Di Massimo: “Uniti possiamo fare qualcosa di importante”

La conferenza stampa di Alessio Di Massimo a pochi giorni da Renate-Samb


Ingresso a gara in corso e gol. Sembra essere ormai questo l’habitat naturale di Alessio Di Massimo, che commenta: “Il Mister fa le scelte: io provo ad entrare in campo e fare il meglio per la squadra”.

Dopo aver convinto a gara in corso, l’abruzzese ha avuto due chance dall’inizio nel recupero con la Fermana e contro il Padova. Partite negative, due sconfitte e il ritorno in panchina.

“Naturalmente a livello personale sono dispiaciuto, ma se la squadra va bene, sono contento. Io cerco di dare tutto in allenamento e di mettere in difficoltà il mister, poi sarà lui a valutare se farmi giocare o no”.

Un giudizio su questo inizio di campionato che ha proiettato i rossoblu in cima alla classifica. “Siamo partiti bene, ma questo è solo l’inizio. Speriamo di non avere il calo che abbiamo avuto l’anno scorso. Penso che siamo sulla strada giusta: lavoriamo bene e tutti uniti possiamo fare qualcosa di importante“.

Riguardo le differenze tra questa Samb e la squadra della scorsa stagione. “Abbiamo molta più alternativa in ogni ruolo. La nostra panchina è praticamente una seconda squadra in cui chiunque può partire titolare e far bene. È un gruppo diverso dall’anno scorso, anche se ha lo stesso entusiasmo. Abbiamo un mister diverso che ci stà insegnando la sua mentalità: è un allenatore che vuole vincere segnando tanti gol. Ogni giorno lavoriamo per segnare e vincere contro chiunque, poi sappiamo che ogni domenica ci sono gli avversari e dobbiamo dare tutto per portare a casa la vittoria”.

Non sempre i risultati sono stati accompagnati da un gioco esaltante. “È vero, alcune volte ce la siamo cavata nei minuti finali, ma non sempre è possibile vincere giocando bene. L’importante è portare i 3 punti a casa”.

Una battuta finale sul prossimo match che vedrà i rossoblu opporsi al sorprendente Renate. “Sarà un bello scontro al vertice. Andremo in casa loro cercando di fare il nostro gioco e ottenere la vittoria. Loro sono bravi a difendersi compatti e a ripartire in velocità con gli esterni. Come  caratteristiche penso che siano molto simili a noi: dovremo essere bravi a non concedere ripartenze”.

No comments