O. Agnonese-Samb 3-5, partita piena di gol ed errori. Rileggi la diretta

Browse By

I rossoblu arrivano in Molise con l’intento di mantenere l’imbattibilità esterna

AGNONE – L’uggiosità del cielo molisano fa da perfetto contraltare alla verde artificiosità del campo sintetico, creando un effetto straniante, specie se confrontato al sole delle scorse ore. I (pochi) tifosi già presenti stanno mordendo un freddo inusuale in questo periodo dell’anno; come se la quasi estate dei giorni scorsi fosse stata annullata dalle poche centinaia di chilometri percorsi.

Un simile annullamento lo dovranno vivere i rossoblu in campo; a livello di classifica la partita conta poco, ma – per squadra, giocatori, statistiche – può significare ancora qualcosa.

AGNONESE Leuci, Pifano, Cianci, Chiochia, Castaldo, Manzo, Castagna, Pejic, Marolda, Guadalupi, Santoro A disp. Sabbato, Litterio, Di Lollo, Di Ronza, Martignetti, Guida, Faggiano, Conte, Gragnoli All. Di Meo

SAMBENEDETTESE Mazzoleni, Tagliaferri, Carminucci, Barone, Salvatori, Casavecchia, Titone, Sabatino, Gavoci, Candellori, Pezzotti A disp. Cosimi, Montesi, Palumbo, Raparo, Vallocchia, Doua Bi, Forgione, Fioretti, Baldinini All. Palladini

TERNA Arbitra Jacopo Tolve di Salerno, coadiuvato dagli assistenti E. Capolupo (Matera) e C. Antonio Dan (Venosa)

Palladini conferma il 4-4-2, cambiando – però – diversi interpreti. La squalifica di Conson riporta Salvatori al centro della difesa, mentre – a sinistra – il gioco degli under libera Carminucci (inserito sull’out di sinistra). A centrocampo torna Barone (preferito a Raparo), con Titone (tornato dalla squalifica) che affiancherà Gavoci, in attacco.

Prima della partita lo speaker ha ricordato la scomparsa di Romina, moglie di Maurizio Palladini e cognata dell’allenatore rossoblu. A seguire è arrivato il saluto degli agnonesi alla tifoseria rossoblu, e i complimenti per il raggiungimento della Lega Pro.

Agnonesi in campo col 4-1-4-1, con Manzo davanti alla difesa e dietro alla mediana composta da Castagna, Pejic, Guadalupi e Santoro. Davanti Marolda.

1′ Pejic prova il tiro da fuori, altissimo.

5′ Palla in verticale per Marolda, che – solo davanti alla porta – viene fermato dall’intervento di Mazzoleni, in uscita bassa. Sugli sviluppi dell’azione Pifano prova a rimettere in mezzo, trovando ancora l’uscita del portiere rossoblu (stavolta, meno riuscita). Corner.x

10′ Palla lungolinea di Pezzotti per Titone, che non si accorge in tempo dell’errore in anticipo di Pifano, facendosi murare da Castaldo.

11′ Marolda raccoglie una palla vagante al limite, la mette sul sinistro e prova a incrociare: sfera non lontana dal palo.

13′ Pezzotti riceve la sponda di Titone e prova il cross sul secondo palo; la palla, deviata, diventa buona per l’inserimento di Cadellori, che anticipa troppo il colpo.

16′ Tentativo da fuori di Pejic, a lato.

17′ Appoggio sbagliato di Manzo, che mette in movimento Sabatino. Il centrocampista prova a mettere sul secondo palo, ma la sfera finisce sul fondo.

Quando la palla arriva al mediano Manzo le due mezzali si alzano – a turno – alle spalle del centrocampo rossoblu, in verticale. Questo movimento sta liberando spesso i due, che non sono ancora riusciti a girarsi e tirare.

22′ Angolo di Pezzotti verso Gavoci, anticipato – sul primo palo – da Marolda, che mette alle spalle del proprio portiere. SAMB IN VANTAGGIO.

23′ Candellori passa a sinistra, con Pezzotti a destra.

25′ Tiro di Titone, respinto, e conclusione di Pezzotti, che spara un sinistro secco e imprendibile addosso alla porta di Leuci. La palla si infila sul secondo palo, senza che il portiere riesca ad accennare l’intervento. RADDOPPIO SAMB!

27′ Già un cambio per l’Agnonese: dentro Conte per Pejic. Ora granata in campo col 4-4-2, con Santoro avanzato al fianco di Marolda, e il nuovo entrato sulla destra e Castagna a sinistra.

28′ Sponda di Marolda per il taglio di Santoro, che manda fuori di poco.

32′ Giallo per Carminucci, che ha trattenuto Conte sulla trequarti. Sulla palla va Manzo, ma il suo traversone viene bloccato da Mazzoleni.

35′ Cross di Cianci per Santoro, che non arriva di un soffio.

37′ Respinta corta dei rossoblu e palla a Pifano, che appoggia in mezzo per Guadalupi. Il centrocampista finta il tiro e serve un filtrante per Conte, che – con uno stop a seguire – conquista il fondo e mette dentro per Santoro. L’attaccante, solissimo, non può sbagliare. ACCORCIA L’OLYMPIA.

39′ Brivido per i rossoblu: lancio lungo per Santoro e uscita molto avventurosa di Mazzoleni, anticipato dallo stop del molisano. Salvatori salva frapponendosi al momento del tiro. L’arbitro ferma tutto per un fuorigioco.

40′ Cross dalla destra di Pifano, che trova la deviazione di Casavecchia; il difensore di casa lamenta una deviazione col braccio, ma l’arbitro fa proseguire.

40′ Sul capovolgimento dell’azione i molisani recuperano ancora palla, a sinistra. Santoro prova il tiro, ma viene anticipato; il pallone finisce sulla fascia opposta, a Pifano: il cross – deviato da Carminucci – finisce sui piedi di Conte. Il centrocampista prova la conclusione di prima intenzione, trovando la deviazione di Casavecchia e (in seguito) la porta. PAREGGIO DELL’AGNONESE!

42′ Pezzotti torna a sinistra, invertendosi con Candellori.

Fine primo tempo. I rossoblu partono molto bene, con due gol nei primi 25′, ma nel corso della gara diventano troppo passivi, permettendo ai molisani di mettere sempre più pressione. I due gol – entrambi arrivati su una lettura pigra dei sambenedettesi – mettono in discussione tutto il secondo tempo, che si alternerà tra la voglia di riscatto degli ospiti e il bisogno di punti dei granata.

Inizio secondo tempo. Nessun cambio.

48′ Sponda di Marolda per Santoro, che prova il tiro: la sfera, deviata, si alza in un campanile, atterrando tra le braccia di Mazzoleni.

49′ Carminucci sale altissimo per ricevere il lancio di Barone, ma finisce in fuorigioco. Sulla ripartenza veloce dei molisani Conte ha tantissimo spazio sulla sinistra, e – in anticipo sull’uscita di Casavecchia – mette dentro per Marolda. L’attaccante riesce solo a sfiorare, con Santoro e Castagna (alle sue spalle) troppo in ritardo per il tap-in.

52′ Barone riceva palla sulla trequarti, liberissimo sulla mancata pressione dell’Agnonese (rimasta schiacciata sulla propria area). Il centrocampista lancia un gran lancio in area: la palla atterra tra difesa e portiere, finendo sul sinistro di Pezzotti: il centrocampista serve immediatamente Gavoci, che appoggia agevolmente in rete. TRE A DUE SAMB!

53′ Fuori Gavoci per Fioretti. Nell’Agnonese esce Castagna per Guida. Ora 4-2-3-1, con Santoro Guida e Conte alle spalle di Marolda.

55′ Candellori riceve a destra e appoggia per Titone, che prova il destro di prima intenzione. Il pallone – diretto in porta – viene deviato dalla testa di Castagna.

58′ Titone tiene in campo un pallone difficile e appoggia per Tagliaferri, che crossa in mezzo. Sul pallone (arretrato) Fioretti sembra arrivare, ma va a terra sulla marcatura di Chiochia. L’arbitro lascia scorrere.

60′ Gran palla di Guadalupi per Marolda, che – spalle alla porta – prova un tocco intelligente di nuca, per sorprendere Mazzoleni. Troppo debole, però.

63′ Fuori Tagliaferri per Doua Bi. Ora Pezzotti arretra sulla linea dei difensori, a sinistra, con Carminucci a destra. Il nuovo entrato si posiziona sull’ala sinistra.

64′ Lancio di Cianci per Marolda. La sfera (allungata dallo sbagliato anticipo di Salvatori) finisce sui piedi di Marolda, fermato dalla scivolata di Mazzoleni. L’intervento (al limite dell’area) è sul pallone, ma – nell’uscita – viene travolto anche l’attaccante. L’arbitro assegna il rigore e ammonisce il portiere rossoblu.

65′ Sul dischetto va il capitano Manzo, che – al momento del tiro – scivola a terra, mandando la palla molto lontana dalla porta. Clamoroso.

69′ Palla in verticale per Fioretti, che riesce a tenere la sfera in campo mettendo dentro per Doua Bi. Il giovane del vivaio rossoblu – quasi fuori dallo specchio – riesce a girarsi e anticipare tutti, infilando sul primo palo. GRAN GOL E 4 A 2 SAMB! 

73′ Tentativo da fuori di Guida: la palla sorvola l’incrocio dei pali e va sul fondo.

75′ Fuori Chiochia per Gragnoli. Il nuovo entrato si posiziona sulla trequarti, con Guida che scala a sinistra e Santoro a destra. In difesa arretra Conte, con Pifano centrale.

76′ Santoro serve in area il taglio di Gragnoli, che – a contrasto con Salvatori – va a terra. L’arbitro non ha dubbi, e assegna punizione alla difesa per simulazione. Giallo per il molisano.

77′ Gragnoli anticipa l’intervento di Casavecchia e libera il tiro: la palla – deviata – sfiora la traversa. Sull’angolo di Manzo Santoro ha un’opportunità, di testa, ma colpisce male.

78′ Doppio scambio tra Titone e Pezzotti, che mette dentro per Doua Bi (anticipato da Leuci).

Sul capovolgimento dell’azione Fioretti serve un grande traversone per Doua Bi, che schiaccia benissimo: salvataggio di Leuci, aiutato sul rimpallo, dall’ottima copertura di Pifano (che toglie a Titone la palla del quinto gol).

80′ Fuori Barone per Forgione. Squadra in campo col 4-3-3, con l’argentino mezzala sinistra e Candellori mezzala destra. Davanti Titone prima punta, Fioretti a destra e Doua Bi a sinistra.

81′ Candellori si libera sulla destra e mette in mezzo per Titone, che – con un bel controllo di esterno – salta Leuci e spara in rete. 5 A 2 SAMB!

84′ Doppio dribbling di Gragnoli, in area, e tentativo col destro: la palla – deviata da Casavecchia – termina sul fondo.

86′ Guida riceve sulla sinistra, rientra e prova la conclusione: Mazzoleni devia in corner.

90′ Contropiede di Titone, fermato da Manzo. Sul prosieguo dell’azione Pezzotti recupera dai trenta metri e prova il sinistro: la palla sibila sopra la traversa e va sul fondo. Cinque di recupero.

90’+1 Guadalupi prova il tiro da fuori: palla di poco a lato.

90’+4 Guida riceve un lancio lungo e spizza per Gragnoli, che controlla e appoggia per Guadalupi. Il centrocampista serve l’ennesima palla intelligentissima, stavolta per l’inserimento di Conte. La palla (dopo l’intervento di Salvatori) arriva a Gragnoli, che evita due avversari con un numero di suola e la infila sul secondo palo. Gran gol e 3 a 5

Fine secondo tempo. Partita molto allegra dei rossoblu, che segnano e fanno segnare con grande facilità. Con 78 punti i rossoblu eguagliano il risultato della Maceratese (lo scorso anno) con due giornate d’anticipo