Fedeli: “Mi ero illuso di avere una grande squadra. Ad oggi non è così”

Le interviste del dopogara

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Sambenedettese parte bene fuori casa ma non al Riviera delle Palme. Il Presidente Franco Fedeli non l’ha presa bene. Di seguito le sue affermazioni.

“Le sconfitte non sono mai belle ma volute – ha dichiarato – Il primo tempo lo regaliamo sempre. Abbiamo degli ottimi giocatori ma stanno in panchina. Candellori l’ho sempre difeso ma oggi non c’era. Non è il giocatore che conoscevo. Il portiere anche ci ha messo del suo. Sorrentino ad oggi posso dire che è l’unico che lotta fino alla fine. Esce dal campo sudato. L’altro, Fioretti, niente. Noi a Macerata abbiamo vinto ma non abbiamo mica giocato bene. Abbiamo difensori altissimi ma prendiamo gol di testa, non capisco. Mi auguro che la squadra possa risollevarsi. Se il gruppo è questo non mi aspetto nulla di buono a Gubbio. Il nostro punto forte sarebbe dovuta essere la difesa e invece non è così. Mi ero illuso. Pensavo di avere una grossa squadra ma non è così. Colpa di Palladini? Sicuramente avrà delle colpe ma con lui anche Federico che ha allestito la squadra”.

Un giornalista difende i ragazzi affermando che essendo nuovi devono ancora trovare la giusta compattezza

“Questi giocatori fanno i giocatori e vengono pagati perché fanno questo .- ha risposto il patron rossoblu – Non sono dei muratori. Quindi no, non hanno attenuanti”.

 

 

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami