Fedeli: “Idee chiare su chi resta. La gara col Parma non influenzerà le nostre decisioni”

Andrea Fedeli

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il campionato è terminato ma i rossoblu hanno un ulteriore traguardo da raggiungere, ovvero, conquistare il tricolore. Proprio per questo domani, martedì 17 maggio, i ragazzi di mister Palladini riprenderanno gli allenamenti in vista dell’attesissimo incontro che li impegnerà al Tardini di Parma.

Un’ottima carta per gli emiliani che, sconfitti dal Gubbio a Sansepolcro, potranno contare sulla familiarità del proprio campo da gioco: “Quando sono venuto a conoscenza del risultato della gara di sabato non ho provato un grosso stupore – ha commentato il direttore generale Andrea Fedeli – La sorpresa ci è stata fino ad un certo punto perché sapevo che la squadra di mister Magi è davvero ben organizzata. Per quanto riguarda il Parma sarà per noi un’ esperienza bella e suggestiva. Incontreremo un organico importante in un impianto che non è da meno. Faranno di tutto per ostacolarci anche perché non credo rientri nei loro piani perdere due volte consecutive”.

Qualora più di una squadra dovesse aggiudicarsi il primo posto al termine del triangolare, per il passaggio alle semifinali si dovrà prendere in considerazione in primis lo scontro diretto e successivamente la miglior posizione in classifica della coppa disciplina relativa al campionato appena disputato. La graduatoria al momento non è ancora stata resa ufficiale: “A naso credo proprio che non saremo i primi – ha spiegato Fedeli – Non so quando questi dati verranno pubblicati. Forse multe e diffuse contano in tale contesto. Se così fosse, tenuto conto del nostro percorso, non credo che potremo essere davanti alle altre”.

Come già sostenuto nei giorni scorsi quella della poule scudetto potrebbe essere un’ ottima occasione per tirare ulteriori somme relative al mercato. In merito a questo il quadro del dg risulta particolarmente limpido e difficilmente si lascerà influenzare dalla prestazione eseguita nel prossimo incontro: “A livello tecnico ho le idee chiare – ha dichiarato Andrea Fedeli – L’ unica cosa che resta da valutare adesso è l’ aspetto economico. Proprio per questo non utilizzerò il Parma come metro di giudizio. Domenica incontreremo un avversario aggressivo che vorrà vincere per forza. Noi sicuramente non andremo lì con l’ atteggiamento di chi vorrà prendere schiaffi”. 

Non é mancato poi un pensiero rivolto alla Juniores che pareggiando a Scandicci ha rinunciato definitivamente al titolo nazionale: “L’ ho presa male – dice – Ho provato un grande dispiacere perché ci tenevo tantissimo. Vincere 2 – 3 e subire la terza rete a pochi minuti dalla fine ti lascia con l’ amaro in bocca. L’ impresa era quasi fatta ma purtroppo non é andata”.

Per le giovanili, tuttavia, non è ancora finita qui: “Possiamo ancora contare sugli Allievi di mister Zazzetta – ha concluso – Loro si stanno battendo per conquistare il titolo regionale. Nella gara di andata contro l’ Urbania hanno perso 1 – 2 ma c’ è una speranza in quella di ritorno soprattutto perché la squadra potrà contare sulla presenza di due forti 99 ovvero Fiscaletti e Mallozzi”.

 

No comments