Giordano Fioretti: “Il bello del calcio è giocare in piazze come questa”

Giordano Fioretti vuole prendersi sulle spalle l’attacco rossoblu

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per affrontare un campionato difficile come la Lega Pro occorrono uno spogliatoio unito, una buona organizzazione e un attaccante capace di capitalizzare in gol il lavoro della squadra.

Con l’acquisto di Giordano Fioretti, la Sambenedettese spera di aver trovato la risposta alle sue esigenze. Reduce da una buona stagione con la Maceratese, Fioretti è la tipica punta che, pur sacrificandosi per la squadra, vive soprattutto per il gol: “Negli ultimi 5 anni sono sempre arrivato in doppia cifra, se si esclude il campionato con la Spal. In quella stagione, però, ho realizzato 8 reti fino a febbraio, quando un infortunio e le divergenze con la società hanno di fatto interrotto il mio campionato. Se avessi giocato fino alla fine sono convinto che sarei arrivato in doppia cifra. A livello personale questo sarà il mio obiettivo anche per quest’anno“.

La Lega Pro mai quest’anno sarà il teatro di accese sfide tra grandi attaccanti. “Ci saranno tante punte importanti, tra cui naturalmente spicca Felice Evacuo. Credo che sia un modello per tutti gli attaccanti: è stato capace di segnare tanto in tutte le categorie in cui ha militato. Sarebbe bello seguire il suo esempio”.

Una battuta, infine, sulle differenze con la sua precedente esperienza. “Macerata è una piazza completamente diversa da questa. Quando ho ricevuto la chiamata della Samb non ci ho pensato un attimo e ho accettato al volo. Il bello del calcio è giocare in piazze come questa, davanti ad un pubblico caldo e che sa trascinarti: non vedo l’ora di cominciare la mia nuova avventura”.

 

 

No comments
Share:
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami