Tronelli: “Che emozione l’esordio in campionato”

Marco Tronelli ci racconta la sua prima esperienza in prima squadra.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La rubrica “Un occhio al vivaio” prosegue con l’emozionante esperienza di Marco Tronelli al Martinsicuro. Alla sua prima esperienza tra “i grandi”, insieme al compagno di giovanili Farinelli, il giovane portiere ha sperimentato le difficoltà e le grandi emozioni del giocare in prima squadra.

Marco, come giudichi la stagione del Martinsicuro?

“La nostra stagione è andata molto bene: ad inizio stagione l’obiettivo era una salvezza tranquilla, ma partita dopo partita siamo cresciuti sempre più, fino a raggiungere i playoff. Purtroppo contro il Pineto non è andata bene, ma il bilancio resta assolutamente positivo”.

Qual è stato il momento più emozionante dell’anno?

“Dal punto di vista personale scelgo senza dubbio l’esordio in campionato contro il Miglianico. Che emozione!”.

Sei soddisfatto della tua prima esperienza tra i grandi?

“Senza dubbio. Sono molto soddisfatto perché questa stagione mi ha aiutato a crescere dal punto di vista fisico, tecnico e mentale”.

Quali difficoltà si incontrano passando dal settore giovanile all’Eccellenza?

“Le difficoltà sono tutte legate all’inesperienza. In una prima squadra cambia tutto: quello è il calcio “vero” e devi abituarti in fretta ai ritmi e alla vita nello spogliatoio”.

Quali sono le tue speranze e i tuoi obiettivi per il futuro?

“Il calcio è la mia passione e naturalmente mi piacerebbe arrivare più in alto possibile. Ma il mio sogno è di giocare al Riviera con la maglia della Sambenedettese, per onorare la squadra della mia città e i suoi tifosi”.
Chi è il tuo portiere di riferimento?

“Sembrerà banale, ma il mio punto di riferimento è Buffon: ha grande personalità e a 38 anni è ancora il più forte del mondo!”.

No comments
Share: