Samb-Modena 2-0, Troianiello apre, Valente chiude: primi tre punti

Tutto quello che c’è da sapere sulla partita dei rossoblu. Dalle 20.30 la diretta live


SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A quasi tre mesi esatti dalla partita col Lecce i rossoblu si ritrovano al Riviera con un anno di esperienza in più e una stagione che promette ancora tutto, per possibilità. Rispetto alla scorsa stagione è cambiato molto: nuovo allenatore, nuovi giocatori, nuovi obiettivi. Cambia il nome della competizione, cambia la cornice, ma resta la solita costante: al Riviera si gioca con l’uomo in più.

Samb-Modena, preview

Per la gara col Modena Moriero dovrà fare a meno di Vallocchia e Miracoli, ma non gli mancano le alternative. Molto dipenderà dal modulo utilizzato: col 4-2-3-1 la titolarietà di Bacinovic diventa meno probabile, mentre si alzano le quotazioni di Di Massimo (usato sulla trequarti nella gara col San Nicolò, proprio in vista della prima giornata). Con Aridità e Rapisarda, che sembrano recuperati, sono certi di un posto Conson, Patti, Tomi e Sorrentino. Davanti il 4-3-3 potrebbe favorire l’inserimento di Esposito dal primo minuto, con uno tra Di Massimo e Troianiello sull’altra fascia.

In casa Modena Capuano ha scelte obbligate. Questa estate il mercato gialloblu è stato influenzato da pesanti (e grotteschi) problemi societari: in attesa della cessione Caliendo è scomparso da Modena, lasciando il peso della società sull’allenatore partenopeo – che ha ricoperto anche le veci di diesse.

Con Nolè in procinto di lasciare la squadra, Capellini reduce da un infortunio e Galuppini appena arrivato in squadra, Capuano sembra avere le mani legate. Le indiscrezioni da Modena indicano l’inserimento di Giorno davanti alla difesa (è un esterno di ruolo, ma ha già giocato in mezzo), con Momenté e Persano in attacco. Il modulo resta il 3-5-1-1, caposaldo della scorsa stagione.


Samb-Modena, le formazioni

Per la prima sfida dell’anno Moriero e Capuano non rinunciano a cambiare formazione, con alcune scelte molto sorprendenti. Per i rossoblu spazio a Bove dal primo minuto, probabilmente sulla trequarti (ma non è da escludersi un impiego sulla mezzala, anche a gara in corso). Dall’altra parte Capuano dà fiducia a Galuppini, arrivato a Modena ieri e già titolare. Insieme a lui il recuperato Capellini, che ha recuperato dall’infortunio e verrà impiegato sulla mezzala.

SAMBENEDETTESE (4-2-3-1) Aridità; Rapisarda, Conson, Patti, Tomi; Bacinovic, Gelonese; Troianiello, Bove, Esposito; Sorrentino A disp. Pegorin, Ceka, Mattia, Miceli, Di Massimo, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Valente, Di Cecco, Damonte, Trillò All. Moriero

MODENA (3-5-1-1) Manfredini; Ambrosini, Polverini, Solini; Calapai, Capellini, Remedi, Badjie, Popescu; Galuppini, Persano A disp. Chiriac, Tito, Castagna, Momentè, Minarini, Arcale

ni, Zito, Aldrovandi, Garofalo, Louzada All. Padovano (Capuano squalificato)

TERNA Arbitra il signor Simone Sozza di Seregno, coadiuvato dagli assistenti G. Basile (chieti) e F. Di Monte (Chieti)

[nextpage title=”Primo tempo”]

Samb-Modena, primo tempo

Prima della partita osservato un minuto di silenzio per le vittime del terremoto di Ischia. Nel frattempo la Curva Nord espone lo striscione “Nascere a San Benedetto è un diritto, l’ospedale non si tocca”. Presenti circa 50 tifosi modenesi.

2′ Subito una percussione di Galuppini, chiuso in corner. Sull’angolo tentativo di testa di Persano: ben direzionato, ma debole; Aridità blocca. Sul capovolgimento di fronte cross di Tomi, intercettato da Manfredini.

3′ Palla in verticale di Esposito per Sorrentino, che salta un avversario con un doppio passo e mette in mezzo: nessuno arriva. Sul prosieguo dell’azione cross di Tomi per Sorrentino: l’attaccante – appostato sul primo palo – colpisce indisturbato, ma non riesce a centrare lo specchio.

4′ Palla sulla sinistra per Esposito, che raccoglie sul lato corto dell’area di rigore, si rimpicciolisce passando al pfianco di Ambrosini e poi serve in mezzo: il cross viene deviato, ma finisce nelle fauci di Troianiello. Vantaggio Samb!

Bove parte trequartista, ma nella fasi di non possesso si posiziona sulla mezzala destra per comporre il 4-1-4-1 dei rossoblu in fase di non possesso. In fase di costruzione il giocatore parte in avanti, ma – se la pressione dei canarini è alta – accorcia verso Bacinovic per dare un appoggio in più.

12′ Troianiello riceve il passaggio verticale di Rapisarda, ma – pressato – viene costretto a indietreggiare, finendo per perdere il possesso a favore di Dadjie. Il centrocampista serve in orizzontale per Galuppini, atterrato da Tomi. Sulla punizione va proprio l’ex Parma, che manda alto sulla traversa.

15′ Troianiello riceve da Rapisarda e taglia dentro, cercando il tocco per Sorrentino: palla lunga.

20′ Tomi riceve larghissimo sulla sinistra e serve per Esposito, che prova un colpo di tacco intelligentissimo: troppo debole, però; sul prosieguo dell’azione il pressing di Tomi porta all’errore il Modena, con la palla che finisce ad Esposito – a terra su un contatto. Punizione per Bacinovic: tiro cross tagliato, ma troppo sul portiere.

25′ Bacinovic riceve nei pressi della propria area e fa un cambio di gioco di 50 metri per Esposito, che controlla e mette dentro per il taglio di Troianiello: Manfredini esce e intercetta.

31′ Appoggio di Bove per Gelonese, che resiste a una carica per tentare la percussione centrale. Galuppini insiste, l’arbitro ammonisce l’attaccante e concede punizione da circa 30 metri. Tomi va sul pallone e prova la conclusione diretta, sfiorando il palo.

37′ Tomi riceve sulla sinistra e serve Esposito, che si gira e manda avanti per Sorrentino (allargatosi a sinistra). L’attaccante appoggia nuovamente per Esposito, che serve il taglio centrale di Tomi – fermato da Ambrosini.

40′ Possesso prolungato dei rossoblu, che fanno circolare palla da destra a sinistra: alla fine arriva la verticalizzazione in diagonale per Esposito, che tenta la verticalizzazione sul lato opposto: la palla è troppo arretrata per Sorrentino, ma buona per l’inserimento di Troianiello – a tu per tu col portiere. L’attaccante entra in area e prova il destro, colpendo Manfredini.

Sul prosieguo dell’azione Rapisarda salta Popescu sul filo della linea di fondo e mette dietro per Bove, che prova il tap-in: la palla, debole e angolata, supera il portiere, ma finisce a un soffio dal palo.

44′ Esposito riceve in mezzo a due e supera tre avversari tagliando verso il centro: scambio con Bove e palla in verticale per Sorrentino, a tu per tu col portiere; l’attaccante prova a colpire col piattone destro, trovando le gambe di Manfredini. Altro gol mangiato dai rossoblu.

45′ Calapai riceve poco oltre il centrocampo e trova un cross meraviglioso per Persano, che salta alle spalle di Conson sfiorando il palo. Brivido per i rossoblu.

