Venezia-Samb 2-2, Facchin nega la vittoria a tempo scaduto. Rileggi la diretta LIVE

Direttamente dallo Stadio Penzo la sfida d’alta classifica tra rivieraschi e laguari

VENEZIA – Il Pierluigi Penzo è circondato da acque, battelli, turisti e tifosi. Dai megafoni gracchianti dello stadio esce la voce – un po’ metallica – di David Bowie, che canta “We could be heroes, just for one day“. Tutti i giocatori e gran parte dei tifosi sono ancora lontani dal rettangolo di gioco, ma siamo certi che lo spirito dei prossimi minuti sarà lo stesso – speranzoso e insieme trascinante – della canzone del duca bianco.

All’arrivo delle formazioni, due sorprese: la titolarietà di Pegorin al posto di Frison e il cambio di colonna sonora, da Bowie a Ligabue. Speriamo che la distanza tra i due portieri non sia uguale a quella dei due cantanti. Siamo già alla terza canzone; a prescindere dai gusti, c’è da dire che “Salviamoci la – salviamoci la – salviamoci la pelle” è un messaggio molto meno coraggioso di “Heroes“.

QUI il resoconto del mercato del Venezia, QUI l’analisi tattica della squadra.

VENEZIA Facchin, Pederzoli, Malomo, Bentivoglio, Ferrari, Malomo, Marsura, Moreo, Baldazzeddu, Fabris, Garofalo A disp. Galli, Solivo, Tortori, Sambo, Gejio, Edera, Acquadro, Vicario All. Inzaghi

SAMBENEDETTESE Pegorin, Di Filippo, Ferrario, Mori, Pezzotti, Berardocco, Damonte, Sabatino, Mancuso, Sorrentino, Tortolano A disp. Frison, Raccichini, Crescenzo, Di Massimo, Candellori, Tavanti, Mattia, Vallocchia, Fioretti All. Palladini

TERNA Arbitra Antonio Giuia di Olbia, coadiuvato dagli assistenti Roberto Pepe (Adriano Irpino) e Massimo Manzolillo

Ci scusiamo in anticipo per le azioni che avverranno all’altezza dei 25 dei 75 metri: le colonne metalliche occludono la vita con perpendicolare indifferenza, sostenendo la copertura della tribuna centrale, e le motivazioni di chi crede che questo sia uno stadio troppo obsoleto.

1′ Cross di Bentivoglio per Moreo, che taglia dalla destra: blocca Pegorin.

In fase di possesso Fabris si allarga molto sulla destra, con Moreo che taglia al centro, vicino a Ferrari. Marsura resta sempre largo a sinistra, per quello che – almeno in fase di possesso – sembra un 4-4-2.

6′ Lancio di Mori per Sorrentino, spinto. Punizione per la Samb. Sugli sviluppi del piazzato Pezzotti prova la botta da fuori, trovando una deviazione.

9′ Appoggio di Tortolano per Berardocco, che prova il lancio per l’inserimento di Damonte: lungo.

10′ Sorrentino riceve palla sull’ala destra e appoggia dietro per Mancuso, che tenta il tiro-cross: respinge Facchin.

14′ Ferrari si gira seminando Mori e prova ad attaccare la porta rossoblu, fermato da Ferrario. Sul contropiede Tortolano riceve e sguscia tra due avversari, trovando l’opposizione di Cernuto.

16′ Appoggio di Ferrari per Pederzoli, che allarga per Cernuto: cross troppo lungo per Marsura, superato dal pallone. Allontana la Samb.

18′ Tentativo da fuori di Bentivogio, respinto; sulla palla arriva Marsura, che scende sulla sinistra e prova il cross: lungo.

22′ Moreo corre 20 metri palla al piede con la stessa noncurante fiducia di una gazzella nella savana: arriva al limite dell’area, supera il cespuglio-Mori e si infrange su Di Filippo: intervento sul pallone, l’arbitro lascia giocare.

23′ Angolo di Pederzoli per Baldanzeddu, che non riesce a direzionare in porta.

30′ Frison torna negli spogliatoi.

In fase di non possesso i rossoblu stanno coprendo con un 4-5-1 sfalsato, con le due mezzali (Damonte e Sabatino) che provano ad attaccare i due mediani arancioneroverdi, mentre Mancuso e Tortolano (le ali) restano più dietro, pronte a stringersi se uno dei due compagni viene superato.

