Palladini attende la matematica: “A Matelica segnale forte. Esperimenti? Non possiamo permetterceli”

Browse By

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il campionato non è ancora finito ma la vittoria disputata a Matelica, ora a meno 10, da sicuramente un segnale fortissimo.

È questo il concerto principe della conferenza odierna durante la quale, a seguito degli allenamenti, mister Ottavio Palladini ha dimostrato tutta la sua più viva soddisfazione verso i suoi ragazzi: “Ho fatto loro i complimenti – ha dichiarato – Hanno fatto una partita quasi perfetta. Dico quasi perché sul gol abbiamo fatto diversi errori. Oggi si sono allenati molto bene e con concentrazione”.

Continuare a fare quello che si è fatto fino ad ora archiviando i 3 punti di sabato e pensare all’ Isernia: “Verranno qui col dente avvelenato per cui è una gara da preparare bene – ha spiegato il tecnico rossoblu – Dal San Nicolò in giù troviamo una classifica corta. I punti in palio sono pesanti sia per noi che per gli altri. Ora affronteremo squadre che lottano in bassa classifica per salvarsi ed evitare i play out. Ci aspettano partite difficili”.

Umiltà e cattiveria agonistica saranno le condizioni principali affinché non si commettano errori: “Arriviamo il più velocemente possibile alla matematica – incita – Gli esperimenti non ce li possiamo permettere adesso. Palumbo ha un leggero stiramento e domenica non sarà a disposizione. Casavecchia non verrà recuperato prima dei 25 giorni circa. Flavio è squalificato. Abbiamo recuperato Fioretti che al momento sta molto bene. In assenza di Casavecchia stiamo provando Montesi come difensore centrale perché è così che lui nasce”

Su Reginaldo: “Ha dimostrato una grossa professionalità – ha concluso Palladini – Non ha la partita sulle gambe ma spero di contarci il prima possibile. Ha già fatto una sessantina di allenamenti e si è integrato nel gruppo”.

 

Lascia un commento