Palladini: “Contro il Sudtirol voglio che la gestione della gara sia perfetta”

Le parole di mister Palladini alla vigilia della gara contro il Sudtirol

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terminato un ciclo di incontri che ha visto la Sambenedettese misurarsi con alcune delle grandi favorite di questo campionato se ne apre un secondo non meno difficoltoso. I rossoblù infatti, visto il primato meritatamente conquistato, avranno ora l’arduo compito di guardare non solo avanti ma anche indietro. Questo perché adesso, dopo tanto tempo, la squadra di mister Palladini fa davvero paura a tutte le altre.

Ascoltando un’intervista rilasciata in questi giorni dal vice presidente del Sudtirol Roberto Zanin è emerso un dato oggettivo: il livello tecnico di questo girone è molto elevato e a destabilizzare quelle che erano alcune convinzioni iniziali sono proprio quelle compagini che, dovendo ricoprire (presumibilmente) una posizione di medio-bassa classifica, si trovano invece a dominarne i piani più alti.

Ora ci conoscono e sanno qual è il nostro modo di giocare – ha dichiarato l’allenatore rossoblù in conferenza stampa – Noi continuiamo a fare quello che fino a questo momento abbiamo fatto. Dobbiamo essere più concentrati perché ancora non è stato fatto nulla e il percorso è ancora lungo. Per noi la nostra posizione deve essere sicuramente motivo di orgoglio ma non ci si può fermare perché nel calcio basta davvero poco per perdere tutto quello che è stato fatto. Quello che stiamo facendo deve servirci da stimolo”.

Saranno ventuno i convocati per la partita di domani. Fuori Frison e Doua Bi, quest’ultimo impegnato con la Beretti di mister Boccaccio. Nel corso della rifinitura odierna Di Pasquale si è allenato a parte ma questo a scopo precauzionale: “Sulla carta giocheremo contro una squadra che ha un nome importante – ha spiegato Palladini – La gestione della gara deve essere perfetta. E’ così che la voglio. Il Sudtirol non ha totalizzato molti punti ma devo dire che ha raccolto meno rispetto a quello che meritava perché ha individualità di livello”.

Nonostante sia stata una settimana particolare durante la quale sono state spese non poche energie i giocatori, a detta del mister, stanno bene: “Voglio mettere in campo una formazione che è in grado di sostenere i 90 minuti – ha commentato Palladini – Sto cercando di pensare ad una squadra che non regalerà qualcosa a livello fisico agli avversari. Domani il campo, a causa della pioggia, potrebbe essere pesante e proprio per questo ho bisogno di elementi di un certo tipo”.

L’allenatore della Sambenedettese si trova in “difficoltà” ma per un motivo ben preciso: “Le condizioni dei ragazzi stanno crescendo e devo dire che nel pensare allo schieramento i dubbi sono tanti. Questo è un problema assolutamente positivo. – ha precisato – Significa che chi è nella rosa si sta comportando bene e riesce a mettermi in difficoltà nelle scelte da adottare. Di Massimo ha ancora grossi margini di miglioramento mentre Tortolano sta assumendo una buona condizione. Non escludo che possano giocare insieme. Mancuso? E’ uno di quelli che dal punto di vista fisico è a mille. Reggerà benissimo anche la gara di domani anche perché è uno di quegli elementi che fa della potenza aerobica un punto di forza”.

 

No comments

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.