La Samb si presenta ai tifosi

Dopo tanti anni è tornato il rituale della presentazione della squadra in città, al cospetto dei tifosi. In Piazza Giorgini la Sambenedettese mostra uno per uno i giocatori e i membri dello staff che, nella stagione che sta per iniziare, proveranno a migliorare il settimo posto dello scorso campionato.

I rossoblu dividono il palco con la Sambenedettese Beach Soccer, fresca protagonista di uno storico triplete grazie alle vittorie in Coppa Italia, Supercoppa e Scudetto. Di seguito la diretta della serata.

Ore 19.45. Sandro Benigni e Stefano Bruni aprono la presentazione lanciando un video volto a proporre le immagini più belle della scorsa stagione;

Ore 19.50. Sul palco salgono alcuni rappresentanti della Happy Car Beach Soccer: mister Oliviero Di Lorenzo, il Presidente Pasqualini, il vice Presidente Ciferni, il team manager Dario Amatucci, il preparatore dei portieri Civita, il preparatore atletico Andrea Di Lorenzo, il vice allenatore Gigi Rossetti, l’addetto ai social Giuseppe Marzetti, il giocatore sambenedettese Luca Addari.  Il direttore generale della Sambenedettese Calcio Andrea Gianni premia con due maglie Lorenzo e Pasqualini. In cambio la Beach Soccer regala al club rossoblù le maglie di Bruno Novo e Lucas;

Ore 20.00. Inizia la presentazione dei giocatori della Sambenedettese Calcio. Il primo a salire sul palco è il numero 33 Vincenzo Aridità: “Ho avuto qualche problema fisico che mi porto dietro dallo scorso anno. Stiamo lavorando con lo staff per risolverlo. Con Pegorin c’è grande affinità e lavoriamo insieme. San Benedetto è una bellissima città e spero di rimanere il più a lungo possibile”;

Ore 20.03. Salgono, a seguire, il numero 1 Fabio Pegorin, il numero 12 Matteo Raccichini (terzo portiere prodotto del settore giovanile), il numero 2 Diego Conson, il numero 13 Davide Di Pasquale, il numero 16 Ruggiero Lanza, il numero 5 Simone Di Mattia, il numero 6 Mirko Miceli, il numero 32 Matteo Patti, il numero 14 Francesco Rapisarda, il numero 30 Giovanni Tomi. A mancare il numero 3 Ceka, a causa della perdita della mamma;

Ore 20.12. E’ la volta del centrocampo. Salgono il numero 23 Armin Bacinovic, il numero 8 Gabriele Bove, il numero 28 Alex Bengala, il numero 18 Kevin Candellori, il numero 29 Loris Damonte, il numero 15 Marco Demofonti, il numero 24 Domenico Di Cecco, il numero 4 Luca Gelonese, il numero 31 Lorenzo Trillo, il numero 17 Valerio Tucci;

Ore 20.15. Parola a Di Cecco: “Grande emozione davanti a così tanta gente. In poche piazze c’è tutto questo calore. Noi vecchietti dobbiamo metterci a disposizione dei ragazzi più giovani per aiutarli a crescere”;

Ore 20.19. Benigni e Bruni presentano l’attacco rossoblù composto dal numero 17 Alessio Di Massimo, numero 20 Aurelien Doua Bi, numero 10 Vittorio Esposito (Stefano Bruni prova a strappare una dichiarazione ad Esposito ma l’attaccante si rifiuta), numero 26 Luca Miracoli, numero 27 Alessio Sargolini, numero 9 Lorenzo Sorrentino, numero 11 Gennaro Troianiello;

Ore 20.23. Troianiello: “Il campionato si vince con entusiasmo, voglia di vincere e il lavoro svolto durante l’allenamento”. I giocatori in coro iniziano a cantare “Ma quanto è bello Gennaro Troianiello“. Fischi dal pubblico.  L’attaccante si toglie la maglia ufficiale e si strappa la canottiera;

Ore 20.25. Prosegue la presentazione. A salire sul palco il numero 19 Nicola Valente e il numero 21 Andrea Vallocchia;

Ore 20.28. Foto di gruppo;

Ore 20.29. La serata prosegue con la presentazione dello staff: magazzinieri Mirko Di Filippo e Severino Allegrucci, fisioterapisti Luigi Iachetti e Marco Minnucci, preparatore dei portieri Gianni Bianchetti, preparatore atletico Simone Fugalli, team manager Pietro Buongiorno, vice allenatore Francesco Cudazzo, allenatore Francesco Moriero (introdotto dalla canzone di Rino Gaetano “A mano a mano”);

Ore 20.34. Moriero: “Siamo coscienti di essere una squadra forte, umile, che sa quello che vuole. Lotteremo per dare soddisfazione alla città e ai tifosi. La società mi ha messo a disposizione giocatori importanti e uomini veri. Il mio compito è dare loro la mentalità vincente. Per vincere bisogna lavorare. I ragazzi lo fanno dalla mattina alla sera. Il gruppo è fantastico. Noi siamo la Samb e prepareremo ogni partita per vincere”;

Ore 20.37. Ecco la dirigenza: direttore sportivo Francesco Panfili, direttore generale Andrea Gianni. Il dg: “La famiglia Fedeli ci ha permesso di essere competitivi. Gli stimoli che ci da la città sono una fortuna”;

Ore 20.41. Sale sul palco il sindaco Pasqualino Piunti: “La società ha dimostrato di avere grandi ambizioni. Il comune è al passo con le richieste dei tifosi e farà la sua parte. Ci impegniamo ad aiutare la società. Unico grido, fora Samb”;

Ore 20.43. Si prosegue con la presentazione della dirigenza. Ad intervenire l’amministratore delegato Andrea Fedeli: “Una previsione? Finiremo sicuramente sopra il settimo posto. Il calendario cambia poco, tanto dobbiamo affrontarle tutte e provare sempre a vincere”;

Ore 20.45. Viene proiettato un video del Presidente Franco Fedeli: “Non posso essere presente ma ci sono con la mente. Credo di aver fatto una grossa squadra con uomini veri. Grazie a mio figlio Andrea per il lavoro che sta facendo. Spero a fine campionato di festeggiare qualcosa di importante. Forza Samb”. Grande applauso dal pubblico.

 

No comments