Fine primo tempo. Inizio bruciante dei rossoblu, in vantaggio dopo quattro minuti e vicini al raddoppio in (almeno) tre occasioni. Appoggiata alla classe di un Esposito in grande spolvero, gli uomini di Moriero riescono a scardinare la fase difensiva modenese con grande facilità, esponendo la porta difesa da Manfredini. Gli errori di Troianiello e Sorrentino hanno impedito ai rossoblu di dilagare, lasciando la partita in bilico.

[nextpage title=”Secondo tempo”]

Samb-Modena, secondo tempo

Primo cambio per il Modena: fuori Galuppini, dentro Momentè, fuori Dadjie. Ora la squadra passa al 3-4-3, con Galuppini, Persano e Momenté in avanti.

51′ Cambio anche per i rossoblu: fuori Bove per Damonte, col definitivo passaggio al 4-3-3.

53′ Verticalizzazione centrale per Sorrentino, che stoppa appoggiando a Damonte per la conclusione: il centrocampista controlla male.

Ora il Modena ha alzato molto il baricentro, con Galuppini che si alterna tra la posizione di trequartista (in fase di costruzione) e sull’ala sinistra, mentre Popescu e Calapai partono da posizione molto più avanzata – protetti dal quintetto composto dai tre difensori e i due mediani. Il Modena sta trovando il cross con continuità, ma Conson e compagni stanno facendo buona guardia.

62′ Cambio nel Modena: fuori Solini per Tito. Ora Popescu gioca terzo di sinistra in difesa, col nuovo entrato sulla fascia.

64′ Punizione dal limite di Tomi, diretta sotto all’incrocio: Manfredini respinge a mani aperte.

71′ Verticalizzazione di Popescu per Tito, lasciato colpevolmente solo; cross in mezzo per Momentè, che prova il sinistro al volo: fuori di poco.

72′ Palla persa dai rossoblu in uscita e contropiede di Capellini, atterrato da Damonte (ammonito).

74′ Palla lunga per Sorrentino, che controlla sulla pressione di Popescu e – rifugiatosi sulla fascia – salta due avversari per mettere dentro. Dopo un paio di scambi i rossoblu cercano di nuovo Sorrentino, in leggero offside.

75′ Sorrentino riceve spalle alla porta e si inventa un gran cambio di gioco per Troianiello, sulla destra; l’esterno salta un avversario stoppando in avanti con la testa e prova l’imbucata per Esposito, anticipato dall’allungo di Capellini.

76′ Doppio cambio per i rossoblu. Fuori Sorrentino e Troianiello per Di Massimo e Valente. Ora Esposito gioca al centro, da prima punta, con Di Massimo e Valente ai suoi lati.

81′ Nel Modena fuori Galuppini per Castagna. Avendo fatto il primo cambio durante l’intervallo, i canarini hanno a disposizione un’altra interruzione (e, volendo, due cambi). Poco dopo ultimo cambio per i rossoblu: fuori un applauditissimo Bacinovic per Di Cecco.

85′ Lungo forcing del Modena, che – pur chiudendo i rossoblu nella propria metà campo – non riesce a trovare lo spazio giusto per minacciare la porta di Aridità. I rossoblu sembrano accontentarsi dell’attuale spartito tattico, provando a ripartire con i due esterni (i più freschi), ma finora Di Massimo e Valente sono apparsi solo a tratti.

90’+2 Rapisarda riconquista palla sulla trequarti e serve un cross rasoterra intelligentissimo per Valente, che sbuca alle spalle della difesa e mette in rete. Raddoppio Samb, partita in cassaforte!

Fine secondo tempo. La gara finisce così, con i canarini ormai depressi e la curva ancora festante per il raddoppio di Valente. Nonostante la prodigalità del primo tempo, e la gestione intermittente del secondo, la partita dei rossoblu non è mai parsa in discussione. In definitiva, il 2-0 certifica quanto visto in campo, regalando ai rossoblu tre punti e qualche certezza in più.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami