Samb-Fermana 1-1, il fortino fermano resiste. Rileggi la diretta LIVE

Browse By

I rossoblu affrontano i canarini nel giorno dell’epifania

SAMBENDETTESE Pegorin, Montesi, Flavioni, Barone, Salvatori, Conson, Titone, Sabatino, Palumbo, Raparo A disp. Reali, Tagliaferri, Casavecchia, Forgione, Candellori, Fioretti, Pezzotti, Baldinini, Vallocchia All. Palladini

FERMANA Olczak, Sene, Gregonelli, Omiccioli, Cmotto, Bossa, Iotti, Cossu, Molinari, Degano, Urbinati A disp. Cascione, Carrieri, Cremona, Forò, Misin, Passalacqua, Pero Nullo, Russo All. Iaconi

TERNA Arbitra Gabriele Bertelli di Busto Arsizio, coadiuvato dagli assistenti M. Vitale (Ancona) e M. Fumarola (Ancona)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sopra al Rivera c’è un tetto di uggiosità celeste, che ben si accompagna col giallo acceso dei canarini. Contro la Fermana, rivitalizzata dall’epifania-Molinari, i rossoblu dovranno meritarsi la loro calza piena di punti e dolcezza.

Palladini inserisce Raparo al posto di Baldinini, a centrocampo, confermando in blocco gli altri 10/11esimi.

Ad occhio, il rapporto forze dell’ordine/tifosi ospiti è di 1:1. Nonostante ciò, i tifosi della Fermana sono riusciti a introdurre diverse bombe carta (Ne hanno fatte scoppiare quattro già adesso, a 15 minuti dal fischio d’inizio).

Cinque.

1′ Subito una punizione dai 25 metri per la Fermana. Sulla palla va Degano: destro precisissimo, che passa attraverso la barriera e batte Pegorin sul palo coperto. Come col San Nicolò, alla prima punizione concessa i rossoblu vanno sotto

La Curva Nord – appena subita la rete – inizia a cantare più forte, per dare fiducia alla propria squadra. Tutto il pubblico applaude. Nel frattempo, in curva ospiti, esplode la sesta bomba carta.

La Fermana è schierata col 4-3-1-2, con Iotti alle spalle di Degano e Molinari.

5′ Punizione dalla trequarti per Barone. Il centrocampista rossoblu scambia con due compagni e mette dentro un grandissimo cross: Sabatino – in terzo tempo – infila sul primo palo. I rossoblu rimontano immediatamente!

Già due gol e sei bombe carta: inizio scoppiettante!

8′ Intervento duro di Sene su Titone, punizione per i rossoblu. Sul cross di Barone Comotto riesce solo a spizzare, e la palla arriva a Sabatino – appostato sul secondo palo; il centrocampista rossoblu salta un avversario e mette in mezzo, ma lo stesso Comotto riesce ad allontanare in anticipo.

10′ Altro fallo di Sane su Titone, stavolta arriva il giallo. Barone stavolta cerca la porta, ma la palla si infrange sulla barriera.

11′ Sul rilancio corto dei fermani Sabatino prova a servire Sorrentino, di testa, ma la alla è troppo lunga. Esce Olczak

In fase di possesso rossoblu molto bassi e corti, in modo da non lasciare spazi

13′ Titone taglia dentro e serve Flavioni con un tacco intelligentissimo: sul bel cross del terzino Sabatino va a terra, trattenuto da Comotto; sulla palla vagante arriva Titone, murato da Olczak. I rossoblu chiedono il rigore per il primo contatto, ma l’arbitro lascia proseguire. Dagli spalti la sembrava esserci trattenuta, ma da parte di entrambi.

17′ Cross di Palumbo e uscita alta di Olczak, che allontana coi pugni: sulla lunghissima ribattuta arriva Barone, che prova un delizioso pallonetto di piatto, al volo. Palla di poco larga.

18′ Degano resiste al tentativo di anticipo di Salvatori e prova a servire in verticale Iotti: palla troppo lunga

In possesso la Fermana si muove molto, con Degano che si allarga molto a destre e Urbinati che sale a sinistra, formando un 4-2-3-1 (che è il loro modulo base). La scelta del rombo è – essenzialmente – per la fase di non possesso e la prima costruzione, con Iotti che – tra le linee

22′ Altra punizione di Degano, stavolta sul vertice sinistro dell’area: altro bellissimo colpo, diretto all’incrocio: Pegorin si distende e alza in corner

27′ Iotti danza sul fondo, salta Barone e mette in mezzo: COnson allontana in tuffo

28′ Urbinati prova la verticalizzazione per Molinari: Conson interviene con un ottimo anticipo

29′ Altra punizione per Barone – sempre sulla destra, ma più vicina all’area -; altro ottimo cross per Sabatino: il centrocampista, stavolta, angola troppo la testata. Che occasione

34′ Interessante schema della Fermana su punizione: la squadra occupa tutto il campo in larghezza, costringendo i rossoblu a restare larghi; in questo modo i canarini riescono a isolare Urbinati e il terzino, sul lato lontano. Il centrocampista riesce a ricevere e mettere in mezzo, ma i sambenedettesi allontanano

36′ Contropiede di Titone, che sfugge due avversari e mette dentro per Palumbo – che aveva tagliato troppo presto, però.

