Calendario Girone B: la Samb inizia contro il Renate

La fotogallery di Samb-Sanremese

Finalmente sono stati estratti i calendari della prossima serie C, che partirà il 15 settembre. La Samb esordisce in casa contro il Renate


Dopo trentasei giorni di attesa – ravvivati da rinvii, ricorsi, controricorsi e denunce – la Serie C ha finalmente estratto calendari e gironi per il prossimo campionato. Campionato che partirà questo weekend, con appena 4 giorni di preavviso per conoscere gli avversari e organizzaree trasferte.

La decisione di mantenere la 19 squadre in Serie B (anzi, BTK) ha messo in seria difficoltà anche la stessa Lega, che – dopo i cambiamenti dello scorso anno – ha dovuto nuovamente rimodulare il numero di squadre partecipanti, con meno tempo a disposizione per giocare il campionato. Il Presidente Gravina, intervenuto prima del sorteggio dei calendari, ha anche aperto alla possibilità di aumentare il numero di promozioni, passando da 4 a 7. “Abbiamo riscritto ieri sera al commissario federale per chiedere il ripristino della B a 22 come prevedono le norme. Abbiamo chiesto di ripristinare il format con una modalità semplicissima: attraverso le sette promozioni. Se non succederà, sarà uno dei temi politici che il nuovo consiglio federale dovrà affrontare”.

Il calendario completo della Samb

1^ giornata: Sambenedettese – Renate   (19 settembre – 30 dicembre)

2^ giornata: Teramo – Sambenedettese   (23 settembre – 20 gennaio)

3^ giornata: Sambenedettese – Vis Pesaro   (26 settembre – 23 gennaio)

4^ giornata: Giana Erminio – Sambenedettese   (30 settembre – 27 gennaio)

5^ giornata: Sambenedettese – Monza   (7 ottobre – 3 febbraio)

6^ giornata: Ravenna – Sambenedettese   (14 ottobre – 10 febbraio)

7^ giornata: Sambenedettese – Imolese   (17 ottobre – 13 febbraio)

8^ giornata: Fano – Sambenedettese   (21 ottobre – 17 febbraio)

9^ giornata: Ternana – Sambenedettese   (28 ottobre – 24 febbraio)

10^ giornata: Sambenedettese – Pordenone   (4 novembre – 3 marzo)

11^ giornata: Vicenza – Sambenedettese   (11 novembre – 10 marzo)

12^ giornata: Sambenedettese – Feralpisalò   (18 novembre – 17 marzo)

13^ giornata: Sambenedettese – Triestina   (25 novembre – 24 marzo)

14^ giornata: Virtus Vecomp Verona – Sambenedettese   (2 dicembre – 31 marzo)

15^ giornata: Sambenedettese – Sudtirol   (9 dicembre – 7 aprile)

16^ giornata: Albinoleffe – Sambenedettese   (12 dicembre – 14 aprile)

17^ giornata: Sambenedettese – Rimini   (16 dicembre – 20 aprile)

18^ giornata: Gubbio – Sambenedettese   (23 dicembre – 28 aprile)

19^ giornata: Sambenedettese – Fermana   (26 dicembre – 5 maggio)

Esordio contro il Renate

Il sorteggio ha riservato alla Samb l’esordio al “Riviera delle Palme” contro il Renate. La squadra lombarda, dopo l’ottima passata stagione, ha deciso di cambiare guida tecnica passando dal giovane Cevoli al più esperto Oscar Brevi. La rosa ha avuto diverse modifiche, ma il Renate vorrà confermarsi come mina vagante del girone B.

Il campionato partirà mercoledì 19 settembre, mentre gli anticipi si disputeranno martedì 18. In caso di esigenze e accordo tra le società ci sarà la possibilità di anticipare già a domenica 16 o lunedì 17. Di seguito il programma completo della prima giornata:

  • Fermana – Virtus Vecomp Verona
  • Gubbio – Ravenna
  • Imolese – Albinoleffe
  • Vicenza – Giana Erminio
  • Monza – Feralpisalò
  • Pordenone – Fano
  • Sambenedettese – Renate
  • Sudtirol – Teramo
  • Ternana – Rimini
  • Triestina – Vis Pesaro

Le scuse di Gravina

Prima della compilazione dei calendari ha preso la parola Gabriele Gravina, numero 1 della Lega Pro. “Inizierei con le scuse ufficiali per il brevissimo tempo concesso a ciascuno di voi per aderire a questa presentazione. Eventi indipendenti dalla nostra volontà non ci hanno consentito di avere ulteriori possibilità di avere questo appuntamento. Le scuse vanno anche ai calciatori, agli allenatori, ai tifosi, a tutti i presidenti per questa estate abbastanza turbolenta, che non ha permesso di seguire una logica di lavoro tipica del nostro mondo.

