Palladini, Di Filippo e Aridità, in coro: “L’importante era vincere”

La conferenza post partita. Parlano Palladini, Di Filippo e Aridità

PALLADINI: “Loro hanno fatto un grande forcing nel finale ma gol sbagliati da loro non li ricordo, sinceramente. Il gol annullato? Prima c’era il fuorigioco, poi quello che è successo è stato poco chiaro. I giocatori tornano in gioco solo se il tocco è volontario. Noi abbiamo sbagliato qualche tocco di troppo e le scelte negli ultimi 16 metri. Comunque ci siamo difesi bene e abbiamo concesso pochissimo, a parte il tiro di cui abbiamo già detto.

Gli errori di Berardocco e Sabatino? Oggi hanno sbagliato un po’ tutti, ma va dato merito ai ragazzi per aver portato a casa la gara. Per giudicare le squadre bisogna conoscerle: il Lumezzane l’ho visto nelle partite in casa e ha sempre fatto bene, meritava di più anche con Modena e Pordenone. Faccio i complimenti ai miei ragazzi sotto il profilo dell’impegno; sotto il profilo del gioco potevamo fare meglio e ci lavoreremo in settimana.

Cosa significa questa vittoria? Sono punti preziosi che ci avvicinano al nostro obiettivo, che è anzitutto la salvezza. Questa vittoria ci dà la possibilità di poter arrivare alle prossime gare in casa più tranquilli, ed è un bel vantaggio. Dietro abbiamo fatto una buonissima partita, e nel finale Damonte e Fioretti sono entrati nel modo giusto. L’intento è quello di recuperare tutti i giocatori e farli arrivare in condizione.

Il presidente? Al di là delle sue esternazioni sappiamo che ci tiene a vincere, e noi cerchiamo sempre di accontentarlo. Proviamo a fare qualcosa di importante partita dopo partita”

DI FILIPPO: “Io penso che venire a vincere qua non sia facile per nessuna scquadra, il Lumezzane al di là della classifica è forte in tutti i reparti. Per me e per tutta la squadra è stata una buona prestazione, siamo riusciti a non prendere gol e abbiamo rischiato poco. L’autogol di Bonomo? Quando succedono queste incomprensioni la colpa è sempre da dividere col portiere.

Il gol annullato a Barbuti l’ho visto bene, il tocco del difensore c’era ma il pallone era diretto al giocatore in fuorigioco. Secondo me la decisione è stata corretta”

ARIDITA’: “Sono state due buone partite, l’importante era vincere e l’abbiamo fatto. Non subire gol è stato importante, ma il merito è soprattutto della squadra. Oggi abbiamo sofferto ma torniamo a casa con tre punti, che è la cosa più importante. Loro l’hanno studiata bene, ci venivano a prendere alto e ci hanno messo in difficoltà. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, loro ci hanno messo in difficoltà solo nel finale?

L’ambientamento? Io cerco sempre di dare una mano ai compagni, sia a livello di presenza che con la voce. Sono tutti ottimi ragazzi, sia calcisticamente che umanamente. I tifosi sono straordinari, non so quanti km abbiano fatto ma oggi si sentivano solo loro”

No comments

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.