Palladini: “Questo pareggio vale più di una vittoria. Siamo stati fortunati”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le dichiarazioni rilasciate nel corso della conferenza stampa. Ad intervenire: il tecnico del Sudtirol, mister Palladini, Cia, Pegorin e Di Filippo.

VIALI: “Grandissimo rammarico. Venire qui, contro la prima in classifica, non è stato facile. Noi nel nostro percorso abbiamo raccolto meno rispetto a ciò che abbiamo fatto. È vero, abbiamo pochi punti ma tutti ci hanno sempre fatto i complimenti al termine di una gara. Vista la prestazione dei miei ragazzi sono molto fiducioso. Stiamo cercando di lavorare sui particolari e stiamo crescendo.

La squadra oggi ha avuto il giusto atteggiamento. Crede in se stessa e in quello che fa. Nella ripresa avremmo potuto chiudere la gara ma non è stato così. Staremmo a parlare di un altro risultato. Oggi abbiamo palleggiato benissimo, abbiamo un’identità ben definita. Noi siamo questi sia in casa che fuori e prepariamo le gare sempre nello stesso modo”

PALLADINI: “Un pareggio che vale più di una vittoria. Un punto salutare. Una cosa che si è notata subito è stata la freschezza atletica dell’avversario. Dal punto di vista fisico abbiamo pagato tantissimo. Complimenti comunque ai miei ragazzi perché sotto il profilo mentale non hanno mollato un attimo.

A livello tecnico il Sudtirol ha giocatori davvero importanti. Loro venivano a prenderci e non ci davano la possibilità di giocare. Non ci hanno fatto ragionare. Dovevamo scavalcare il centrocampo e andare sulle punte. Siamo stati poco intelligenti a leggere la partita soprattutto dopo l’1-1. Abbiamo preso due gol su due ripartenze. Questo significa che non abbiamo avuto abbastanza testa. Forse ci siamo fatti prendere dalla frenesia della vittoria.

Di Massimo in panchina? Volevo gestire l’incontro in maniera diversa. Sapevo che Tortolano poteva reggere 60/70 minuti. Il nostro obiettivo non cambia. Oggi abbiamo pareggiato perché secondo me col fatto che siamo primi diamo per scontato che dobbiamo vincere. Nel calcio non si ragiona così. Abbiamo incontrato una squadra forte sia fisicamente che tecnicamente e siamo stati fortunati a pareggiare. Mettiamoci in testa questo.

Non parliamo di calo, per cortesia, perché abbiamo giocato una gara in più rispetto a loro: e normale che abbiamo pagato qualcosa. Noi stiamo rispecchiando quello che diamo in mezzo al campo. Se il Sudtirol avesse vinto non avrebbe rubato niente. Ho visto dei video di alcune gare disputate nelle scorse settimane e devo dire che è una squadra che in più occasioni meritava i 3 punti. Loro sono veloci e brillanti. Da qui alla fine troveremo partite così difficili”.

img_20161015_165835

CIA: “Oggi è andata bene anche se non abbiamo vinto. Abbiamo incontrato una squadra molto forte e ben organizzata. Noi volevamo vincere a tutti i costi ma in questo momento non ci gira molto bene. Tornare al Riviera è stato molto molto emozionante, è stato un momento molto bello per me.

Mi dispiace per il gol ma in questo momento devo pensare a me e alla mia squadra. Al momento del mio gol non abbiamo pensato che potevamo vincere la partita. Quando sei in vantaggio è normale che pensi di portare a casa il risultato ma noi dobbiamo essere più cattivi. Le squadre più forti? Mi è piaciuta molto la Reggiana. Sulla carta è un campionato davvero difficile. Parma e Venezia devono dimostrare di essere all’altezza dell’organico che hanno”

img_20161015_170428

PEGORIN: “Dal mio punto di vista ho parato un rigore e sono contento anche perché è accaduto sotto la Curva ma devo ancora imparare tanto. Il Presidente mi punzecchia? E’ giusto, prendo le sue parole da stimolo. Con due portieri come Frison e Aridità non posso che ringraziare il mister per avermi dato fiducia. Se devo tornare in panchina, spero il più lontano possibile, lo faccio senza problemi. Ho vent’anni e cerco di imparare il più possibile. Oggi a livello fisico abbiamo sofferto. La terza partita in 10 giorni non ci ha aiutato. Sono però contento, voglio vedere il bicchiere mezzo pieno”.

DI FILIPPO: “Oggi abbiamo sofferto tutti. Ce lo aspettavamo di incontrare una squadra ben organizzata ma non fino a questo punto. In campo ci ha impressionato tanto. Come dice giustamente il mister però non si possono prendere due gol così. Siamo stati veramente fortunati. Non si possono prendere due ripartenze così. Prenderemo questi episodi come insegnamenti. Il mister si è arrabbiamo perché lo aveva previsto prima ancora che succedesse”.

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami