Samb-Mantova 1-3, sconfitta evitabile. Rileggi la diretta LIVE

I rossoblu danno il primo saluto alla Lega Pro nel proprio stadio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il rumorosissimo impianto del Riviera spara musica discotecara come a Ferragosto, e non riesce comunque a soffocare il brusio – di attesa, fremito, impazienza – dei tifosi rossoblu, brulicanti dentro, fuori e intorno lo stadio. Dopo una lunga attesa, San Benedetto torna ad ospitare una partita dei professionisti, e questo – in sé – è già una piccola vittoria. Per il resto, toccherà a Pezzotti e compagni.

Per gli uomini di Prina questa partita è già importante: una vittoria qui può già indirizzare questo inizio di stagione, dando tutt’altro valore ai pareggi con Ancona e Venezia. La squadra di Palladini, dal canto suo, cerca una vittoria in grado di confermare le buone cose viste a Macerata.

QUI l’analisi tattica dei biancorossi. Nei 5 scontri diretti in casa i rossoblu vantano 4 vittorie e un pareggio, con 9 gol fatti e 3 subiti.

SAMBENEDETTESE Pegorin, Di Filippo, Mori, Di Pasquale, Pezzotti, Berardocco, Candellori, Sabatino, Mancuso, Tortolano, Fioretti A disp. Frison, Tavanti, Ferrario, Crescenzo, Damonte, Mattia, Vallocchia, Doua Bi, Sorrentino, Di Massimo All. Palladini

MANTOVA Bonato, Bandini, Carini, Zammarini, Raggio Garibaldi, Marchi, Caridi, Tripoli, Siniscalchi, Cristini, Regoli A disp. Maniero, Errera, Romeo, Skolnik, Menini, Maccabuti, Salifu, Sene Pape, Gargiulo, Di Santantonio, Ruopo All. Prina

TERNA Arbitra Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza, coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Antonacci (Barletta) e Lucia Abruzzese (Foggia)

I rossoblu confermano modulo (4-3-3) e 9/11esimi della scorsa settimana, con Candellori e Tortolano al posto di Lulli (squalificato) e N’Tow (infortunato). Il Mantova (che partirà col 3-4-3) conferma gli stessi undici del pareggio col Venezia, con Regoli e Tripoli preferiti a Di Santantonio e Boniperti.

A pochi minuti dal fischio d’inizio, la tribuna mare espone lo striscione “NO ALLA CHIUSURA DEL REPARTO DI OSTETRICIA

4′ Sabatino allunga per Candellori, che riesce ad allargare per Mancuso: cross deviato. Sulla rimessa Mancuso riesce a controllare e servire Sabatino, che – di prima intenzione – cambia lato per Tortolano: l’esterno prova il sinistro al volo, sfiorando l’incrocio dei pali.

5′ Cross di Bandini per Marchi, anticipato. Nell’azione successiva, Tripoli salta Sabatino e prova il sinistro: blocca Pegorin.

9′ Punizione di Caridi quasi dal fondo – praticamente, un calcio d’angolo ravvicinato; i rossoblu respingono e ripartono con Tortolano, che costringe Raggio Garibaldi al fallo (e giallo).

10′ Palla di Tortolano per Fioretti, che non arriva. Siniscalchi manca l’intervento col pallone, ma Mancuso (alle sue spalle) non riesce ad arrivare prima di Bonato.

13′ Berardocco intercetta e serve Sabatino, che elude il pressing allargando per Pezzotti; il terzino arriva sulla trequarti e crossa per Fioretti, anticipato da Siniscalchi.

19′ Berardocco riceve sui 25 metri e prova il tiro: grande conclusione. Bonato para, ma lascia scivolare il pallone in corner. Sull’angolo i rossoblu – pur mantenendo il possesso – non riescono a tirare.

21′ Taglio di Mancuso e sinistro da fuori: altra conclusione potente, stavolta Bonato blocca.

24′ Regoli prova a girare di prima per Tripoli, anticipato dall’ottimo intervento di Di Pasquale: sul contropiede Tortolano prova la conclusione, trovando le manone di Bonato.

In fase di costruzione i centrocampisti rossoblu ruotano le posizioni, con una delle due mezzali che avanza sulla trequarti e l’altra che

27′ Caridi taglia dentro, riceve alle spalle della mediana e mette in tilt i rossoblu: i centrocampisti non lo seguono, la difesa non esce. Il 10 biancorosso s’inventa un grandissimo tiro da fuori, e la palla finisce sotto all’incrocio. Pegorin riesce solo a sfiorare. VANTAGGIO MANTOVA!

I rossovlu sono passati al 4-4-2, con Candellori (a destra) e Mancuso (sinistra) sulle fasce. Davanti Tortolano gioca al fianco di Fioretti. Scelta fatta anche per limitare la doppia catena laterale (Bandini-Tripoli e Regoli-Caridi) dei mantovani. Con

32′ Caridi prova il cross basso e forte in mezzo, la difesa – non senza difficoltà – allontana. Sulla conclusione di Regoli, poi, Berardocco riesce a respingere.

35′ Tentativo dal limite di Mancuso, para Bonato.

37′ Azione insistita di Regoli, che riesce a mettere dentro un cross pericolosissimo. Sul primo tentativo Di Pasquale riesce a respingere, ma il tentativo di Zammarini sorprende tutti. RADDOPPIO DEL MANTOVA! 

Sul tiro del centrocampista c’erano almeno tre giocatori davanti a Pegorin, ma arbitro e guardalinee non hanno valutato un effettivo disturbo al portiere.