Ringrazio Nicchi per la sua partecipazione e la sua presenza, gli arbitri ormai sono due mesi che sono fermi in attesa di partire. Oggi ci auguriamo di dare il via al campionato, sapendo che sono ancora tante le nubi che si addensano sul nostro sistema. Nubi che probabilmente richiederanno ancora moltissime riflessioni e verifiche, per arrivare al chiarimento di uno strappo storico. Mi stupisce vedere come il calcio italiano possa contare su dirigenti che inneggiano a un inizio di un processo di riforma con un provvedimento di questo tipo. Sono dichiarazioni superficiali e da rivedere, c’è poca conoscenza di quello che realmente è il nostro mondo e poco rispetto delle regole.

La nostra lega ha dimostrato coerenza nel seguire una linea di rispetto verso le istituzioni sportive, le proprie associate e quei soggetti che hanno maturato alcuni diritti e legittimamente sono stati chiamati a difendersi. Credo che il percorso non sia ultimato. Non voglio commentare le ultime posizioni del collegio di garanzia, mi rimetto alle dichiarazioni del suo presidente Frattini. È una prima volta che apre scenari raccapriccianti, mi auguro che chi ha responsabilità di vigilare e anche soggetti esterni al mondo dello sport facciamo chiarezza sui comportamenti dei componenti del collegio di garanzia. Credo sia giusto smentire o accertare la natura di certi comportamenti. Darebbe certezza a tanti tifosi, mi auguro che queste verifiche siano avviate in modo molto rapido per capire se quello che è avvenuto sia in linea col rispetto delle regole, civili e penali”.

La rabbia della Viterbese

Le polemiche, però, non si sono fermate al format della B: la suddivisione dei tre gironi di C attuata dalla Lega Pro non ha soddisfatto tutte le società. Ad alzare la voce è la Viterbese, che è passata dal Girone A a quello C. Con un duro comunicato, i gialloblu si sono lamentati dell’inserimento nel girone meridionale e minacciano di non scendere in campo per l’inizio del campionato: “La Viterbese Castrense, dopo l’annosa questione dei ricorsi risoltisi in maniera indecorosa, viene inserita nel girone C, il che vuol dire avere nell’arco di 300 chilometri 15 squadre ed essere collocati in un girone in cui la nostra società, che è ai confini con la Toscana, è costretta a sobbarcarsi trasferte di 1240 chilometri di media, con tutte le conseguenze a livello economico e logistico.

Contestiamo in toto la composizione dei gironi e chiediamo che vengano rimodulati evitando penalizzazioni economico-logistiche alla nostra società. In caso contrario, comunichiamo fin da ora la nostra ferma e irrevocabile intenzione a non partecipare al campionato di Lega Pro, liberando immediatamente atleti e staff nel numero di 43 elementi. Siamo mortificati del trattamento ricevuto in una situazione economica pressoché catastrofica per la Lega Pro, siamo la prima squadra ad essersi iscritta con fidejussioni di primo livello, mentre fanno parte dei gironi società del numero di 10 con fidejussioni non regolari. Teniamo a precisare che al di là della mancata partecipazione al campionato sarà nostra cura tutelare i nostri interessi in tutte le sedi civili e penali”.

Le dichiarazioni di Magi

Dal sito ufficiale della Sambenedettese arrivano anche le prime parole del tecnico rossoblu, Giuseppe Magi: “Ci aspetta un Renate che ha fatto cose straordinarie lo scorso anno, soprattutto nella prima parte di campionato, e dovremo essere bravi ad affrontare la gara con la giusta concentrazione”.

Particolari le sfide con Teramo e Vis Pesaro, per motivi diversi: “le altre due gare in programma sono sfide che coinvolgono molto a livello emotivo: il 23 settembre la sfida del Bonolis contro il Teramo sarà come sempre una partita molto calda, poi il 26 arriva la Vis Pesaro ed essendo io pesarese e avendo iniziato ad allenare lì sarà sicuramente una partita particolare”.

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.