38′ Sabatino rimette velocemente per Barone, che cross in mezzo in direzione di Salvatori (rimasto avanti dopo la punizione di Raparo). Il difensore rossoblu viene fermato da Comotto, ma la palla – alzatasi con un campanile – finisce a Sorrentino, che copre benissimo e spara in rete. A gioco fermo, però; l’arbitro fischia fallo in attacco per…un ponte?

41′ Punizione di Molinari, dal vertice destro dell’area: la palla sorvola la porta e va sul fondo

42′ Cross di Palumbo per Sabatino, che – sul tuffo di testa – viene leggermente ostacolato da Comotto. L’arbitro lascia scorrere.

44′ Degano salta un avversario sulla destra e prova il pallonetto di esterno: palla di poco alta sull’incrocio lontano. Questo giocatore ha una capacità balistica impressionante

45′ Titone mette in mezzo: Olczak esce male, e sulla palla si avventa Palumbo – contratto da bossa, che lo atterra in piena area. L’arbitro assegna fallo in attacco

Fine primo tempo. Nonostante l’inizio traumatico – prima azione, prima punizione, primo gol subito – i rossoblu riescono a riprendere i canarini in meno di cinque minuti, e sfiorano a più riprese il gol di raddoppio. Oltre alle occasioni di Sabatino, e al gol (a gioco fermo) di Sorrentino, i rossoblu hanno protestato anche per un paio di azioni concitate in area ospite. Nella ripresa bisognerà capitalizzare.

Inizio secondo tempo. Nessun cambio, ma in compenso è uscito il sole.

49′ Ora Degano sta giocando sulla destra, ma appena la squadra va in possesso si muove sul lato di gioco, formando – con Iotti e Molinari – una specie di triangolo stretto, utile a porter trovare sempre un uomo libero per lo scambio.

53′ Sorrentino appoggia per <titone, che prova a tagliare dentro: Bossa lo ferma

54′ Sabatino viene trattenuto da Urbinati e va avanti comunque, come se non se ne accorgesse. La sua verticalizzazione, per Montesi, viene però intercettata

Striscione della Curva Nord: “BALLARIN ABBANDONATO | RIVIERA MAI ULTIMATO | ECCO IL RISULTATO DI DIECI ANNI DI MANDATO”

56′ Fuori Raparo per Baldinini

59′ Punizione di Barone vicino la bandierina, praticamente un calcio d’angolo avvicinato: il cross è interessante, ma il tentativo di Salvatori viene sporcato dall’intervento di Comotto.

60′ Barone riceve sulla trequarti e prova il tiro a incrociare: palla fuori di un soffio

61′ Fuori Urbinati per Misin

63′ Titone prova la botta su punizione, Olczak respinge: sul prosieguo dell’azione Flavioni conquista il fondo e mette una palla meravigliosa per Titone, che – di sinistro, dal limite dell’area piccola – spara incredibilmente alto. Tutto lo stadio si mette le mani nei capelli

64′ Fuori Gregonelli per Russo. Iotti scala in posizione di terzino, il nuovo entrato va sulla trequarti.

In fase di non possesso il centrocampo ospite trasla molto, con la mezzala del lato forte che va personalmente a marcare l’esterno rossoblu, in modo da permettere al terzino di rimanere stretto; in questo modo, le mezzali rossoblu non hanno lo spazio per inserirsi. L’unico modo per scardinare la difesa potrebbe essere la transizione veloce, o il recupero alto del pallone.

73′ Titone riceve una palla vagante in rea e prova a girarsi, trovando la chiusura dei difensori ospiti. Sul capovolgimento di fronte, i gialloblu guadagnano un corner

76′ Cross di Palumbo per Sabatino, anticipato da Sene; sul prosieguo dell’azione  la palla – ribattuta – arriva a barone, che prova l’esterno collo: palla alta di poco.

76′ Fuori Titone per Pezzotti

79′ Tiro da fuori di Cossu, Pegorin si distende; sull’azione successiva ci prova Molinari, ma Pegorin(ancora una volta) risponde presente.

Settima bomba carta. Effettivamente, era passato un po’ troppo tempo.

85′ Cambio offensivo per i rossoblu: fuori Barone per Fioretti, e squadra che – probabilmente – passerà al 4-4-2

88′ Fioretti riceve spalle alla porta e prova a girarsi per tirare, ma Omiccioli – in scivolata – rende la conclusione inoffensiva

89′ Angolo di Pezzotti per Salvatori, che – di testa – arriva bene, ma non riesce a tenere bassa la sfera.

90’+1 Punizione di Degano da posizione defilata: la conclusione è un tiro-cross insidiosissimo, che Pegorin riesce ad alzare in corner

Fine secondo tempo. Buona partita dei rossoblu, che sono mancati solo nella fase realizzativa. Data la forma degli ospiti (in fiducia dopo la vittoria di Scoppito), gli uomini di Palladini possono guardare la prestazione con positività, consci che – con prestazioni del genere – si vinceranno gran parte delle partite.