Fine primo tempo. Per come è maturato, il risultato del primo tempo è sorprendente: per buona parte della gara i rossoblu hanno gestito bene, sfiorando più volte il vantaggio; il gol (improvviso) di Caridi ha stracciato in due la gara dei rossoblu, che si sono gradualmente rattrappiti nella propria area. Il raddoppio di Zammarini (viziato, forse, da una posizione irregolare) costringerà i rossoblu ad attaccare con continuità e (soprattutto) fiducia, senza scoprire il fianco ai proprio avversari.

Inizio secondo tempo. Nell’intervallo un Fedeli furente è sceso negli spogliatoi. Di Massimo – che si è scaldato per tutto l’intervallo – è entrato al posto di Candellori. Ora Mancuso è ala destra, con Tortolano a sinistra e il nuovo entrato seconda punta.

45′ Berardocco per il taglio di Tortolano, che prova il destro: para Bonato.

47′ Punizione di Bandoni, due compagni lisciano e Siniscalchi (?) mette sulla traversa a gioco fermo.

48′ Liscio di Carini, mal sfruttato da Fioretti – che sbaglia la posizione del corpo per coprire il possesso. Finora l’attaccante è stato inefficace, sia in fase di conclusione che nel far salire la squadra: troppi errori in possesso e nessun duello vinto.

53′ Fuori proprio Fioretti per Sorrentino. Come detto, prestazione opaca.

54′ Sorrentino riceve nella propria metà campo e porta la sfera fino alla trequarti, allargando per Tortolano; l’esterno salta Cristini, che lo atterra: giallo. La punizione di Pezzotti è troppo lunga, ma i rossoblu riescono comunque a mantenere il possesso: Di Filippo prova il tiro cross dal limite, e finisce per colpire la traversa.

57′ Bandini salta Pezzotti e mette dentro per Tripoli, anticipato da un ottimo Di Pasquale; sul contropiede Di Massimo serve un bel filtrante per Tortolano, che vince il rimpallo con Cristini ma viene fermato da Siniscalchi.

58′ Di Filippo per il taglio esterno di Sorrentino, che spara un gran destro: Bonato devia quel tanto che basta per farla finire sul palo.

60′ Fuori Zammarini per Salifu. Poco dopo fallo di mano di Regoli, graziato dall’arbitro. Punizione di Tortolano, respinta, e conclusione di Pezzotti, alta.

62′ Bonato perde tempo, l’arbitro lo redarguisce. Nel frattempo fuori Cristini per Romeo.

65′ Gran lancio di Berardocco per Sabatino, colpito duro da Siniscalchi (che cercava il pallone). Giallo per il difensore e punizione per i rossoblu.

68′ Samb tutta riversata in avanti: Di Filippo riceve sulla trequarti e mette dentro per Sorrentino, che vince il duello aereo e fa da sponda per Mancuso; l’esterno riceve a tu per tu con Bonato, e non può sbagliare. LA SAMB ACCORCIA

73′ Lancio di Berardocco per Sorrentino, anticipato: sulla respinta arriva Sabatino, che la rispedisce avanti; Sorrentino prende il tempo e il fallo su Siniscalchi. Punizione dal lato corto dell’area, sciupata da Berardocco e Tortolano – che comunque guadagnano corner.

74′ Pezzotti prova il tiro sugli sviluppi di un corner: palla alta.

76′ Fuori Tripoli per Ruopo. Nel frattempo i rossoblu battono un corner, senza fortuna. La squadra mantiene comunque il pallone in posizione offensiva, fino al contropiede di Salifu: atterrato da Di Pasquale (giallo).

78′ Marchi si gira in area e prova il tiro, contrastato da Di Pasquale: para Pegorin. Sull’azione il difensore si fa male: al suo posto Ferrario.

Sorrentino importantissimo in questa fase: l’attaccante rossoblu sta trasformando ogni lancio in una palla giocabile, permettendo ai compagni di restare altissimi

85′ Punizione di Berardocco, la palla – lanciata in area – resta nel mucchio, con i padroni di casa che lamentano un fallo di mano di Regoli. Sul prosiegu dell’azione Pezzotti (pescato sul secondo palo) mette dentro un cross insidioso, trovando il salvataggio di Bandini.

84′ Lancio per Caridi, che fa da sponda per Marchi: tiro debole.

85′ Regoli raggiunge il fondo e appoggia per Salifu, che mette dentro per Marchi: il colpo di testa in tuffo sfiora il palo a Pegorin battuto. Sull’angolo di Regoli arriva il 3 a 1 di Romeo, che di testa spiazza Pegorin.

90’+1 Occasione clamorosa per Gargiulo, in contropiede: Regoli gli serve palla a porta spalancata, ma l’ala spara alto. Samb ora sbilanciatissima

90’+4 Di Massimo prova dribbling e tiro a giro, respinto.

Fine secondo tempo. Sconfitta pesante per i rossoblu, che – pur senza demeritare, sul piano di gioco – hanno mostrato poca maturità nel gestire le varie fasi (soprattutto mentali) della partita. Il Mantova ha avuto il merito di resistere quando ha sofferto e colpire quando ha potuto, portando a casa una vittoria senza dubbio importantissima. Per i rossoblu resta la convinzione di aver disputato una buona gara, attestata dagli applausi della curva a fine gara. Mentre la squadra torna negli spogliatoi, la curva canta “Non ti lasceremo mai”, e siamo certi che sarà così.

No comments
Share:
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami