho detto però che ha giocato male, sia chiaro. L’avversario ha fatto la partita dell’anima e ci è riuscito. Oggi abbiamo fatto un passo indietro. Per quanto riguarda le vicende extra calcistiche basta. Non voglio più parlare di mercato. E’ ora di finirla”

JACONI: “Ci è andata bene. Noi abbiamo assistito ad una partita dove c’è stato subito un gol e poi un pareggio. Entrambe le squadre hanno poi fatto il possibile per superarsi. Devo ringraziare i miei ragazzi perché da loro mi aspettavo qualcosa di meno. Intanto io auguro alla Samb di togliersi da questa categoria. Al di là del primo tempo ho visto che i rossoblu nella ripresa non fraseggiavano più. Quello che hanno fatto nella prima parte di gara poi non lo hanno ripetuto dopo. Pegorin molto bravo sul tiro di Degano sull’incrocio dei pali”.

PALLADINI: “Abbiamo trovato una squadra fisica. Abbiamo fatto meno di altre volte sicuramente. Oggi siamo andati sotto dopo un minuto e mezzo ma abbiamo subito reagito. Loro si sono resi molto pericolosi sui calci piazzati. Sapevamo che sono il loro punto forte. Titone l’ho tolto perché è stato meno brillante del solito. A livello di possesso di palla abbiamo giocato molto nella loro metà campo. Tranne gli ultimi minuti in cui gli abbiamo regalato qualche occasione. Siamo stati poco incisivi davanti. Abbiamo sfruttato poco quello che nel primo tempo ci ha contraddistinto ovvero che i terzini spingevano di più. Flavioni ad esempio è entrato molto bene in area. Sicuramente la Fermana ha ottimi giocatori. Mi dispiace perché potevamo ripartire con una vittoria. Oggi a livello di occasione abbiamo creato davvero molto meno. Il calcio è questo. I ragazzi ci hanno provato”

PALUMBO: “Non credo sia stata la mia migliore prestazione. Il mio compito sicuramente è quello di mettere in difficoltà gli altri. Io e Mario ci siamo riusciti ma siamo stati poco concreti. Ci è mancata un po’ di cattiveria. Peccato perché abbiamo fatto un buon possesso. Abbiamo avuto qualche occasione ma oggi ci ha detto male. La Samb in campo c’è stata e ha fatto un’ottima figura. Oggi abbiamo ridotto il vantaggio ma restiamo sempre la capolista”

CONTI: “Risultato importante contro i primi della classe. Bella partita. Penso che anche il pubblico si sia divertito. Il portiere della Samb nel secondo tempo ha fatto un paio di interventi importanti. Per quello che si è visto in campo forse meritavamo qualcosa in più. Un punto guadagnato a San Benedetto è comunque una soddisfazione. Il nostro obiettivo? La salvezza. Il girone di ritorno in questi campionati è sempre una cosa a sè. Credo comunque che la Samb sia la più completa. La Fermana è Degano dipendente? Non sono convinto. Prima dell’arrivo di Molinari era il giocatore più importante”

SABATINO: “Ci provo ogni domenica. La Fermana mi piaceva già all’andata. Noi non abbiamo concretizzato. Siamo stati sfortunati. Il mister ce lo aveva detto di non prendere le punizioni. Sono stato ingenuo. Per vincere questa partita è mancato semplicemente il secondo gol. L’avversario ha fatto la sua partita. Noi potevamo essere più cattivi sotto porta”