Mori: “Siamo un grande gruppo”. Mancuso: “Abbiamo dimostrato che ci siamo”

La conferenza stampa. Intervengono Nofri Onofri, Mori e Mancuso

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I rossoblu battono 2-0 il Teramo e arrivano a 24 punti in classifica, ma l’ambiente – dopo l’arrabbiatura di Palladini – è elettrica. A seguito riportiamo le dichiarazioni di Nofri Onofri, Daniele Mori, Leonardo Mancuso a margine della gara.

NOFRI ONOFRI: “Abbiamo fatto bene, siamo stati sempre in partita ma il risultato è stato pesante. I problemi li abbiamo ma dobbiamo rimanere uniti. Abbiamo fatto una partita tatticamente buona. Sapevamo che la Sambenedettese aveva delle armi importanti. Mi riferisco soprattutto agli esterni Mancuso e Tortolano. La classifica non è buona. Dobbiamo cercare di ripartire. Se riusciamo a vincere sabato con l’Ancona possiamo contenderci i play out. I rossoblu stanno vivendo una stagione importante. Purtroppo abbiamo avuto tanti infortuni e non sempre siamo riusciti a schierare la formazione migliore. Le colpe sono anche del sottoscritto. Non mi tiro indietro nel dire che in alcune occasioni ho sbagliato anche io. Adesso abbiamo dei ruoli scoperti perché abbiamo elementi che non hanno potuto dare continuità”

MANCUSO: “Ho sempre creduto in quello che potevo fare. Qui mi sono trovato bene fin dal primo giorno, e questo mi aiuta. Nel 4-3-3 mi trovo bene, ma è una questione di atteggiamento in campo. Mi trovo bene con tutti gli attaccanti in rosa, non ho preferenze. Il massimo realizzato, nella mia carriera, è stato di 11 gol quindi ci siamo. Al rinnovo ancora non ci penso, voglio solo godermi il momento con i miei compagni. Comprarmi casa qui? La città è bellissima, questo è certo; dal punto di vista contrattuale bisogna ancora vedere con la società. Quello che è certo è che – dal primo giorno che sono qui – ho capito che questa è una grande piazza. Oggi era importante vincere e ci siamo riusciti, abbiamo fatto vedere che ci siamo”

MORI: “Mi è dispiaciuto stare fuori per infortunio, ma ormai è passata. L’importante è farsi trovare pronti, allenarsi bene e accettare le scelte del mister. Siamo un gran gruppo, chiunque entra dà il suo contributo. In difesa siamo stati molto bravi a chiudere gli spazi. Il primo tempo? Quello che conta è portare a casa il risultato, gli errori li analizzeremo durante della settimana. Aridità dà sicurezza? Lui è un portiere molto esperto, ma anche Pegorin ci dà sicurezze. Ognuno ha le sue caratteristiche, ma sono entrambi molto validi. Il calendario? Difficile come sempre. Questo è un campionato strano, la classifica conta poco”

No comments

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami