Stadio e messa a norma: trovato l’accordo con il Comune sui lavori da svolgere

Browse By

Stadio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ricevuto il parere favorevole da parte della Commissione di Vigilanza Provinciale di Pubblico Spettacolo il passo successivo sarà quello di ottemperare alle prescizioni nel minor tempo possibile. Tutto questo per ottenere, finalmente, l’agibilità totale del Riviera delle Palme.

Entro il 25 luglio sarà necessario: aggiungere quattro telecamere per completare l’impianto di videosorveglianza, potenziare l’impianto di illuminazione esterno, sistemare la segnaletica, innalzare di un metro l’uscita di sicurezza degli spogliatoi del lato sud della tribuna ovest, provvedere all’adeguamento dei servizi igenici di tutti i settori tranne quelli della Curva Sud e realizzare un bagno per disabili all’interno dello spogliatoio destinato agli arbitri. Se questi lavori non dovessero essere effettuati l’impianto di Viale dello Sport non potrà essere a norma.

Intento della Sambenedettese è quello di mettersi all’opera il prima possibile e proprio per questo nella mattinata di martedì 17 maggio l’ avvocato Andrea Gianni e il segretario amministrativo Giancarlo Palma hanno trovato un accordo con il Comune su quanto e come deve essere svolto.

Cosa accadrà dunque nelle prossime settimane? Il quadro è piuttosto semplice. La società rossoblu effettuerà dei preventivi con allegati i tempi di realizzazione per ogni tipo di lavoro che dovrà essere sostenuto. Tali preventivi verranno poi consegnati all’Ente che dovrà ritenerli congrui e quindi approvarli. In caso di parere positivo la Sambenedettese commissionerà i lavori alle ditte. Il Comune liquiderà di conseguenza la Samb la quale a sua volta salderà i propri fornitori.

“Non sappiamo ancora a quanto possa corrispondere la cifra da sostenere – ha dichiarato l’avvocato Andrea Gianni – Non crediamo sia esorbitante poiché i lavori da effettuare sono nelle corde del possibile. Abbiamo delle riserve circa la realizzazione del bagno per disabili all’interno dello spogliatoio degli arbitri. Su questo punto stiamo cercando di capire se la normativa sia interpretabile o meno. Ad ogni modo se tali lavori saranno obbligatori li faremo senza problemi”.

Completate le prescrizioni la Commissione di Vigilanza tornerà al Riviera delle Palme per certificare quanto eseguito: “Abbiamo chiesto un sopralluogo anticipato rispetto alla data stabilita – ha proseguito Gianni – Questo perché vogliamo iniziare la stagione con lo stadio perfettamente a norma e con la sua capienza originale. Vogliamo tutto il pubblico possibile a sostegno da subito”.