Palladini: “Le altre squadre? Vedono una Samb che non molla”

Browse By

Le parole del tecnico rossoblu alla ripresa degli allenamenti 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sbrigarsi a vincere per poter iniziare subito a lavorare sul futuro della Samb.

La dichiarazione del Presidente Franco Fedeli, che non é di certo passata inosservata, mette tutti d’ accordo. Primo fra tutti mister Ottavio Palladini che, alla ripresa degli allenamenti, non si è tirato indietro dal commentare la forte intenzione del patron rossoblu: “Quello che dice il Presidente è giustissimo – ha affermato – Me lo auguro che possiamo vincere sempre ma purtroppo non è semplice perché da adesso in poi ci aspettano vere e proprie battaglie. Noi dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Siamo sicuramente tosti. Mi metto nei panni delle altre squadre e penso sia difficile. Loro vedono una squadra che non molla e sperano sicuramente in un nostro passo falso”.

Tranquillità e pazienza, a detta del tecnico, dovranno essere gli ingredienti necessari ad affrontare i prossimi incontri: “Le gare vanno giocate e per farlo bene occorre anche serenità – ha spiegato Palladini – Mi rendo conto che dover sempre scendere in campo con l’ ansia di dover obbligatoriamente vincere non è semplice. Gli altri lo fanno con meno pressione di noi. Certo, non cambierei mai la nostra posizione con quella di altri ma è ovvio che chi insegue ha meno pressione”.

Tornando alla partita disputata a Castelfidardo non è mancata un’ analisi a freddo: “Non sono d’ accordo con chi sostiene che i nostri primi 20 minuti non siano stati brillanti – ha commentato l’ allenatore della Samb – Noi abbiamo sbagliato nel momento in cui abbiamo iniziato a buttare palla. Non so perché questa cosa sia avvenuta. Probabilmente pensavamo di vincere facile. La rete subìta è nata da un errore avvenuto al centrocampo prima e in difesa dopo ma non voglio dare colpe a qualcuno in particolare. Semplicemente non abbiamo letto bene la situazione. Successivamente siamo stati bravi a fare gol all’ inizio del secondo tempo. I miei complimenti vanno ai ragazzi perché non era facile riaprire la gara. Tenere il ritmo per 90 minuti consecutivi non è affatto facile”.

Tre punti guadagnati acquistano un valore, a questo punto, che va oltre al semplice risultato conseguito: “Abbiamo dato un segnale importante – ha risposto il tecnico – La domenica abbiamo tutto da perdere e nulla da guadagnare. Non dobbiamo concedere quello che abbiamo concesso ma una cosa è certa, a questi ragazzi non si può non fare un applauso per quello che stanno facendo”.

Una gara ricca di soddisfazioni che però costa uno stop, non ancora quantificato, a Filippo Baldinini: “Sì opererà domani al naso e salterà la gara contro la Vis Pesaro – ha dichiarato Palladini – È un vero peccato che non ci sia perché è un giocatore che ti da quantità e inserimenti. Non è un elemento appariscente come Titone o Palumbo ma lo trovi sempre al punto giusto al momento giusto. Faremo sicuramente di necessità virtù”