Fedeli: “Bisognava chiuderla prima”. Moriero: “Ci abbiamo messo il cuore”.

Samb-Modena

Con una grande partenza e qualche inciampo, i rossoblu battono 2 a 0 il Modena guadagnando i primi tre punti della stagione


All’esordio in campionato i rossoblu riescono a guadagnare i tre punti con una partita attenta e a tratti spumeggiante, pur con qualche spreco e rischio di troppo. La conferenza di Samb-Modena.

Franco Fedeli

Oggi mi aspettavo e dovevamo fare un risultato più rotondo. Siamo abituati a tribolare troppo spesso, così non va bene. Non riusciamo a chiudere la partita: le occasioni le abbiamo avute e sbagliate, e loro poi sono riusciti a metterci in difficoltà. Per fortuna San Valente ci ha salvato. A Fermo è un derby, va gestito in maniera un po’ diversa perché loro ce la metteranno tutta per farci uno sgambetto.

Bacinovic non lo scopriamo oggi, ma io mi aspetto la crescita di tanti giocatori. Ci sono alcuni giocatori in ritardo di condizione, questo è evidente, speriamo di recuperare. Nel primo tempo potevamo andare sul 3-0, però gli errori li abbiamo fatti noi. Troianiello ha fatto gol, e ok, ma da lui pretendo molto di più.

Il mercato lo consideriamo concluso solo il 31, fino ad allora tutto è possibile. Se c’è qualche grossa opportunità non ce la faremo scappare, speriamo che venga. Anche perché davanti ci serve qualcuno che la butti dentro. Con le cinque sostituzioni possono giocare in tanti, il punto è che prima bisogna chiudere la partita.

Gli abbonamenti? Io sarò soddisfatto quando supereremo quota 2 mila. Credo ci riusciremo, siamo già a 1800.

Nicola Valente

In settimana ho avuto un piccolo infortunio, troppo a ridosso della partita, e non l’ho recuperato in tempo. Comunque sappiamo che questa rosa ha tanti giocatori capaci di giocare dal primo minuto, e bisogna farsi trovare pronti ogni volta. Sono contento di questa vittoria. Diciamo che il gol non è stato difficilissimo, io ho provato a tenerla bassa e prendere lo specchio. Il merito va ai miei compagni che mi hanno messo in condizione di segnare. Rapisarda mi ha messo una bellissima palla ed è stato più semplice.

Il mio record di marcature è stato lo scorso anno, a Siracusa: 6 gol. Non sono un grande marcatore, specie rispetto a chi c’era prima (Mancuso, ndr), visto che qualcuno mi ci ha paragonato. Lui ha fatto un po’ più gol di me… Io sono più abituato a fare assist, se arriva anche il gol ben venga.

Gennaro Troianiello

Oggi è stata una bella giornata, sono felice per il gol e per la vittoria. Mi sono arrabbiato per il gol mancato, più che altro, anche perché ho sbagliato quello più semplice. A Frosinone ho fatto 11 gol, è il mio record; mi piace far segnare, ma se segno io sono più felice. L’importante è vincere.

Segnare così presto e sotto la Nord è stato bellissimo, un momento perfetto; anche perché non segnavo da tanto tempo (lo interrompe Fedeli: “Troppo tempo!”, ndr). L’ultimo è stato con la Salernitana, nel derby con l’Avellino, due anni fa; anche perché non ho giocato tanto. Al momento mi sento al 50%, sto molto meglio ma devo ancora crescere.

Francesco Moriero

Oggi sapevo che sarebbe stata una battaglia, ho chiesto ai miei di metterci il cuore perché sapevo che il Modena non avrebbe mollato nulla. Le partite si decidono con gli episodi, abbiamo rischiato qualcosa ma abbiamo anche dimostrato di poterla chiudere.

L’importante era vincere e accontentare la nostra tifoseria. Iniziare bene era importantissimo, anche perché incominciare col piede giusto è fondamentale.

Non siamo ancora al top, e anche per questo dobbiamo giocare ogni partita come fosse una battaglia. Non è mai facile, specie nelle prime partite; per arrivare alla perfezione serve sempre un po’ di tempo, ma dobbiamo tenere duro anche in questa fase di transizione.

Bacinovic sa quello che gli chiedo, e oggi l’ha fatto alla grande. Oltre all’aspetto tecnico bisogna valutare quello caratteriale: il ragazzo ha corso fino alla fine e non ha mollato mai. Oggi ha fatto una grande prestazione e migliorerà. Anche Esposito ha fatto benissimo, così come Tomi, Patti, Conson… Il ragazzo si sta rivelando utile e sta meritando il posto, in futuro ci sarà spazio anche per gli altri. Purtroppo si gioca in undici.

Oggi il pubblico ci ha dato una grossa mano, sappiamo quanto è importante – specie nei momenti di difficoltà. Oggi ci ha dato grande supporto e si è visto.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami