Palladini: “Puniti più del dovuto rispetto a quello che si è visto in campo”

Le interviste

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sambenedettese – Mantova termina 1 – 3. Di seguito i commenti del dopo gara.

PEZZOTTI: “Difficile fare il capitano in questi casi? Il capitano si vede sempre. Quando si vince e quando si perde. Abbiamo fatto un brutto primo tempo concedendo troppo al Mantova. Nel secondo è uscita la Samb aiutata dal pubblico, dall’orgoglio e dalle qualità che abbiamo. Se fosse terminata col pareggio non sarebbe stato sbagliato. Ripartiamo dalla ripresa. E’ evidente il miglioramento rispetto a Macerata. Da domani analizzeremo gli errori fatti. Per quanto riguarda la prima rete subita non voglio incolpare nessuno. Quando si prende gol c’è sempre qualcuno che sbaglia. Potevamo sicuramente fare di più. Non ricordo grandi parate di Pegorin appunto per dire che al di là dei gol presi il Mantova non ha fatto granché. Dobbiamo subito iniziare ad eliminare gli errori. Con la testa siamo già a Gubbio. Andiamo lì senza nessuna paura con la consapevolezza che possiamo fare meglio e bene. Dispiace perché la gara era alla nostra portata”

REGOLI: “Finalmente i frutti degli allenamenti e del duro lavoro si sono trasformati in risultato. Abbiamo fatto un buon primo tempo. Nel secondo tempo siamo entrati forse un po’ più sicuri del risultato. Con Sorrentino la Samb è cambiata. Ha dato un peso maggiore alla sua squadra”

ROMEO: “Ho fatto gol e sono contento per me e per la squadra che ha portato a casa i tre punti. Siamo arrivati qui in questo grande stadio con tanta cattiveria e con tanta voglia di vincere. Io non ero marcato perché loro giocano a zone”

SABATINO: “Dobbiamo ancora amalgamarci. Sconfitta che prendiamo tra virgolette come una cosa positiva. Guardiamo gli errori che abbiamo fatto e cerchiamo di migliorarli. Dobbiamo reagire anche in virtù della gara di martedì. Io non so se il Mantova sia superiore o no alla Maceratese. Oggi eravamo un po’ troppo bassi. Loro hanno sfruttato le giuste occasioni. Nella ripresa abbiamo avuto buone occasioni ma siamo arrivati corti. Chi doveva chiudere su Caridi? Lui ha preso palla a centrocampo”

PALLADINI: “Io non direi che il nostro primo tempo sia da dimenticare. Per venticinque minuti abbiamo anche fatto abbastanza bene. Al primo gol abbiamo perso le distanze facendo giocare troppo l’avversario. Poca cattiveria agonistica. Gli ultimi 10 minuti li abbiamo regalati. Nel secondo tempo potevamo pareggiarla ma purtroppo è arrivato il 3-1. Di Massimo l’ho fatto giocare da seconda punta perché lo scorso anno giocava così e poi perché volevo recuperare la gara. Ci abbiamo provato. Nella ripresa non gli abbiamo fatto superare la metà campo. Mi da fastidio perché abbiamo fatto giocare troppo i loro difensori. I ragazzi non devono amalgamarsi ma devono ritrovare la giusta condizione. Io voglio recuperare tutti i giocatori per mettere in campo la formazione migliore. Tutti devono sentirsi importanti. Il discorso non è chi deve giocare titolare o no. I tre gol potevamo evitarli. Nel secondo gol ci siamo fatti attrarre tutti dalla palla e abbiamo lasciato liberi dei giocatori. Fuorigioco? Non lo so. Dalla panchina non si vede. Sorrentino ha fatto molto bene, ha lottato su tutti i palloni e ha tentato di mettere in difficoltà i tre difensori. Sono contento per lui. Sulla base di questo vedrò che scelte adottare. Per oggi non posso dare colpe a Pegorin. Gli incidenti di percorso ci possono essere ma mi auguro ce ne siano sempre meno. Dobbiamo lavorare sulle nostre difficoltà ed essere il più aggressivi possibile. Occorre quindi lavorare sull’atteggiamento per far ragionare il meno possibile l’avversario. Siamo stati puniti il più del dovuto rispetto a quello che si è visto in campo. La scelta di Candellori? Per caratteristiche è un giocatore aggressivo. Fino ad ora aveva sempre fatto bene. Oggi purtroppo non ha dato quello a cui ci ha abituato. Frison? Non ha ancora recuperato al massimo. Non voglio perdere i giocatori. Se non ha giocato è perché è stata una scelta concordata con tutti. Ricordiamoci comunque che abbiamo un’altra gara tra due giorni”

PRINA: “Sono contento per il risultato. Noi abbiamo l’obiettivo di salvarci. Faccio i complimenti per questa piazza. E’ bellissima. Abbiamo sofferto troppo sullo 0 – 2 ma portiamo a casa tre punti importantissimi guadagnati fuori casa. Abbiamo disputato un buon primo tempo. Nella ripresa abbiamo sofferto troppo e avremmo dovuto gestire meglio. Questo perché ci siamo trovati con giocatori che a livello fisico non potevano dare più di quello che potevano. Sorrentino ha fatto molto bene, mi è piaciuto. Sulla Samb posso dire che è una squadra compatta che ha più di una buona individualità. Ha margine di crescita. Siamo comunque agli inizi e non è facile valutare. La favorita? La Reggiana”

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami