Tedino: “Palladini è un grande esempio. La Samb? Non giudico da fuori”

La conferenza post-partita. Parlano il presidente Lovisa e mister Tedino. Continua il silenzio stampa dei rossoblu

LOVISA (presidente Pordenone) “Se dovessimo dare un voto al portiere saremmo in difficoltà. Questi secondi tempi in cui c’è sempre chi va a terra e fa perdere tempo, così si gioca anche poco. Parlo dell’atteggiamento generale di questi secondi tempi, non solo per questa gara.

Oggi abbiamo giocato benissimo, sono orgoglioso della mia squadra al di là del risultato. Le squadre vengono qui per prendere il punto, in un campo così piccolo è anche giocare.

Ho sentito che la Sambenedettese è una squadra che vuole vincere il campionato, li ho visti venire qui per non giocare. Così rinunciatari è incredibile, non sono mai usciti dal centrocampo. Li ho visti giocare buone partite con molte squadre, oggi sono venuti per prendere il punto e li abbiamo messi sotto.

Il nostro obiettivo è arrivare tra i primi, abbiamo speso molto perché l’obiettivo è quello; se vado in B il problema dello stadio lo risolvo in due minuti”

TEDINO: “Il rigore sbagliato? Arma ci ha fatto vincere tante partite, ha fatto un grande lavoro anche oggi e non si può riassumere la partita in un episodio. Dovevamo avere un approccio diverso, ma per il resto della partita abbiamo fatto una grande prestazione con un ottimo possesso palla e tanta qualità. Il secondo fallo di mano di Arma era da giallo, ma nella prima occasione non l’ha presa col braccio – anche se dal campo sembrava così. Non ho intenzione di parlare dell’arbitro, bisogna fare i complimenti ai nostri ragazzi per l’ottima partita e l’ottimo girone.

Sapevamo che la Samb è una squadra muscolare, organizzata, che sa ripartire: visto l’utilizzo di Pezzotti abbiamo intuito avrebbero avuto un atteggiamento più conservativo, abbiamo fatto una buonissima prestazione ma ci è mancato il gol. Questo ci deve dare fiducia per il girone di ritorno.

In queste ultime partite abbiamo trovato squadre che si difendono bene, anche troppo, noi manteniamo sempre lo stesso atteggiamento. Abbiamo un gruppo di ragazzi strepitoso, ci stiamo impegnando tutti per costruire qualcosa di importante e siamo sulla strada giusta. Cerchiamo di creare qualcosa di duraturo e consolidato nel tempo.

Migliore squadra del campionato? Noi abbiamo fatto sempre una buona figura con tutte, se devo dire una squadra che sul piano di gioco ha fatto bene direi il Venezia. Ci sono anche squadre come Reggiana e Parma con organici importanti, però, e anche il Bassano. Secondo me gli obiettivi non si fanno solo in base al budget.

Palladini lo stimo molto, fin dai tempi in cui giocava si è dimostrato un esempio come calciatore e come uomo. Ho sempre avuto ammirazione per gli Uomini con la U maiuscola e lui lo è. Gli allenatori vengono sempre giudicati per i risultati – se Palladini ne vince tre di fila è un fenomeno e se non le vince è incapace – ma lui resta una grande persona e io sono fiero di confrontarmi contro allenatori come lui.

Non mi piace giudicare le squadre degli altri perché – anzitutto – non so quello che succede all’interno di una squadra e in settimana. Oggi hanno giocato una partita difensiva, volevano questo tipo di situazione, volevano il punto, e ci sono riusciti”

No comments
Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami