Serie C, girone B: il punto sulla 9^ giornata

Giunti alla nona giornata, nulla è cambiato  ai vertici del girone B. Sambenedettese e Pordenone, pur pareggiando, mantengono la vetta di una classifica che resta cortissima: sono ben 9 le squadre raccolte in soli 6 punti. Il match più atteso era senza dubbio quello tra Renate e Samb, che si è concluso in parità grazie alla rete di Gelonese e all’autogol sfortunato di Tomi. 1-1 anche tra Albinoleffe e Pordenone: i ramarri passano in svantaggio dopo pochi minuti grazie al guizzo di Kouko, ma alla fine del primo punto ci pensa Gerardi a siglare il pari.

Il terzo 1-1 di giornata è opera di Bassano e Triestina. I veneti cercavano il successo per tornare in vetta, gli alabardati invece cercavano la seconda vittoria consecutiva dopo un brutto avvio di stagione. Tutto accade in pochi minuti: la Triestina passa in vantaggio con il solito Rachid Arma, il Bassano pareggio con l’attaccante Fabbro: al termine dei 90 minuti nessuna delle due squadre può dirsi pienamente soddisfatta del pareggio finale. Sconfitta che brucia, invece, per il Padova. La squadra di Bisoli interrompe la striscia di vittorie contro un Teramo ostico e mai domo: al gol iniziale degli ospiti con Capello rispondono i padroni di casa con Varas e Carlo Ilari.

Sulla carta, il match più facile delle “grandi” sarebbe dovuto essere quello del Vicenza, impegnato al “Recchioni” di Fermo. La Fermana, però, sfodera un’altra prestazione concreta e blocca uno degli attacchi più forti del girone. Il pari a reti inviolate obbliga il Vicenza a rimandare i sogni di gloria: nei prossimi due match i biancorossi affronteranno Triestina e Samb, un viatico fondamentale per la loro stagione.

Torna alla vittoria – e al gol, dopo ben tre 0-0 consecutivi – la Feralpisalò di Mister Serena. A togliere le castagne dal fuoco per i gardiani è il solito Guerra, che sale a 7 reti in campionato e si conferma in cima alla classifica marcatori. A farne le spese è il Ravenna, che ottiene così la terza sconfitta consecutiva. Vittoria di misura anche per il Mestre, che la spunta in casa contro la Reggiana grazie al gol di Rubbo. I granata sembravano aver trovato la via della ripresa grazie alla coppia La Rosa-Tedeschi, ma a Portogruaro la squadra compie un passo indietro dal punto di vista del gioco e della determinazione. Con Cesarini non al meglio, e un Altinier irriconoscibile, gli emiliani sono fragili dietro e aridi in fase offensiva: la classifica piange e non è più permesso sbagliare.

In fondo alla classifica esultano Gubbio e Sudtirol. Gli umbri, grazie alla cura-Pagliari, continuano a far punti sconfiggendo in casa 3-2 il Fano. Per i padroni di casa si scatena Ettore Marchi – eugubino doc – mentre gli ospiti si affidano a un Germinale in grande spolvero. Il gol vittoria arriva da Kalombo, che regala 3 punti al Gubbio e mette la sua squadra a 4 punti di distacco dallo stesso Fano. Il Sudtirol, infine, strapazza 5-0 il Santarcangelo e balza così ad un solo punto dalla zona playoff. I padroni di casa ottengono e realizzano ben tre calci di rigore con Berardocco, Frascatore e Gyasi; nel mezzo, la doppietta di Costantino, all’esordio in C dopo l’ottima stagione con la Vis Pesaro.

Serie C  girone B, 9^ giornata: i risultati

  • Teramo – Padova 2-1
  • Bassano – Triestina 1-1
  • Fermana – Vicenza 0-0
  • Mestre – Reggiana 1-0
  • Ravvena – Feralpisalò 0-1
  • Renate – Sambenedettese 1-1
  • Sudtirol – Santarcangelo 5-0
  • Albinoleffe – Pordenone 1-1
  • Gubbio – Fano 3-2
No comments
Share: