Federico: “Zappacosta firmerà. Stiamo valutando alcuni rinnovi”

Le parole del ds, che dà fiducia alla squadra e loda Palladini: “Con lui stanno crescendo molti giovani”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un lungo silenzio, Sandro Federico è tornato a parlare. La voce è sciolta come al solito, il tono rinforzato dagli ultimi risultati – che hanno dato ragione a Palladini, alla squadra, e al mercato condotto fino ad oggi. La prima domanda è – inevitabilmente – su Davis Curiale, sfumato in estate e rimasto un feticcio del mercato rossoblu.

“Siamo ai primi di novembre e ogni discorso è relativo, al momento. Mancono tante partite, ma come sapete la situazione è aperta già da agosto. Il giocatore ci piace, ma abbiamo altri due mesi (e tante partite) per valutare tutte le situazioni con calma”

Si parla tantissimo dell’attacco, e il vostro obiettivo principale è un attaccante. Manca qualcosa in quel reparto, quindi? 

“Abbiamo il secondo miglior attacco del campionato, e tra i nostri giocatori c’è l’attuale vice capocannoniere, Mancuso. Sorrentino sta facendo molto bene, a prescindere dai gol segnati: presto arriverà il momento in cui concretizzerà tutte le occasioni che sa costruirsi; per Fioretti i numeri parlano chiaro: negli ultimi quattro anni è tra gli attaccanti più prolifici, e sono certo che si sbloccherà. Stando ai numeri l’attaccante è l’ultimo dei nostri problemi: il ragionamento che si fa su Curiale è dal punto di vista tecnico, per dare un’alternativa con caratteristiche diverse. Questo a prescindere dal rendimento degli altri giocatori offensivi.

A inizio estate i moduli su cui stava lavorando Palladini erano il 3-5-2 e il 4-3-3. L’arrivo di Curiale potrebbe portare ad un utilizzo più continuo delle due punte? Penso al 3-5-2, ma anche al 4-4-2…

“Durante la settimana il mister lavora su più situazioni. La rosa ci dà la possibilità di utilizzare diversi moduli base, soluzioni che possiamo scegliere in base allo stato dei nostri giocatori e al gioco degli degli avversari. Che Palladini lavori su vari moduli non è una novità, così come fanno i suoi colleghi. Curiale ci darebbe più opportunità, ma – ripeto – l’attacco va bene anche così”

Gli altri reparti, invece? Dopo la rescissione di Crescenzo la coperta si è accorciata

“Zappacosta firma entro la prossima settimana. Il ragazzo è un giocatore molto dinamico, con grande corsa e l’intelligenza per rendersi utile in più modi. A livello tecnico sarà un’alternativa sulla mezzala, può giocare sia al posto di Sabatino che di Lulli. Col suo arrivo la mediana è a posto, ma da qui a gennaio – anche in base ai risultati – verranno fatte altre valutazioni”

A proposito di valutazioni: l’assenza di un’alternativa tecnicamente simile a Berardocco rischia di condizionarvi?

“No, assolutamente. Davanti alla difesa abbiamo Berardocco e Damonte riescono a coprire alla grande il ruolo, non abbiamo bisogno di altri giocatori”

In difesa siete numericamente tanti, ma – tra infortuni e squalifiche – Palladini non ha mai potuto schierare la stessa linea. Cambierà qualcosa, nel mercato, o punterete al recupero dei giocatori già in organico?

“Adesso sta rientrando Mori e N’Tow è tornato a disposizione, quindi la difesa è al completo. In difesa abbiamo sono molte alternative in tutte le zone, oltre a giocatori (come Di Pasquale e Di Filippo) che possono giocare in più ruoli. Quando avremo recuperato tutti i nostri elementi al massimo della condizione saremo a posto. Abbiamo altri due mesi per valutare il reparto nel suo insieme, se servirà completare l’organico il presidente è pronto a dare il suo contributo”

Per ora non ci sono altre piste concrete, quindi?

“Stiamo parlando di una squadra che ha già fatto 21 punti, con (lo ripeto) il secondo miglior attacco del girone, e che ha messo in difficoltà tutte le grandi contro cui ha giocato. Hanno giocato quasi tutti i giocatori a disposizione, e si sono dimostrati tutti all’altezza. Sabato abbiamo vinto con la Feralpisalò giocando con 5 titolari nati tra il ’95 e il ’97, a dimostrazione che abbiamo fiducia nei nostri giovani e un mister che ha il coraggio di farli giocare.

Questo la dice lunga sul nostro allenatore e sui nostri ragazzi, che s stanno dimostrando all’altezza in un campionato non facile e in una piazza esigente”

Forse troppo esigente, o sbaglio? Pegorin e Sorrentino – che stanno facendo bene, considerando che è il primo anno – sono stati criticati molto.

Sorrentino, come ho detto, sta facendo molto bene, Pegorin sta migliorando di partita in partita. In generale tutti i ragazzi stanno rispondendo alla grande: Di Pasquale non è più una novità, Tavanti (alla seconda da titolare) ha fatto molto bene, Candellori sta crescendo. Come società siamo molto felici di quello che stanno dimostrando”

In estate hai detto che – in caso di buone prestazioni – il rinnovo dei contratti annuali sarebbe potuto arrivare anche subito. State già pensando a qualche estensione di contratto?

“Ci stiamo pensando, sì. Da parte nostra c’è la volontà di confermare tutti quelli che stanno facendo bene in questi primi mesi, da Mancuso a Lulli, Di Filippo, Tavanti, Berardocco… Sono tutte situazioni che la società sta seguendo con attenzione, e presto ci saranno novità”

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.