Sannino: “Il pari ci sta, la Samb ha fatto bene”, Palladini: “Non montiamoci la testa”

Browse By

Palladini, Sannino, N’Tow e Berardocco: le interviste post gara

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le (affrettate) critiche post-Venezia, i rossoblu inaugurano il Riviera con un pari contro la Salernitana di Sannino. Dopo il vantaggio di Donnarumma i granata hanno subito il ritorno dei padroni di casa, bravi a prendere il controllo della gara e capitalizzare. L’allenatore della Samb, tuttavia, non cade nel tranello della banalizzazione. Ecco le interviste del dopo-gara.

PALLADINI: “Il risultato di oggi è positivo, ma c’è ancora molto da lavorare. Non bisogna farsi prendere dall’entusiasmo, comunque, perché questo – nel bene e nel male – resta calcio d’agosto. Il vero applauso va al pubblico, che oggi ci ha fatto sentire come in una gara di campionato. Quest’anno sono certo che ci daranno grande forza.

Oggi abbiamo dato forza alla prestazione col Venezia. Ho sentito molti dire che loro meritavano di vincere… Vero, hanno avuto un paio di occasioni, ma se noi abbiamo battuto dieci calci d’angolo – forse – significa che non si è giocato a una porta sola.

Questo precampionato è stato visto peggio di com’è in realtà: abbiamo vinto bene col Cascia e pareggiato contro Venezia, che è una corazzata, e Salernitana, che gioca in B. Risultati del genere mi fanno stare sereno, e ci danno entusiasmo.

Il 3-5-2? Stiamo lavorando su questo modulo da una settimana, mi piacciono i progressi fatti finora. Credo sia una buona soluzione da affiancare al 4-3-3, anche in base alle caratteristiche dei giocatori in rosa. Bisogna anche vedere in che condizioni si è giocato. Nel primo tempo c’era il solo Pezzotti, dalla scorsa stagione, e dieci giocatori nuovi: eppure abbiamo giocato da squadra.

Riguardo il mercato non c’è alcuna fretta; la società sta lavorando bene e manca poco. Ora come ora siamo anche troppi: nelle amichevoli abbiamo dovuto fare i doppi cambi per far giocare tutti. Sono felice per gli ingressi di Raccichini e Issa, due ragazzi del 2000.

 

Sabatino centrale? Ha fatto bene, l’abbiamo provato anche in settimana. La società, comunque, sa che ci serve un difensore centrale. La trattativa con Conson? Sinceramente, non so se sia definitivamente chiusa o no”.

IMG_20160803_231016 SANNINO: “Questo è un risultato che fa parte del percorso della squadra. Le altre le abbiamo vinte tutte, non ci fasciamo la testa per questo pareggio. La Samb ha girato bene palla e ci ha messo in difficoltà, ma nel primo tempo abbiamo fatto molto bene.

Domenica c’è una sfida importante, col Benevento; questa partita mi è servita per vedere dove possiamo migliorare, perché l’importante arriverà con le partite che contano tre punti. Quest’anno il calendario, all’inizio, è molto arduo: partire bene sarà fondamentale.

Il mercato? Credo che la società sappia dove operare; utilizzerò al meglio possibile quelli che ho a disposizione, e se arrivano altri ragazzi ben venga. Non abbiamo obiettivi precisi, l’importante è fare bene e far divertire il pubblico. Credo che Salerno sia una piazza straordinaria. Serie A, B o C cambia poco: l’importante è la passione. Io ho fatto la gavetta e so di che parlo”

IMG_20160803_231253N’TOW: “Prima di venire sapevo quanto era caldo questo pubblico, sono stato molto impressionato; la pressione? Noi siamo qui per giocare e faremo il massimo per questi tifosi. La concorrenza con Pezzotti mi fa molto piacere, lui è molto bravo e migliora il livello della squadra. Sono molto contento del risultato, ma secondo me si poteva fare ancora meglio. Ringrazio il presidente per i complimenti”

BERARDOCCO: “Giocare davanti a questo pubblico è una bellissima sensazione; eravamo preparati, conoscendo quello che hanno fatto vedere l’anno scorso. Stiamo lavorando tanto e stiamo migliorando. Cresceremo fisicamente e con questo miglioreranno gli automatismi. Il lavoro col nuovo modulo sta andando bene. E’ sempre bello giocare davanti a tanti tifosi, ci stimola tanto. Gli obiettivi? Spero di fare anche meglio della metà classifica, anche se adesso fare pronostici ha poco senso”