Capuano: “Partita perfetta”, Fedeli: “Il mister è una sicurezza”

La conferenza stampa a margine di Samb-Fermana


Nell’ultima partita dell’anno i rossoblu battono 3 a 0 la Fermana, vendicando la partita di andata e riconciliando il Riviera con la vittoria. Dopo un Natale dimesso, passato al campo di allenamento, l’aria è finalmente natalizia. Il presidente arriva in sala stampa con la nuova sciarpa (in vendita nel Samb Store) e un sorriso finalmente disteso.

Franco Fedeli

Oggi è difficile trovare un giocatore sotto le aspettative. Capuano è elettrico, negli spogliatoi ho detto che ho fatto una scorta di pile Duracell per lui. Oggi era una partita importante per entrambe. Loro hanno provato a metterci in difficoltà, ma noi abbiamo reagito bene tenendo duro per tutti i 90 minuti.

Oggi c’è stato impegno da parte di tutti, ed è stato molto importante. Abbiamo 6 punti di distanza dal Padova ma con una partita in meno, non dimentichiamolo. Il mercato? Se troviamo qualcuno di buono lo prenderemo, altrimenti teniamo i nostri. Non compriamo tanto per comprare.

Di Pasquale entra sicuramente nel novero dei nostri giovani migliori, ma non dimentichiamoci Candellori: avete visto che torello, appena entrato? Mattia? Sì, anche lui. Oggi sono stati bravi tutti.

La pausa? Dobbiamo stare attenti, cercare di non strafare e restare sempre allenati. Capuano da questo punto di vista è una sicurezza. In settimana i ragazzi si sono allenati anche a Natale, e il risultato si vede. Quando si lavora si fa sempre bene, oggi l’abbiamo dimostrato.

Ezio Capuano

No, non siamo andati in guerra. Se siete sorpresi è perché mentre voi giocavate a tombola noi ci allenavamo. I risultati si sono visti. Oggi abbiamo fatto una partita perfetta, sia dal punto di vista tattico che emotivo. Coperture, pressioni, scivolamenti: tutto nei tempi giusti e nel modo migliore possibile. Nel finale di partita avevamo dieci ragazzini in campo, mi sembrava di ammirare l’Ajax degli anni 97-98. Per me un ulteriore motivo di orgoglio.

Sono arrivato in un momento di difficoltà, questo è certo, ma abbiamo reagito benissimo sin dalla prima partita. Finora siamo stati protagonisti di un cammino stratosferico: se non erro abbiamo fatto 15 punti in 7 partite, subendo solo tre gol. Da quando sono arrivato abbiamo la migliore difesa d’Italia nei campionati professionistici. Non è poco. A un certo punto sono usciti Tomi e Mattia e non abbiamo comunque subito nulla, prova di una squadra vera.

Di Pasquale è sempre stato un giocatore importante, però prima di me non giocava mai. Per me non è una sorpresa, ne ho parlato bene sin dall’inizio e ora mi sta dando ragione. Conson da centrale nei tre aveva qualche perplessità ma ha giocato benissimo. Oggi hanno giocato tutti alla grande, ma se dovessi dare un migliore in campo direi Gelonese, che oggi è stato stratosferico. oggi era ovunque e ci ha dato una mano in tantissime occasioni: a me i giocatori che vanno sempre oltre piacciono molto.

Pegorin titolare? Io ho 30 anni di carriera alle spalle, non sono un ragazzino appena uscito da Coverciano. Ho due grandi portieri, e ho fatto una scelta. Nel riscaldamento ho preparato tutti e tre i portieri perché volevo averli pronti in caso di qualche noia muscolare.

Qualcosa nel mercato dobbiamo farla per forza, anche a livello morale, per la piazza che se lo aspetta. Inutile che ci prendiamo in giro: a livello di organico ci manca qualcosa. Al momento ho solo tre centrocampisti (Gelonese, Bove e Bacinovic), perché Di Cecco ha rescisso e Damonte è andato via. In attacco c’è solo Miracoli come punta centrale. Qualcosa dovremo fare per forza.

Sono andato sotto la curva per onorare al meglio un uomo del popolo. Io non lo conoscevo (Lu Doce) ma ieri ho sentito le parole dei tifosi e ho avuto una prova della sua statura umana. Dedichiamo questa vittoria a lui.

Davide Di Pasquale

Il gol lo dedico alla mia famiglia e alla mia ragazza. Nei gol sono stato anche fortunato a trovarmi lì nel momento giusto: noi proviamo sempre questi schemi ed è andata bene. Diego (Conson, ndr) non è che lo scopriamo oggi, è uno dei migliori difensori della categoria.

Questa serata me la ricorderò per tutta la vita. Venivo da un periodo difficile, correre verso la curva dopo il gol è stato un bellissimo sfogo.

Luca Miracoli

Sul gol molti meriti sono di Valente: io mi sono buttato sulla palla perché sapevo l’avrebbe messa lì. Avere giocatori come Nicola è una fortuna per noi attaccanti, ha fatto una grandissima azione costruendo il gol dal nulla. Il gol è stato importante per indirizzare subito la partita, poi siamo stati bravissimi a gestirla.

A livello tattico l’abbiamo preparata benissimo: abbiamo avuto più di una settimana di tempo e siamo arrivati nel modo migliore possibile, sapevamo come reagire ad ogni situazione in entrambe le fasi. Durante la gara siamo riusciti ad essere cattivi e concentrati, e nel secondo tempo abbiamo avuto la lucidità di fare subito il raddoppio.

Ci è riuscito tutto quello che abbiamo provato: secondo me è stata la migliore partita della stagione. La pausa ci farà bene, veniamo da due mesi molto intensi e staccare un po’ ci aiuterà a recuperare le forze. La classifica è molto bella, ma alla ripresa dovremo subito impegnarci per darle seguito.

Fabio Massimo Conti

Rispetto all’andata è come se ci fossimo scambiati i ruoli. Sapevo che oggi non sarebbe stata semplice: in settimana, quando ho detto che sarebbe stata una guerra, mi riferivo a questo. Con l’arrivo di Capuano mi aspettavo una squadra diversa, e oggi l’ha dimostrato. Siamo stati superati sul piano della voglia e dell’agonismo, che solitamente sono le nostre armi migliori. Non è stata una buona partita, le assenze hanno pesato.

Capuano l’ha preparata molto bene: ha studiato i nostri giocatori ed è riuscito a limitarci. Petrucci? Rispetto all’andata è stato un po’ in ombra, però non bisogna farne una questione di stato. Il campanilismo riguarda i tifosi, noi pensiamo al campo. Oggi non è andata benissimo, però c’erano anche molte assenze.

Flavio Destro

Abbiamo preso un gol nei primi minuti su una situazione che dovevamo gestire meglio. Nei due gol su calcio piazzato, poi, abbiamo fatto errori di valutazione. A parte i due gol su calcio d’angolo e la rete iniziale non ho visto molte occasioni della Samb. La partita l’hanno fatta loro, ma noi avevamo anche molte assenze. Non è una scusa ma aiuta a spiegare qualche difficoltà.

Abbiamo subito molto sulle seconde palle, situazioni in cui non siamo mai riusciti ad arrivare per primi. In certe situazioni non siamo stati abbastanza determinati, e a questi livelli paghi.

No comments