Buon compleanno Samb! Hai 93 anni e tutti invidiano la tua bellezza

Browse By

Oggi, lunedì 4 aprile, la Sambenedettese compie 93 anni.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non ripercorreremo come è solito fare le tappe salienti del suo emozionante, e al contempo sofferto, percorso ma ci soffermeremo sul valore che questa tappa, dopo il susseguirsi di numerosi calendari, rappresenta.

Difficile festeggiare quando le macerie si impongono sui nostri spazi emotivi. Difficile festeggiare quando, ad un passo dal sogno, si è costretti ad aprire gli occhi ed essere spettatori di avvilenti, umilianti e mortificanti scenari. Giusto farlo, invece, nel momento in cui il vento sembra spazzar via i detriti.
Oggi, a cinque giornate dal termine di questo campionato, il club rossoblù vanta 69 splendidi punti. Tredici in più, per l’esattezza, dalla seconda in classifica. Numeri che si sommano al privilegio di poter sostenere a testa alta che, dall’arrivo di mister Ottavio Palladini, la parola “sconfitta” non è mai stata pronunciata.

La Lega Pro, strappata miseramente dalle mani di un’intera città nel corso di quelle indimenticabili ore del 19 luglio 2013, è finalmente vicina. Questa, al di là delle prestazioni, del numero delle reti siglate, di una decisione arbitrale, o del quantitativo di gel distribuito sulla chioma di un giocatore, è l’unica cosa che al momento conta.

Festeggiare i 93 anni della Sambenedettese significa spegnere le candele sui brutti ricordi ed accenderne altre per recuperare uno scettro che le spetta di diritto. Vuol dire, inoltre, accogliere calorosamente chi è tornato a dipingere gli spalti, ringraziare coloro che nonostante le avversità non l’hanno mai abbandonata, applaudire chi la racconta ai più piccoli come fosse la fiaba più bella e assolvere chi, un po’ per incoscienza e un po’ per ignoranza, non ha saputo guidarla come avrebbe meritato.

Oggi non è il compleanno di una squadra di calcio. E’ il compleanno di chi non vede l’ora che arrivi domenica per raggiungere il Riviera delle Palme, è il compleanno di chi associa i colori rossoblù ad una canzone di Lucio Battisti, è il compleanno di chi ha avuto il privilegio di vivere il Ballarin a fianco a suo padre, è il compleanno di chi ha lavorato e continua a lavorare onestamente per questo club, di chi sogna di indossare l’ambita maglia, di coloro che si sono dati un bacio durante una gara e di quelli che, pensando al glorioso passato, non si precludono la possibilità di credere in un altrettanto glorioso futuro.

Oggi è il compleanno di tutti noi. Noi che siamo da sempre la vera Sambenedettese.
Auguri di cuore rossoblù dall’ Associazione Noi Samb!

Lascia un commento