Ferrario: “Lavoriamo per trovare solidità e continuità”

Le parole del difensore rossoblu

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ternana, Lecce, Catania: sono solo alcune delle piazze importanti dove Stefano Ferrario ha sviluppato la sua carriera. Il suo esordio dal primo minuto, nel turno infrasettimanale, ha coinciso con una bella vittoria contro un avversario ostico. Sulla carta Ferrario è designato a guidare il reparto difensivo ma, forte della sua esperienza, il centrale nativo di Rho non si sbilancia e predica calma.

“Dobbiamo migliorare molto in fase difensiva, perchè anche martedì a Gubbio abbiamo concesso qualche occasione. Occorre lavorare ancora per trovare la quadratura del reparto. Ovviamente più i calciatori giocano insieme, più si conoscono e si riesce a trovare solidità“.

Arrivato al termine della preparazione estiva, Ferrario non è ancora  al 100% della sua forma fisica. “Mi manca ancora il ritmo partita; se riesco a trovare continuità in campo e il Mister mi dà la possibilità di giocare riuscirò a migliorare. Ci tengo a ringraziare il preparatore atletico del Catania, perchè nell’ultimo mese in mezzo mi ha comunque garantito di lavorare sulla corsa e in palestra, permettendomi di giocare 90 minuti a Gubbio senza avere i crampi”.

Lo stato di “lavori in corso” non riguarda solo il difensore centrale: “Questa squadra non può che crescere. Ci sono altri ragazzi che sono arrivati in ritardo: se troviamo continuità e ci alleniamo con ritmo, come accade spesso con il Mister, tutta la squadra ne gioverà”.

Riguardo le differenze con la piazza catanese, il difensore risponde che “Non ci sono grosse differenze: San Benedetto è più a nord, geograficamente, ma vive il calcio con la stessa passione e calore di una piazza del Sud. C’è un bel rapporto tra numero di abitanti e tifosi che vengono allo stadio, in proporzione la passione è simile a una piazza come Catania”.

Sulle dichiarazioni, spesso taglienti, del Presidente, Ferrario utilizza tutta la diplomazia a sua disposizione: “Le parole del Presidente vanno prese sempre come stimolo. Il nostro Presidente è un sanguigno, un tifoso verace: tutto quello che dice lo dice a fin di bene e sarebbe sbagliato lasciarsi affossare”.

Sabato arriverà al Riviera il Fano e la Samb affronterà il secondo derby marchigiano della sua stagione. “Contro il Fano vogliamo dare continuità e vincere per i nostri tifosi, per il Presidente e soprattutto vogliamo trovare i punti di riferimento per affrontare il campionato in maniera dignitosa”.

In chiusura di conferenza, Stefano Ferrario analizza le sorprese negative e positive di questo inizio di stagione. “Una sorpresa negativa, a detta di tutti, è il Parma perchè per tradizione e valore della rosa dovrebbe vincerle tutte. Sappiamo però che in Lega Pro questo non è possibile. Tra le sorprese positive io inserisco il Pordenone e il Bassano: sono  squadre che non hanno il blasone del Parma ma daranno fastidio fino alla fine”.

 

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami