Folgore Veregra-Samb 1-1, Padovani e il Fano rimandano la festa. Rileggi la diretta LIVE

Browse By

I rossoblu affrontano i veregrensi nel primo match point della stagione

MONTEGRANARO – Date le assenze di Titone (infortunio) e Sabatino (squalifica), Palladini mischia le carte, inserendo l’ex Raparo e Pezzotti. Per il resto, confermato il 4-3-3 delle scorse settimane.

FOLGORE VEREGRA Marani, Radchenko, Cardinali, Traini, Arcolai, Fuschi, Gentile, Rinaldi, Pedalino, Nazziconi, Padovani A disp. Osso, Giallonardo, Sako,  Mandorlini, Gasparotto, Piscitelli, Tomassini, Ciko, Sbarbati All. Grillo

SAMBENEDETTESE Pegorin, Pettinelli, Flavioni, Barone, Salvatori, Conson, Pezzotti, Raparo, Sorrentino, Palumbo, Baldinini A disp. Mazzoleni, Carminucci, Montesi, Forgione, Candellori,  Gavoci, Fioretti, Vallocchia All. Palladini

Prima della gara, osservato un minuto di silenzio in memoria di Cesare Maldini, autentica leggenda del calcio italiano e mondiale, scomparso in nottata.

Padroni di casa in campo col 4-2-3-1, con Padovani, Nazziconi e Gentile alle spalle di Pedalino, I rossoblu giocano col canonico 4-3-3, con Palumbo che parte dalla destra.

Folgore subito aggressiva, in questi primi minuti. I tre sulla trequarti stanno facendo molta densità sulla zona del pallone, con l’ala sulla mezzala rossoblu, e il trequartista su Barone.

7′ Cross di Pettinelli per Sorrentino, che stacca: bel colpo, ma debole; Marani blocca.

10′ Azione insistita dei rossoblu: cross di Baldinini, respinto; sulla palla arriva Raparo, che scambia col centrocampista e prova la conclusione: palla a lato.

11′ Baldinini si allarga sulla destra e scambia con Palumbo, liberandolo al cross: Fuschi allontana.

12′ Punizione di Nazziconi per Fuschi, anticipato

13′ Padovani riceve un cross in piena area e, in palleggio, riesce a toccare per Pedalino: l’attaccante prova la conclusione, ma viene murato da Conson. Sugli sviluppi dell’azione Gentile prova la conclusione, ma Salvatori respinge.

15′ Barone lancia per Pezzotti, anticipato da Arcolai. Sul capovolgimento dell’azione Radchenko cerca Pedalino sul secondo palo, ma Pegorin abbranca in presa alta.

23′ Angolo di Pezzotti per Raparo, che – di testa – anticipa tutti, ma manda alto di un soffio.

24′ Padovani scende sulla destra e mette in mezzo un cross insidioso, che – complice una deviazione – divent quasi un tiro: Pegorin devia in corner.

La Folgore sta cercando molto il gioco sulle fasce, con i due mediani e i terzini spesso larghi, a dare superiorità all’esterno offensivo. La Samb sta coprendo bene, grazie all’ottima attenzione di Salvatori e Conson negli scivolamenti laterali.

30′ Cross di Palumbo per Raparo, anticipato da Traini.

32′ Punizione di Barone dalla propria trequarti: Fuschi sbaglia l’intervento, facendo rimbalzare la palla in piena area; sul rimbalzo Marani è più lesto di Sorrentino (marcato da Arcolai)

33′ Ammonito Traini per un fallo sulla trequarti.

34′ Doppia occasione per la Folgore. Padovani si libera sulla sinistra e serve una gran palla per Gentile: Conson respinge il tap-in a botta sicura edeviando in corner. Sull’angolo arriva un’altra occasione clamorosa, stavolta per Fuschi: il difensore trova un gran destro verso il secondo palo, ma Barone salva sulla linea.

37′ Angolo di Pezzotti per Conson, che fa da torre in mezzo: Sorrentino è in anticipo su tutti, ma viene spinto da Fuschi. Rigore per la Samb. Sulla palla va Barone, che spiazza Marani e porta i rossoblu in vantaggio.

42′ Cross di Palumbo per Pezzotti, che – pur riuscendo ad anticipare Radchenko – colpisce debolmente. Palla sul fondo.

Fine primo tempo. Massimo risultato col minimo sforzo per i rossoblu: per buona parte dell’incontro la squadra di Palladini si limita a tamponare le iniziative dei padroni di casa, mostrandosi pericolosa soprattutto sui calci piazzati. Proprio su un calcio piazzato arriva il rigore del vantaggio, utile a scacciare la paura dopo le occasioni di Gentile e Fuschi. 

Inizio secondo tempo. Nessun cambio per le due squadre.

Sui lanci lunghi dalla difesa Padovani taglia dentro, arretrando, con Pedalino che cerca la profondità sulla fascia (nello spazio lasciato vuoto dal terzino). La situazione è cercata molto spesso, ma con poca precisione.

I tifosi sono scatenati, al punto da distogliere l’attenzione dalla partita. In campo la Folgore sta cercando di riaprire la gara, ma senza la giusta qualità.

66′ Sorrentino controlla un lancio difficile e serve una gran palla per l’inserimento di Pezzotti, sulla destra. L’esterno si trova la palla sul destro, ma prova comunque a concludere: il tiro – deviato da Fuschi – finisce fuori di un soffio.

69′ Ammonito Arcolai per un fallo da dietro su Sorrentino.

71′ Raparo a terra per un problema muscolare, e Palumbo – 50 metri più avanti – afflitto dai crampi. Per ora restano entrambi in campo.

75′ Sorrentino riceve sul vertice destro dell’area, sguscia tra Traini e Arcolai ma viene fermato da Radchenko (atterrato)

77′ Fuori Palumbo per Candellori. Rimane il 4-3-3, col nuovo entrato ala destra.

81′ Angolo per Traini, che colpisce al volo, a contrasto con un avversario; la palla finisce sui piedi di Padovani, che si trova a tu per tu con Pegorin e – di destro – non sbaglia. PAREGGIO FOLGORE!

83′ Cross di Raparo per Salvatori, che sfiora la traversa a portiere ormai battuto. A gioco fermo, però.

84′ Dentro Forgione per Barone. Samb che passa al 4-4-2, con Baldinini-Raparo coppia centrale, Candellori-Pezotti sulle fasce e Forgione alle spalle di Sorrentino.

86′ Fuori Flavioni per Fioretti. Ora Forgione passa sull’ala sinistra, con Pezzotti arretrato sulla linea dei difensori.

89′ Fuori Padovani per Gasparotto.

90′ Forgione riceve a metà campo, scambia con Pezzotti e si lancia in profondità, ricevendo un gran pallone di ritorno; arrivato sul fondo l’argentino trova Fioretti con un cross basso: l’attaccante riesce a girarsi, ma la conclusione è troppo masticata. Blocca Marani

90’+2 Fuori Nazziconi per Tomassini

Fine secondo tempo. Festa rimandata per i rossoblu, che dopo il vantaggio del primo tempo fanno l’errore di accontentarsi dell’esiguo vantaggio. La rete di Padovani – più frutto di un’episodio, che un errore specifico – costringe i rossoblu ad attendere un’altra settimana (almeno) per festeggiare. Visto quanto mostrato, pareggio giusto.