Gianni Improta si presenta: “La Samb merita categorie superiori”

presentazione-gianni-improta

Le dichiarazioni di Gianni Improta, nuovo responsabile dell’area tecnica della Sambenedettese Calcio che prende il posto di Stefano Colantuono


Tempo di voltare pagina in casa Samb. Dopo i licenziamenti di Stefano Colantuono e Pietro Fusco, la società rossoblu ha immediatamente annunciato il nuovo responsabile dell’area tecnica. Si tratta di Gianni Improta, impegnato dal 2013 con la Juve Stabia in vari ruoli dirigenziali.

Il dirigente si presenta così: “Come potrei non essere felice…San Benedetto è stata sempre una piazza considerata come una delle più importanti e l’attuale categoria le sta anche un po’ stretta. Ho avuto l’onore e il piacere di giocare contro la Samb, non diciamo in quali anni sennò dicono che sono vecchio: ogni volta che venivo qui si avvertiva il calore della tifoseria che incuteva anche timore. San Benedetto merita rispetto e categorie superiori”.

Il nuovo direttore tecnico rivela di conoscere da tempo Domenico Serafino. “Conosco il presidente Serafino da tanti anni, al quale sono legato da un’amicizia bella e disinteressata. Nel momento in cui ha fatto capolino nel calcio c’è stato un pour parler e, nel momento in cui ha deciso di interrompere il rapporto con alcuni collaboratori, mi ha invitato qui e non ho esitato, anche se fino a pochi giorni fa appartenevo a un’altra gloriosa società di categoria come la Juve Stabia, dove penso di aver lasciato un bel ricordo. La decisione è stata un po’ sofferta, però anche immediata per il rapporto con il presidente che va al di là dei ruoli. Sono contento di aver fatto questa scelta e di aver trovato un’ospitalità degna delle persone perbene. Ho sempre inteso la squadra come una grande famiglia con un unico obiettivo: andare d’accordo e remare nella stessa direzione perché solo così si ottengono i risultati”.

No comments

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.