Quando il “last minute” mostra i suoi vantaggi: il mercato dell’Albinoleffe

In pochi giorni Giachetta e Alvini hanno saputo costruire un buon collettivo

BERGAMO – Quando l’Albinoleffe ha avuto la certezza di disputare un altro campionato di Lega Pro grazie al secondo ripescaggio consecutivo le concorrenti aveva già, in gran parte, concluso il proprio mercato. La missione del ds Giachetta e di Mister Alvini sembrava quasi impossibile: costruire in poche ore una rosa capace di evitare una nuova retrocessione. Fino ad oggi l’Albinoleffe ha smentito ogni scetticismo e, con 20 punti in classifica, è a metà del percorso che porta alla salvezza

Difesa

L’infortunio di Achille Coser ha spalancato le porte per una maglia da titolare a Emanuele Nordi, una certezza per la categoria. Il trio difensivo è formato da Andrea Zaffagnini, reduce dalla promozione in Lega Pro con il Fondi, dall’ex Mantova Edoardo Scrosta e da Fabio Gavazzi, colonna del Renate prima delle deludenti esperienze con Novara e Sudtirol. Pronti a subentrare i giovani del vivaio Fratus e Cortinovis oltre al confermato Magli.

Centrocampo

Nel 3-5-2 di Massimiliano Alvini un ruolo fondamentale è quello degli esterni a tutto campo. Juri Gonzi e Roberto Cortellini. Il primo, prodotto del vivaio del Siena, ha giocato in Serie C con Cuneo e Mantova; Cortellini, a 34 anni, è uno dei giocatori più esperti della categoria. Il faro della squadra è un centrocampista ben noto a San Benedetto: Massimo Loviso, capace in una sola stagione al Riviera di conquistare il cuore dei tifosi, Al suo fianco, le mezzali di quantità e qualità sono Carmine Giorgione, ex Messina e Savona, e Francesco Agnello, che ha esordito in C con L’Aquila per poi trasferirsi a Melfi e Catanzaro. Tra le riserve spicca Leo Di Ceglie, reduce dall’exploit dell’Ancona nella scorsa stagione.

Attacco

Con l’approdo in Lega Pro, il Venezia di Mister Inzaghi sembrava voler puntare su di lui per tentare la doppia promozione. Francesco Virdis, però, ha dovuto fare i conti con un reparto ultra affollato: la concorrenza con Ferrari e Geijo non gli avrebbe permesso di trovare sufficiente spazio da titolare, motivo per cui il Venezia ha deciso di cederlo in prestito all’Albinoleffe. Al suo fianco, Alvini può scegliere tra il giovane scuola-Fiorentina Minelli e Ferdinando Mastroianni, acquistato dal Carpi dopo una stagione mostruosa in D con la maglia dell’Este.

Allenatore

Autore della strepitosa cavalcata del Tuttocuoio dalla Promozione alla Serie C, Massimiliano Alvini è pronto per una grande occasione in Lega Pro dopo il cocente esonero di Pistoia. In pochissimo tempo il nuovo Mister ha saputo dare una forte identità alla squadra. L’11 iniziale dell’Albinoleffe può contare su idee chiare, tanta esperienza e una grande voglia di riscatto.

No comments
Share:

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami