Samb con il sangue negli occhi. Palladini: “Siamo primi. Dimostriamolo”

Browse By

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Batterie cariche. La Samb stacca lo spinotto e si prepara a tornare in campo per sfruttare il 100% delle sue energie.

Tutti a disposizione, ad eccezione di Casavecchia, in occasione della gara contro l’ Amiternina. Un privilegio per mister Palladini che, a questo punto del campionato, vanta la possibilità di considerare più opzioni da adottare. Il tecnico rossoblu, tuttavia, non sembra volersi concedere il vezzo della sperimentazione soprattutto ora che la volontà di chiudere i giochi è molto più grande di qualsiasi altra cosa.

“I ragazzi si sono allenati bene – ha dichiarato al seguito dell’ allenamento di rifinitura – Aver recuperato Palumbo per me è importantissimo. Titone sta bene, idem Gavoci. Per quanto riguarda Fioretti a Giulianova si è visto poco ma questo perché ha bisogno di spazio per potersi esprimere. Sono sicuro che ci potrà dare qualcosa. Avere tutti a disposizione mi darà la possibilità di apportare cambiamenti durante la partita”.

Anche l’ Amiternina, così come Isernia e Giulianova, costituisce per i rossoblu un’ incognita. Considerando il cambio della guida tecnica non sarà facile compiere previsioni: “Quando si verificano queste situazioni impostare il lavoro può essere un problema ma noi dobbiamo guardare in casa nostra – ha commentato l’ allenatore – Abbiamo comunque una certezza. Aggrediremo subito. Voglio che i ragazzi siano veloci a far girare palla”.

Al fischio d’ inizio dunque gli undici della Samb saranno pronti a non concedere nulla: “Domani voglio vedere il sangue negli occhi. Dobbiamo dimostrare che siamo primi – ha ribadito Palladini – Qualora dovessimo andare subito in vantaggio saremo bravi a chiudere la gara senza commettere errori”.

Sarebbe dovuta essere la partita di esordio in rossoblu per Reginaldo ma non sarà così visto che il giocatore è ancora in attesa dei documenti che regolarizzino la sua cittadinanza. Il tutto è rimandato alla prossima settimana.

 

 

Lascia un commento