Gravina: “Il prossimo campionato sarà entusiasmante fino alla fine”

Gabriele Gravina

ROMA – Dal prossimo anno la Lega Pro sarà ancor più frizzante. Questo perché, come annunciato nei giorni scorsi, saranno ben 24 le squadre che prenderanno parte ai play off.

“Un valore aggiunto alla Lega Pro – ha dichiarato il Presidente Gabriele Gravina ai microfoni di TMW – Il campionato inoltre avrà il vantaggio di mantenere una sua vitalità sino all’ultima giornata, per combattere anche le tentazioni e gli attacchi che arrivano per il match fixing. Anche l’idea delle semifinali e della finale in campo neutro in un’unica regione sarebbe utile per aggregare di più, per ripetere quello che si è visto nelle due finali tra Pisa e Foggia a livello di presenze negli stadi”.

Per molte squadre resta dunque aperto il discorso qualificazione. I club saranno 60 e per integrare il numero rispetto alle 54 dell’anno scorso ci saranno i ripescaggi.

“Per arrivare a 60 squadre ci sono dei criteri di ripescaggio, c’è una tassa da pagare di 250mila euro ad appannaggio della Lega Pro che dovrà destinarla a impegni di solidarietà, come proporrò in assemblea – ha proseguito Gravina – Le seconde squadre? Ove questo progetto fosse condiviso dalle società di Lega Pro e trovasse disponibilità dalla Lega di A, penso che partirà nel 2017-2018”.

Limitazioni sulle rose? “Non necessariamente – ha risposto – Ci sarà una proposta che farò il 21 giugno con tutte le società, un gruppo di over con degli under illimitati. Il prossimo campionato sarà più lungo, quindi credo sia giusto non porre limiti e migliorare la qualità”.

I ripescaggi non interesseranno le società che hanno avuto sanzioni per inadempienze amministrative: “Purtroppo è così – conclude il Presidente – Ci sono tre pregiudiziali, quella assoluta riguarda i criteri infrastrutturali, ma ce ne sono altre due, collegate all’illecito sportivo e alle inadempienze amministrative”

No comments
Share: