Palladini: “Ho visto i video. Meritavamo di vincere ma siamo stati ingenui”

I commenti di Ottavio Palladini dopo la ripresa degli allenamenti 

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un week end di fuoco i rossoblu tornano ad allenarsi ma con un “bagaglio in più” rispetto alle settimane precedenti. Nonostante il risultato, spiacevole se si considera quanto eseguito in campo, i ragazzi di mister Palladini possono confermare che in questo campionato “esistono e danno fastidio”.

Quella di sabato è stata una prova importante. Misurarsi con una delle favorite e uscirne vittoriosi sotto il profilo della prestazione vuol dire che la strada intrapresa è quella giusta. A distanza di due giorni mister Palladini ha le idee ancora più chiare: “Per quello che abbiamo fatto meritavamo di vincere – ha dichiarato in conferenza stampa – Ho visto i video della gara. Siamo stati ingenui e siamo caduti nella loro trappola. La gomitata di Radi c’è stata, non si può dire il contrario, ma il rigore assegnato a mio avviso è stato esagerato. Non dovevamo cadere nella provocazione perché così facendo abbiamo condizionato il risultato”.

Il tecnico preferisce sorvolare sugli episodi: “Non voglio parlarne – risponde – Dico solo che abbiamo perso due punti. Noi abbiamo sicuramente fatto la nostra partita e nella prima mezz’ora abbiamo giocato in maniera intensa creando diverse occasioni. L’errore che abbiamo commesso è stato quello di aver concesso troppo campo all’avversario perché in alcuni momenti ci siamo abbassati troppo. Potevamo inoltre gestire meglio qualche ripartenza”.

La gara col Parma ha ufficialmente inaugurato un periodo in cui concentrazione, energia e forza fisica dovranno collaborare senza perdersi di vista. Nella prossima giornata i rossoblu se la vedranno col Venezia di Pippo Inzaghi, super favorita di questo girone, ma dopo due giorni dovranno affrontare anche il Padova: “Preparare due partite in così poco tempo non è semplice – ha sostenuto Palladini – Il Venezia viene da una sconfitta e scenderà in campo arrabbiato ma noi, visto quello che è accaduto, non dobbiamo essere da meno. Anche questa volta affronteremo una squadra allestita per vincere il campionato ma se corriamo e restiamo equilibrati non abbiamo nulla da temere”.

Radi e Lulli non ci saranno: “La cosa non mi preoccupa più di tanto perché so che chi scenderà in campo darà il massimo – ha proseguito l’allenatore – Damonte sta recuperando ma ha caratteristiche diverse da Lulli. Candellori ha meno esperienza ma conosco il suo valore. Per quanto riguarda Di Pasquale dobbiamo valutarlo perché ha un’elongazione al retto femorale. Avremo comunque bisogno di tutti e qualcuno dovrà tirare il fiato più degli altri”.

A Palladini é stato chiesto se firmerebbe per mettere in cassa 4 punti dopo aver affrontato Venezia e Padova. Il tecnico, arrossendo, si è lasciato andare ad una spontanea – ma contenuta – risata affermando un genuino “si”. 

No comments
Share:

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.