Frena il Vicenza, Pordenone in vetta: il punto della 5^ giornata

Il girone B della Serie C giunge alla quinta giornata e sembra aver trovato una delle maggiori contendenti alla vittoria finale: il Pordenone strapazza il Teramo 4 a 2 e vola da solo in testa alla classifica con i suoi 13 punti. I ramarri hanno superato rapidamente il trauma della partenza di Tedino e, con Leonardo Colucci in panchina, ha mantenuta intatta la sua forza offensiva.

L’unica squadra a tenere il passo dei neroverdi è il Renate che, dopo aver disputato un ottimo campionato nel Girone A, sta sorprendendo tutti anche nel raggruppamento B. A farne le spese è la Reggiana, che esce sconfitta 1 a 0 e ottiene il secondo stop in stagione. Con 4 punti in classifica (e appena 3 gol realizzati) i granata sono la delusione più grande d’inizio stagione: sabato, contro la Samb, mister Menichini si gioca tantissimo.

Finisce 1 a 1 il big match tra Vicenza e Feralpisalò, due squadre opposte per filosofia di gioco e solidità societaria. I Leoni del Garda hanno un’identità tattica ben definita, figlia del lavoro di mister Serena e dei grandi colpi messi a segno dalla società; il Vicenza è ancora alla ricerca dell’amalgama giusta per far valere la tecnica e la profondità della rosa a disposizione di Colombo. Il pareggio finale soddisfa i vicentini, alle prese con la contestazione dei tifosi contro gli attuali proprietari della maggioranza del club, e scontenta la Feralpi che, come nel match di San Benedetto, gioca benissimo ma fatica a fare risultato.

Due vittorie fondamentali – entrambe con il risultato di 2 a 1 – per Mestre e Albinoleffe in chiave salvezza. I veneti hanno avuto la meglio all’ultimo respiro contro la Triestina, mentre i bergamaschi si sono imposti sul Gubbio decretando la fine dell’avventura di mister Cornacchini (al suo posto si profila il ritorno del grande ex Vincenzo Torrente). I tre punti tolgono le castagne dal fuoco a Massimiliano Alvini e lanciano in zona playoff il Mestre del giovane Zironelli.

Gli unici acuti in trasferta arrivano dal Bassano e dalla Fermana, vera sorpresa del campionato insieme al Renate. La squadra di Magi esce vittoriosa da una sfida combattutissima con il Sudtirol e sale a quota 10 in classifica; i fermani, invece, strapazzano il Santarcangelo 5 a 1 con rete del solito Sansovini e tripletta di Arturo Lupoli, tornato finalmente al gol. La Fermana, partita con l’obiettivo di salvarsi, è protagonista di un inizio sprint in campionato: merito di una preparazione mirata e di un’organizzazione tattica impeccabile.

Niente da fare, infine, per il mai domo Eziolino Capuano. Il suo Modena esce con le ossa rotte anche dalla sfida con il Ravenna. In 5 gare i canarini hanno subito 9 gol segnandone appena 1: fanalino di coda a 0 punti, sul Modena pende la spada di Damocle della penalizzazione per inadempienze societarie.

I risultati della 5^ giornata

  • Ravenna – Modena 1-0
  • Pordenone – Teramo 4-2
  • Mestre – Triestina 2-1
  • Albinoleffe – Gubbio 2-1
  • Vicenza – Feralpisalò 1-1
  • Sudtirol – Bassano 1-2
  • Sambenedettese – Padova 0-1
  • Santarcangelo – Fermana 1-5
  • Renate – Reggiana 1-0
No comments
Share:
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami