Caos Pavia, sorpresa a Macerata e lo strano caso delle toscane: il punto sulla Lega Pro

Il punto sulle iscrizioni in Lega Pro

FIRENZE – I verdetti della Co.Vi.So.C. riguardanti le pratiche d’iscrizione in Lega Pro hanno riservato molte sorprese.

Ai forfait, già da tempo noti, di Lanciano, Martina e Sporting Bellinzato,  si sono aggiunti molti casi da trattare con estrema  attenzione.

Como e Rimini non sono riuscite a risolvere le grane societarie e avranno tempo fino al 15 luglio per presentare in extremis ricorso e salvare una situazione, al momento, compromessa.

A Sud Paganese e Casertana vivono due momenti del tutto opposti. A Caserta è in corso uno stallo tra il neo Presidente Tilia e il resto della società: un braccio di ferro che ha rallentato l’iscrizione e il progetto tecnico, ma che dovrebbe risolversi nelle prossime ore.

La Paganese, al contrario, ha presentato in tempo la fideiussione, ma non è riuscita a risolvere i propri problemi con il fisco.

È vero e proprio caos, invece, a Pavia. Il neo Presidente Nucilli, che aveva a più riprese promesso il pagamento dei debiti entro il 18 luglio e il rilancio del progetto tecnico con un’importante ricapitalizzazione, è al centro di un tragicomico caso: prima della sua esperienza a Foligno, Nuccilli aveva tentato di acquistare le quote del Siena, presentandosi però con il falso nome di Alessandro Monzi.

Non terminano qui le sorprese: la Co.Vi.So.C. ha bocciato le pratiche d’iscrizione di Maceratese, Lucchese, Siena e Pisa. Le quattro squadre non sembravano a rischio iscrizione e hanno prontamente annunciato il ricorso entro il 15 luglio. La loro iscrizione non dovrebbe essere in pericolo, ma nell’ennesima tragicomica estate della Lega Pro tutto può accadere.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami