Samb-Pordenone 1-1, pari tra le proteste dei rossoblu

Samb-Pordenone, primo tempo

In occasione della settimana contro la violenza sulle donne, la Sambenedettese ha presentato la sua squadra femminile, che domani inizierà il suo campionato.

Prima della gara i due capitani hanno tenuto uno striscione per promuovere #iovogliogiocareacalcio, un’iniziativa in supporto dello sport anche tra le persone affette da disabilità. 

Pessima la scelta del font

4′ Bacinovic serve una gran palla per l’inserimento di Rapisarda, che taglia alle spalle di Nunzella venendo atterrato. Giallo e punizione per i rossoblu. La punizione di Tomi, deviata dalla barriera, quasi beffa Perilli.

Il Pordenone ha iniziato subito in modo aggressivo, con la Samb molto corta e schiacchiata al limite dell’area. In fase di non possesso le due mezzali (Vallocchia, in particolare) sono molto aggressive sui terzini neroverdi.

17′ Sul cross di Esposito, respinto, la palla arriva a Bove, fermato da Bassoli.

19′ Colpo al naso per Miceli, soccorso dai medici. Si scalda Di Pasquale.

In questo momento meglio la Samb, che ha preso in mano il possesso e sta cercando di alzare il baricentro fin nella metà campo ospite.

27′ Esposito atterrato sul vertice sinistra dell’area. Sul pallone va Tomi, che prova il sinistro dritto verso il secondo palo: Petrillo si allunga e devia lateralmente.

37′ Miracoli riceve il tocco di Esposito, si libera di un avversario e serve a sinistra per Tomi, che restituisce in mezzo proprio per Miracoli; palla un po’ lunga, l’attaccante sfiora soltanto.

Il Pordenone cerca di far partire l’azione attraverso vie centrali, per poi raggiungere i giocatori sull’esterno in posizione avanzata, mentre i rossoblu stanno provando a cercare gli isolamenti di Tomi e Rapisarda sulle due fasce, con Vallocchia e Esposito spesso larghi a supporto.

38′ Vallocchia salta due avversari e crossa verso il secondo palo, dove Rapisarda arriva di gran corriera per incrociare di testa: palla fuori di pochissimo.

40′ Angolo di Berrettoni per Sainza-Maza, che manda alto.

Fine primo tempo. Nonostante qualche occasione la partita tra rossoblu e ramarri è stata molto contratta, anche a causa del terreno di gioco (devastato da pioggia e umidità). La partita è andata a folate: dopo l’inizio intraprendente del Pordenone sono stati i rossoblu a rendersi più pericolosi, governando la partita per buona parte dei 45′. Nel finale i ramarri sono tornati in avati, ma senza mai impegnare Pegorin.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami