Ferrario ok, si prepara Damonte. Palladini: “È quello che può darci qualcosa in più”

Le parole di mister Palladini alla vigilia dell’incontro 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Sambenedettese è pronta ad affrontare la seconda grande favorita di questo campionato. Come lo farà? Sicuramente con una grande voglia di riscattare i due punti persi contro il Parma.

Anche il Venezia, reduce da una sconfitta, scenderà in campo con il dente avvelenato ma i rossoblu, consapevoli dei loro obiettivi, non hanno alcuna intenzione di lottare con timore reverenziale.

Concentrazione, intelligenza ed equilibrio sono gli elementi che Ottavio Palladini ha chiesto ai suoi ragazzi: “Domani affronteremo una squadra che ha la miglior difesa di questo girone – ha commentato dopo l’ultimo allenamento – Dalle immagini ho visto un buon gruppo che di certo non meritava di perdere contro il Pordenone. Non voglio che la Sambenedettese commetta l’errore di essere ingenua. Loro giocano in maniera intensa e con aggressività”.

Tutti convocati ad eccezione di N’Tow (che potrebbe essere disponibile per la gara contro il Padova), Di Pasquale, Lulli e Radi: “Le assenze non mi preoccupano – ha risposto il tecnico – Noi andiamo avanti per la nostra strada. Ferrario è ok mentre per quanto riguarda il centrocampo ho la possibilità di scegliere tra Damonte, Crescenzo e Candellori. Tra questi tre Damonte è quello che può darci qualcosa in più in questo momento”.

Anche questa volta i rossoblu dovranno vedersela con una squadra che ambisce alla vittoria finale. Questo potrebbe essere un elemento volto a condizionare, sotto il profilo della pressione psicologica, il gruppo di mister Inzaghi: “È possibile che sia così – ha analizzato Palladini – Sicuramente per il Venezia giocare sempre per vincere e dimostrare qualcosa non è semplice. Loro hanno ambizioni diverse dalle nostre. Noi dobbiamo comunque stare molto attenti e cercare di dare qualcosa in più contro una squadra così forte”.

Alla lista dei convocati si aggiunge Raccichini. L’estremo difensore si aggregherà al gruppo, infatti, poiché Alberto Frison ha manifestato un risentimento all’adduttore. Nulla di grave comunque a detta dell’allenatore rossoblu.

Sarà un incontro intenso e anche questa volta i cambi faranno la differenza. È possibile che Tortolano possa entrare dal primo minuto al posto di Di Massimo: “Le valutazioni vanno fatte anche in base ai prossimi appuntamenti – ha detto il mister – Non dimentichiamoci che dobbiamo disputare tre gare nel giro di una settimana. In questi giorni ci siamo allenati bene e i ragazzi hanno voglia di fare di fare una buona prestazione”.

Non è ancora il momento di Ceccarelli. Il giocatore si sta allenando e viene giornalmente monitorato.

No comments

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami