Giulianova-Samb 0-1, Titone apre e Pegorin salva. Rileggi la diretta LIVE

Browse By

I rossoblu arrivano al Fadini per ritrovare la vittoria

GIULIANOVA – La blindatissima trasferta dei rossoblu si consuma sotto un sole già primaverile, accompagnato da un tifo – quello rossoblu – ancora più caldo. Rispetto alla gara con l’Isernia la squadra di Palladini cambia diversi interpreti: Sorrentino (non ancora al meglio) lascia il posto a Fioretti, creando uno smottamento nel resto della formazione. Candellori (classe ’96) prende il posto di Pezzotti, dando la possibilità di inserire Carminucci sull’out di destra. A sinistra subentra Flavioni, con Raparo preferito a Barone – davanti alla difesa.

QUI l’analisi prepartita.

GIULIANOVA Proietti, Marini, Sborgia, Straccia, Ferrante, Sbaraglia, Pellecchia, De Cerchio, Emili, Giampaolo, Marzucco A disp. Ursini, Perucca, Silvestri, Mancini, D’Antonio, Mastrilli, Alessandroni, Rufo, Di Stefano All. Pisano

SAMBENEDETTESE Pegorin, Carminucci, Flavioni, Raparo, Salvatori, Conson, Titone, Sabatino, Fioretti, Candellori, Baldinini A disp. Mazzoleni, Tagliaferri, Pettinelli, Barone, Forgione, Pezzotti, Gavoci, Sorrentino, Montesi All. Palladini

TERNA Arbitra Tursi di Valdarano, coadiuvato dagli assistenti Barsocchini (Lucca) e La Rosa (Firenze)

2′ Il lancio di Raparo, deviato, si alza con una traiettoria strana, inducendo Sborgia all’errore. Il terzino giulieve manca completamente l’intervento, permettendo a Titone di ricevere sul vertice sinistro dell’area di rigore. L’esterno lascia rimbalzare e colpisce al volo, mandando la palla sotto all’incrocio. GRAN GOL E VANTAGGIO SAMB

5′ Punizione di Giampaolo, dal lato corte dell’area. L’attaccante cerca direttamente la porta: Pegorin non si fida della presa, e alza in corner coi pugni.

In questa prima fase della partita Sabatino – in fase di non possesso – si alza molto sui due mediani giuliesi,

9′ Titone lotta su una palla vagante in mezzo al campo, resiste alla carica di Straccia e guadagna punizione dal  limite. Sulla palla va proprio il numero 7, che supera la barriera – ma colpisce troppo debolmente.

11′ Punizione dalla trequarti di Giampaolo: l’attaccante cerca il cross in mezzo, ma Conson allontana. Sulla ribattuta ci provano De Cerchio e Pellecchia, ma vengono entrambi respinti.

12′ Fallo di Straccia su Titone: primo giallo di giornata.

Il Giulianova sta giocando col 4-2-3-1, con Pellecchia, Emili e Marzucco alle spalle di Giampaolo. In fase di possesso i giuliesi cercano sempre di lavorare sulle catene laterali, con Giampaolo ed Emili che si allargano spesso – alla ricerca della superiorità numerica sulla fascia.

Quando Giampaolo si allarga è sempre seguito dal centrale di difesa, permettendo al terzino di rimanere alto sull’esterno. In questo modo i rossoblu annullano la superiorità numerica, pur rischiando qualcosina.

17′ Giampaolo si allarga sulla sinistra e va a contrasto con Salvatori, guadagnando un fallo nei pressi della bandierina. Il piazzato verso il secondo palo è pericoloso, ma Ferrante viene anticipato dall’uscita di Pegorin.

20′ Pellecchia evita Raparo con una finta di corpo e prova il tiro: alto.

Partita molto spezzettata, con le due squadre – aggressive – che non si lasciano spazi, e non riescono a trovarne. La partita si sta giocando sui tanti duelli individuali in mezzo al campo, dove i rossoblu – al momento – si stanno rivelando molto attenti, costringendo i giuliesi al largo dell’area di rigore.

26′ Fioretti recupera palla a contrasto con Sborgia e fa arrivare palla a Titone, che prova la percussione a cavallo della linea di fondo; uscita di Proietti.

27′ Percussione a metà campo di Sabatino, che arriva al limite e serve Titone sulla destra: l’esterno rientra sul sinistro e prova la conclusione, trovando la respinta. Sul prosieguo dell’azione – dopo un intervento duro su Carminucci – Raparo atterra Emili, guadagnandosi il giallo.

32′ Cross di De Cerchio per Emili, che prova la girata di prima intenzione: palla alta sulla traversa.

35’Straccia scende sulla sinistra e appoggia per Marzucco, che tenta il cross in mezzo: respinto. Sulla palla arriva De Cerchio, che spara altissimo.

39′ Salvatori lancia per Titone, larghissimo a destra, l’esterno controlla e prova il cross in mezzo, allontanato da Ferrante. Sulla ribattuta arriva Sabatino, che prova il destro al volo: Proietti – con grande reattività – devia in corner.

Sull’angolo Conson riesce a colpire, ma trova una deviazione.

42′ Cross di Marini, dalla destra: la traiettoria ad uscire sorprende Pegorin, che lascia scorrere. Carminucci e Salvatori fanno buona guardia.

45’+1 Titone riceve la verticale di Carminucci e restituisce di tacco, aprendo una prateria per il compagno. Il terzino rossoblu arriva al limite e allarga per Baldinini, che appoggia al centro per Titone; l’esterno penetra al centro e alza sul secondo palo, per Candellori. L’esterno salta troppo in anticipo, e non riesce a tenere la palla bassa.

Fine primo tempo. Partita molto spezzettata, con le due squadre che giocano su spazi molto stretti e delicati scontri individuali, soprattutto sulle fasce. La squadra di Palladini ha avuto il merito di capitalizzare la prima (e unica) occasione concessa dai padroni di casa, gestendo bene la carica di Giampaolo e compagni. 

Inizio secondo tempo. Nessun cambio nelle due squadre.

50′ Punizione dal lato corto dell’area di rigore da parte di Sabatino: il centrocampista trova Titone, che riesce solo a sfiorare.

52′ Altra punizione, stavolta per Titone: il numero 7 cerca direttamente la porta, ma la conclusione finisce a lato.

Ora Titone è passato a sinistra, con Candellori sull’altra fascia.

In questa fase della partita i rossoblu sono molto più bassi, cercando – essenzialmente – di giocarsela in contropiede. I padroni di casa stanno spingendo forte, e si stanno rivelando molto reattivi nelle transizioni difensive.

Titone è tornato a destra. In questo secondo tempo i rossoblu stanno faticando a ripartire con continuità, lasciando molta iniziativa ai padroni di casa.

60′ Fuori Fioretti per Sorrentino. Scelta orientata dalla maggiore fisicità dell’attaccante romano, che potrà dare u maggior contributo nel fare alzare la squadra apparsa troppo passiva.

62′ Rinvio sbagliato di Proietti: sulla palla si avventa Sabatino, che riesce a fare arrivare palla a Titone. L’esterno riesce ad evitare l’uscita del portiere, ma – pressato da due difensori – affretta il tiro, sparando alto.

67′ Pellecchia salta Flavioni e mette in mezzo: spazza Conson.

69′ Giampaolo prova la conclusione in girata. devia Savatori. Sull’angolo successivo, tentativo di Pellecchia, respinto anche stavolta.

72′ Cross di Pellecchia per Ferrante, che stacca e colpisce benissimo, trovando – però – la testa di Conson. La palla si alza docilmente, e viene abbrancata da Pegorin.

74′ Sorrentino si abbassa e – in girata – cambia il gioco per Titone. L’esterni riceve e taglia il campo palla al piede, venendo murato. Ad azione conclusa il giocatore si becca – per l’ennesima volta – con i giuliesi in tribuna.

77′ Cambio nel Giulianova: dentro Mastrilli per Marzucco.

78′ Punizione pericolosa del Giulianova, allontanata dalla difesa. L’arbitro concede la rimessa dal fondo, e – sulle proteste successive – ammonisce il capitano, Ferrante

78′ Fuori Baldinini per Pezzotti. Candellori arretra sulla mezzala destra, col nuovo entrato ala sinistra.

80′ Intervento col piede molto alto di Raparo in anticipo su Giampaolo. Sul rilancio successivo, Titone viene trattenuto con un abbraccio. In entrambi i casi l’arbitro lascia correre.

82′ Sorrentino appoggia per Pezzotti, che serve un ottimo filtrante in verticale. Ferrante bravissimo in copertura.

84′ Marini alza la gamba su Titone e lo trattiene, meritandosi un giallo sacrosanto (e comunque contestato).

85′ Cross di Carminucci sul secondo palo; Pezzotti prova a rimettere in mezzo, ma colpisce male.

87′ Pezzotti riceve palla sulla trequarti e prova il tiro: la palla, molto debole, viene deviata in corner.

88′ Titone prova il cross in mezzo, respinto; sulla ribattuta arriva Sabatino, che prova la conclusione più per allontanare palla che per minacciare la porta di Proietti. La palla finisce sul fallo laterale.

88′ Fuori Sborgia per Di Stefano.

89′ Fuori Titone per Forgione. L’esterno rossoblu viene salutato dalle parole – non eccessivamente cordiali – della tribuna giuliese. L’argentino gioca largo a sinistra, con Pezzotti a destra.

Tre minuti di recupero.

90’+1 Forgione riceve palla al piede e – in mezzo a due – guadagna una punizione preziosa.

90’+2 Lancio del Giulianova mal gestito dal centrocampo rossoblu, che lascia passare palla; Di Stefano appoggia per Giampaolo, che restituisce al compagno. L’attaccante arriva a tu per tu con Pegorin, che salva con un intervento miracoloso.

Fine secondo tempo. Vittoria difficile e preziosa per i rossoblu, che – a tempo quasi scaduto – sono stati salvati dal super intervento di Pegorin, fino a quel momento inoperoso. Tre punti affatto scontati e – per le circostanze della gara – meritati.