“Noi non supereremo mai questa fase”!

Ultimo, emozionante racconto della partita dalla curva di Giada Pignotti.

Di Giada Pignotti

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grande pubblico per una grande partita. Con il motore già caldo, di ritorno da Parma, gli irriducibili rossoblu salutano la stagione con un ultimo grande spettacolo diretto da Ultras Samb.

Gubbio supporters

Ad accogliere i circa duecento GUBBIO SUPPORTERS, 3.500 tifosi rossoblu ed una compagine, quella di Mister Ottavio, pronta a giocare a viso aperto.

Tanto per cominciare si aprono le danze sugli spalti stracolmi, sotto una tettoia che ripara dal sole ma non esime dal caldo, con il tamburo nel suo massimo splendore e tutte le bandiere spiegate in aria: l’ennesimo colpo d’occhio che emoziona ed impressiona tutte le volte. Tra i nostri tifosi ci sono veri campioni, come i ragazzi della Samb Beach Soccer che, posata la sciarpetta sui gradoni, conquistano titoli sulla sabbia.

Allievi regionali

Sfilata d’onore, inoltre, per i nostri Allievi, campioni regionali. Per chi non l’avesse capito, ora lo ha chiaramente sentito: “siamo NOI, siamo NOI, la Regina delle Marche SIAMO NOI!“. Gli avversari, dal canto loro, provano a ribattere e ad essere onesti si percepisce qualcosa tra un coro e l’altro ma nel Tempio del Tifo, se non hai la voce, è meglio restare ad ascoltare.

C’è sicuramente tanta voglia di Samb, e se al Tardini i rossoblu si sono difesi, al Riviera delle Palme attaccano senza paura. A sentire tutte quelle voci e a vedere tutti quei sorrisi sembra davvero impossibile “che seguo ancora te, questa è una malattia che non va più via”. “Vorrei andar via, vorrei andar via di qua” abbiamo pensato tante di quelle volte su quei gradoni che tanto amiamo, e qualcuno se n’è anche andato, ma la verità è che “non resisto lontano da TE!”, ed inevitabilmente ci ritroviamo ubriachi d’amore, per essere romantici.

Samb Gubbio 1

Titone e i ragazzi sono già carichi e vogliono che la Nord li accompagni al gol. Se nel primo tempo sugli spalti beviamo e smaltiamo il pranzo domenicale, nel secondo ci lasciamo davvero il cuore e ci sembra giusto riconoscergli che “questa Samb sta a giocà col cuore”. Se non fosse stato per la sterzata dell’espulsione, forse la Samb avrebbe potuto proseguire il suo tragitto, ma non ci sono rammarichi: solo sogni realizzati e un viaggio concluso.

Gli avversari si dimostrano ben preparati alla situazione e agguantano la vittoria con i rossoblu mescolati e in inferiorità numerica. La Samb dunque getta l’ancora e termina il viaggio. Nella Nord però restano tutti a bordo, nessuno abbandona la nave. La tarantola della sconfitta ha morso ma gli Ultras Samb anziché morire, si scatenano: finita la partita si fa festa con un riassunto dei cori più belli della stagione. I saluti agli amici ospiti in curva questa volta sono diretti dal Capità di Citanò che, dopo aver “sturato le ‘recchie” anche ai più duri di comprendonio, fa ballare tutta la curva che dimostra la sua pasta e inorgoglisce i suoi capi Ultrà: “Samba e Citanò, per sempre!“. Della serie “se non sei uno di noi capire tu non puoi”, come dimostrano gli avversari eugubini che saltano con noi per non essere degli ascolani.

Fine gara

All’uscita dallo stadio cala l’adrenalina ma sale la fame: tra panini con la porchetta e birra la Festa Promozione è un cinema all’aperto con i video d’autore più belli della stagione e la presenza dei protagonisti sul palco. Nulla può sostituire l’emozione di andare allo stadio e anche se belle, le ferie dai gradoni sono sempre troppo lunghe per i suoi amanti e dunque “..quando il gioco finisce resta l’amicizia”: tutte le emozioni di un campionato sono racchiuse nell’abbraccio ad un amico.

Un ultimo sguardo alla Nord mentre andiamo via: non sappiamo cosa ci aspetterà ma sappiamo che si saremo, ancora. “IL 5 GIUGNO VOTA OTTAVIO PALLADINI”

No comments
Share: