Prima il progetto, poi i nomi: il mercato del Gubbio

Conferme e nuovi arrivi per il 4-3-3 di Magi


GUBBIO – Idee chiare, un forte scheletro da cui ripartire e un progetto tecnico che viene prima di ogni cosa. Del modo di giocare del Gubbio si è già detto molto, se non tutto, ma una nota di rilievo lo merita il mercato condotto dalla società umbra. Ansia, fretta, schizofrenia non hanno intaccato l’estate del patron Sauro Notari: dopo aver confermato in blocco i principali protagonisti della promozione, la dirigenza ha provveduto a completare la rosa con tante pedine funzionali al 4-3-3 di Mister Magi.

DIFESA –  Una delle maggiori manifestazioni della tranquillità della dirigenza umbra in sede di mercato riguarda la scelta del portiere. L’arrivo di Antonio Narciso, esperto portiere proveniente dal Foggia, è datata 31 agosto, ovvero l’ultimo giorno di mercato. Nel frattempo, piena fiducia al portiere scuola Juve Giacomo Volpe, che ha ben figurato nelle prime uscite di campionato.

Sugli esterni i nuovi arrivi Pollace (ex Lazio) e Zanchi (dal Perugia) contenderanno la maglia da titolare ai confermati Kalombo e Petti. Confermatissimo, al centro della difesa, l’ex Samb Marini, che sarà affiancato da due giocatori di categoria: Michele Rinaldi e Lorenzo Burzigotti.

CENTROCAMPOMarco Croce e Alfredo Romano: non poteva che ripartire dai “fedelissimi” di Magi il centrocampo rossoblu. Tra i nuovi arrivi spicca Paolo Valagussa, reduce dalla Serie B con l’Entella, e Daniele Casiraghi, che torna in Umbria dopo un’ottima stagione con l’Ancona. Dal Palermo, invece, sono arrivati i giovani Giacomarro e Costantino.

ATTACCO –  Lo scheletro della squadra si conclude con Ferri Marini e Ferretti, i trascinatori della recente promozione. Al loro fianco potranno crescere tre giovani di ottime speranze: Gabriel Lunetta, esterno dell’Atalanta, Leonardo Candellone dal Torino e l’attaccante Lorenzo Musto, acquistato a giugno dal Bologna e girato in prestito al Gubbio.

ALLENATORE – Dopo due splendide promozioni con Maceratese e Gubbio l’appeal di Giuseppe Magi ha subito una notevole impennata. A 45 anni Magi è uno degli allenatori più interessanti e seguiti della Lega Pro: merito delle forti idee di gioco, della grande organizzazione e di una dichiarata predisposizione alla progettualità, parola tanto stimata quanto abusata nel calcio italiano. Mister Magi ha deciso di affrontare la nuova stagione puntando su un gruppo di suoi “fedelissimi” coadiuvato da giovani affamati. In 3 partite il Gubbio ha totalizzato ben 7 punti, mostrando la solita, forte identità tattica: saranno gli umbri la sorpresa del Girone B?

No comments

Lascia una recensione

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami