Le parole e le foto della festa rossoblu. Fedeli: “Vogliamo andare più in alto possibile”

Le immagini dei festeggiamenti, sotto la Nord, e le parole dei protagonisti

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La sconfitta col Gubbio non ha annullato il lieto fine dei rossoblu, che – dopo aver dato sfoggio di un tifo indemoniato, durante la gara – si è gustata la propria festa sotto la Curva Nord. Sul palco sono intervenuti tutti i maggiori protagonisti dell’annata, dal presidente Fedeli a mister Palladini. Spazio anche per il Settore Giovanile, con l’intervento del presidente Guido Barra, insieme a Fabrizio Roncarolo e Maurizio Compagnoni.

[URIS id=4690]

ANDREA FEDELI: “E’ stata un’annata molto emozionante. Per l’anno prossimo nessuna promessa, ma puntiamo ad un campionato in alto. Quanto in alto? Dal settimo posto in su, diciamo”

FRANCO FEDELI: “Sono molto felice di quest’annata. Mi aspettavo una stagione positiva, ma è andata ancora meglio di come me l’aspettassi: abbiamo distrutto il campionato. Per l’anno prossimo non voglio fare promesse: l’obiettivo è di finire più in alto possibile”

OTTAVIO PALLADINI: “Ad inizio anno ero presidente del settore giovanile, non avrei mai pensato di chiudere l’annata da allenatore della prima squadra e non era nelle mie intenzioni. Ho accettato immediatamente: come ho già detto, non posso dire di no alla Samb. Avevo già visto la squadra, sapevo che aveva le qualità per fare bene: gran parte del merito va alla società, che ha creato questo gruppo fantastico. Sono felice per la promozione, ma la vittoria migliore è avere una società come questa alle spalle”

Dopo l’innamorato appello di Fabrizio Roncarolo, che ha auspicato un lungo legame tra Santa Rita da Cascia (Fedeli) e San Benedetto (Samb), “anche perché Sant’Emidio ci sta facendo neri”, è intervenuto il presidente dell’Associazione.

GUIDO BARRA: “Come ben sapete abbiamo basato tutto il settore giovanile su risorse del posto, perché secondo noi tutto doveva ripartire su basi solide e trasparenti. Abbiamo trovato un settore giovanile distrutto, controllato da persone poco chiare, ma ora stiamo lavorando per farlo tornare un punto di forza”

Qualche parola anche da parte di Compagnoni, “costretto”, tra le altre cose, a simulare la telecronaca di un gol di Titone. Il “Rete, rete, rete!” finale ha provocato più di qualche brivido, ma il telecronista Sky ha precisato che preferisce seguire la Samb da tifoso.

MAURIZIO COMPAGNONI: “Finalmente posso stare tranquillo, d’estate. Ogni volta che mi chiedono che squadra tifo, e rispondo Samb, mi viene detto ‘Ok, ma poi?’. Non c’è nessun poi. Voglio che la Samb torni quella di un tempo, così che smetteranno di fare questa domanda”

Durante la serata sono stati mostrati tutti i gol dell’annata, e un video dedicato ai tifosi, realizzato con le immagini migliori dei supporters rossoblu.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami