Fedeli: “Il Matelica resiste. Speriamo si stanchi presto”. Palladini: “Tredici punti dal Fano sono tanti”

Browse By

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb batte la Vis Pesaro e allunga le distanze. All’inizio della conferenza stampa il team manager Daniele Diomede comunica che la somma raggiunta da devolvere a favore del nautofono è di euro 1235.

FRANCO FEDELI:  “E’ stata una vittoria voluta. Il primo tempo non abbiamo fatto molto bene. Nel corso della pausa sono sceso negli spogliatoi e ho incitato i ragazzi affinché si dessero una svegliata perché non era una partita da non vincere. Lo so, avevo detto che non sarei più andato negli spogliatoi ma sono stato costretto. Con la vittoria di oggi abbiamo allungato le distanze. Matematicamente non si può ancora dire nulla. Mancano 12 gare alla fine. Il leggero sentore della vittoria del campionato c’è ma vediamo cosa succede. Nelle prossime due partite si conoscerà la verità. Il Matelica resiste, speriamo che si stanchi presto. Oggi Pegorin è stato bravo. A noi sta bene anche pareggiare col Matelica e vincere col Fano. Sorrentino? Quando sono sceso negli spogliatoi gli ho detto: ma se non tiri tu in porta che sei il centravanti chi ci tira? Provaci”.

AMAOLO: “Il nostro portiere non ha fatto interventi così importanti. Chiaro che se fossimo passati in vantaggio la partita sarebbe potuta cambiare. Un pareggio per noi sarebbe stato oro colato. Comunque nulla da rimproverare ai miei ragazzi perché hanno disputato una buona gara. Ho fatto i complimenti a Palladini perché è ora che la Samb torni nel calcio che conta. Oggi volevamo limitare un po’ Barone e lo abbiamo fatto abbastanza bene”

SEYE MAME: “Tecnicamente mi sento migliorato. In merito a due anni fa non nutro rancore. Il calcio è così. Sono andato a giocare in altre squadre. La cosa che più ricordo di quando ho giocato qui è la tifoseria”

SORRENTINO: “Secondo me non ho fatto una gara poco brillante ma questi sono punti di vista. Questo è il settimo centro che faccio. Sono molto contento del gol di oggi. E’ stato importante. Nel primo tempo ci sono state poche occasioni per andare in rete. Nella ripresa sia loro che noi ci siamo un po’ più aperti e c’erano più palle da giocare. Il Fano ha perso mentre il Matelica ha vinto. Più si staccano e più è. Abbiamo preparato una maglietta per Alessio, primo tifoso della Sambenedettese, a cui dedichiamo la vittoria di oggi”

CONSON: “Oggi sono stato abbastanza fortunato. L’importante è vincere partita dopo partita e raggiungere l’obiettivo finale prima possibile. Il mister ci aveva messo a conoscenza della difficoltà della gara. La Vis Pesaro nel mercato di dicembre si è rafforzata”

PALLADINI: “Pettinelli ha avuto un risentimento durante il riscaldamento. Primo tempo sicuramente non brillante. Alla vigilia della gara avevo detto che avrei voluto un approccio più aggressivo. Merito loro ma anche demerito nostro. Abbiamo dato la possibilità di giocare palla e guadagnare campo. Per me questa squadra può giocare 4-4-2 in determinate partite, non sempre. Montesi sta facendo benissimo in un ruolo non suo. Per un mancino giocare a destra è difficile. Abbiamo sofferto quando lui non ha fatto uscire una palla. Nella ripresa abbiamo alzato il baricentro pressando più alti. Lì abbiamo creato presupposti per fare gol. Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile anche se qualcuno ha potuto pensare diversamente. In queste categorie squadre scarse non ce ne sono. Per quanto riguarda il Monticelli cerchiamo di far stare i ragazzi sereni. Candellori? Un ragazzo che merita ma al momento toccare certi equilibri non è semplice. Il rinnovo del contratto al momento non mi interessa. Non per fare il fenomeno ma perché il campionato deve ancora finire. Il Fano ha perso. Tredici punti di distacco sono tanti. Per loro perdere oggi è stata un’ammazzata. Per quanto riguarda noi invece complimenti ai ragazzi. Pegorin grosso miracolo.