32′ Doppia occasione, una per squadra: prima ci prova il Venezia con Bentivoglio, che prova il destro su appoggio di Garofalo – respinto; sul contropiede i rossoblu mettono in mezzo per Sabatino, che fa da sponda al destro di Damonte: altra respinta.

34′ Ferrari si stacca dalla marcatura e arretra sulla trequarti, ricevendo il filtrante di Pederzoli; il destro a giro è insidiosissimo, ma Pegorin – con un guizzo – devia il pallone sul palo. Sul corner successivo, Mori sbriglia una situazione complicata allontanando di testa.

36′ Cross di Pezzotti verso il centro dell’area: allontana Ceruto; sul recupero alto Damonte prova a triangolare con

37′ Cross di Marsura per Ferrari, che attacca la porta troppo in fretta e finisce fuori dalla traiettoria: allontana Mori. Nell’azione successiva la lunga gittata di Malomo sguscia dai guanti di Pegorin, ingannato da una folata di vento; i rossoblu riescono ad allontanare, e il portiere – sul successivo cross di Garofalo – blocca il pallone.

39′ Contropiede di rossoblu: Sorrentino riceve e allarga per l’inserimento di Mancuso, che prova la botta. Tiro violento, che Facchin devia in corner.

40′ Marsura riceve sulla sinistra, sguscia al fianco di Di Filippo e va a terra sullo spalla a spalla con Mancuso. Rigore! Sul pallone va Ferrari, che prova la botta centrale: la palla sbatte sulla parte bassa della traversa e rimbalza nell’area piccola, allontanata dai rossoblu

43′ Ammonito Damonte per un fallo a metà campo.

45′ Marsura controlla trta due avversari e mette in movimento Garofalo, che tanta il cross: Pegorin blocca. Sul contropiede di Sabatino, fallo di Bentivoglio e primo giallo per il Venezia.

45’+1 Punizione di Pezzotti, respinta; sull’azione alimentata da Damonte Pezzotti prova di nuovo il cross, trovando un’altra respinta. Sul contropiede di Marsura i rossoblu rischiano moltissimo, ma Pegorin riesce a intercettare il cross di Bentivoglio. Atterrando a terra, il portiere si fa male a una spalla. Il duplice fischio dell’rbitro, che inaugura l’intervallo, permette ai rossoblu di medicarlo con la giusta attenzione.

Fine primo tempo. Partenza molto sofferta, per gli uomini di Palladini, messi sotto pressione da un Venezia aggressivo fin dalle prime battute. Come scritto nell’analisi prepartita, la squadra di Inzaghi cerca il possesso con insistenza, occupando il campo in ampiezza con entrambi i terzini; nonostante una copertura abbastanza diligente, i rivieraschi stanno mancando nelle ripartenze, troppo sporadiche e mal gestite. Questo toglie molto respiro a Pegorin e compagni, costantemente sollecitati

Inizio secondo tempo. Nessun cambio nelle due squadre.

46′ Recupero dei rossoblu e palla sull’esterno per Tortolano, pescato alle spalle di Malomo: l’esterno arriva ai 16 metri e mette dentro un cross perfetto per Sabatino, che fa un terzo tempo da madison suadre garden e un’incornata da corrida. UNO A ZERO SAMB!

50′ Azione sulla sinistra di Garofalo, che arriva sul fondo e serve in mezzo per Moreo: il giocatore sovrasta Pezzotti (più basso di 20 cm) e la schiaccia sul palo opposto: la palla rimbalza e sbatte sul palo interno, e viene abbrancata da Pegorin.

52′ Fallo di Fabris su Tortolano, fischiato. Fabris protesta, restando sopra le gambe di Tortolano, che lo sposta di forza. Si crea un capannello i

54′ Respinta sbagliata dei lagunari e palla recuperata da Tortolano, che salta un avversario e prova il destro a giro: la deviazione di Pederzoli rende la palla imparabile per Facchin, che nulla può per evitare il raddoppio. 2 a 0 Samb!

59′ Fuori Baldanzeddu per Tortori. Ora Malomo gioca centrale, con Fabris terzino destro e Tortori ala.

60′ Cross di Damonte per Sorrentino, che anticipa Facchin: la spizzata finisce però alta. Sul mancato contropiede del Venezia Mancuso ha l’opportunità di tentare un altro cross, deviato in corner. Sull’angolo palla per Mori, che non riesce a schiacciare.

61′ Contropiede del Venezia: Tortori scende sulla destra e crossa sul secondo palo, verso Marsura; l’esterno controlla e allarga per Fabris, che tenta il cross: troppo lungo.

64′ Dentro Gejio per Moreo

65′ Suilla punizione di Pederzoli doppia occasione per il Venezia: la sponda di Masura per Gejio viene prolungata da Ferrario. L’attaccnte riceve e mette dentro per Cernuto, che schiaccia di testa trovando la super risposta di Pegorin

66′ Cross di Pederzoli per Marsura, che prova a schiacciare in rete: Pegorin e la traversa gli dicono no.

70′ Angolo del Venezia, l’ennesimo: Gejio colpisce verso lo specchio, ma Pegorin risponde ancora presente. Partitona del numero 22.

73′ Lancio di Pederzoli per Ferrari: l’attaccante copre la sfera sul tentativo di anticipo di Sabatino e si sistema palla per il tiro: il destro, da posizione defilata, attraversa tutto lo specchio e finisce sul laterale opposto.

74′ Fuori Tortolano per Candellori.

76′ Ennesimo pallone buttato in area da Pederzoli: Ferrario allontana in corner. Sull’angolo contatto tra Gejio e un difensore rossoblu: altro rigore per il Venezia. Stavolta sul pallone va Pederzoli, che non sbaglia: Pegorin spiazzato, e lagunari che accorciano. 

78′ Discesa sulla destra di Mancuso, che mette a rimorchio per Sorrentino: l’attaccante si gira e spra il destro sul primo palo, trovando un intervento strepitoso di Facchin, che respinge col piede di richiamo. Sulla palla vagante fallo del Venezia e punizione dal limite per i rossoblu. Sulla palla va Berardocco: il suo sinistro scavalca la traversa e va verso l’incrocio, ma Facchin allontana.

80′ Palla in verticale per Gejio, che si gira e allarga per Tortori: l’esterno arriva a tu per tu con Pegorin e prova il destro a incrociare: la deviazione disperata di Pegorin finisce sulla zona di Pederzoli, che – dopo un rimpallo sul palo – riesce a mettere in rete. Pegorin lamenta un tocco col braccio, ma arbitro e guardalinee non hanno visto. PAREGGIO VENEZIA!

84′ Fuori Mori per Tavanti

85′ Discesa sulla destra proprio di Tavanti, liberissimo; il terzino prova il tocco a rimorchio per Sorrentino, ma viene intercettato: sul pallone alzato in area l’attaccante rossoblu prova il destro di prima intenzione, ma un altro – miracoloso – intervento di Facchin gli sbarra la strada.

86′ Mancuso riceve sulla trequarti e prova la botta da fuori, alto. Poco dopo, ammonito Berardocco per un fallo tattico.

88′ Cross di Pederzoli per Ferrari, che manda tra le braccia di Pegorin.

90′ Sabatino recupera col tacco, evita l’intervento di un avversario e serve Sorrentino, sempre col tacco. Sulla palla recuperata e rilanciata dal Venezia è lui a rimontare su Tortori, che – scippato – trattiene Sabatino lanciato in contropiede. L’arbitro non ammonisce, e il settore ospiti gli canta “Fifone – fifone – fifone

6′ di recupero.

90’+5 Fuori Sorrentino per Crescenzo. Mancuso prima punta, Crescenzo a destra.

90’+6 Sabatino riceve sulla sinistra e mette in mezzo: palla scambiata tra Crescenzo e Damonte e filtrante perfetto per Mancuso: l’attaccante si trova a tu per tu con Facchin, e prova a piazzare sulla destra. Ancora un SUPER intervento di Facchin, che sigilla definitivamente il risultato.

Fine secondo tempo. Partita assurda, in tutti i sensi: i rossoblu hanno rischiato di vincerla e di perderla. A fine partita la squadra di Palladini esce con un pareggio, tanto prezioso – se si pensa alle occasioni concesse – quanto beffardo – specie pensando al finale.

No comments